Errigo d’urgenza al Tas: vuole i Giochi di Tokyo con sciabola e fioretto

Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Errigo d’urgenza al Tas: vuole i Giochi di Tokyo con sciabola e fioretto

  1. #1

    Errigo d’urgenza al Tas: vuole i Giochi di Tokyo con sciabola e fioretto

    Scherma: niente sciabola, Errigo ricorre al Tas: ''Discriminata dalla Federazione''

    La 30enne brianzola vorrebbe gareggiare a Rio 2020 sia nel fioretto che nella sciabola, ma in quest'ultima categoria è stata esclusa dal ct Cipressa. Da qui la decisione di rivolgersi al Tribunale di Losanna: ''Fuori per motivi non tecnici, è ingiusto''

    LOSANNA - E' guerra aperta tra Arianna Errigo e la Federazione Italiana di scherma. La 30enne azzurra ha infatti deciso di rivolgersi al Tas di Losanna contro la Fis che le starebbe impedendo di poter gareggiare alle Olimpiadi di Tokyo 2020 sia nel fioretto sia nella sciabola.
    "Sono stata discriminata"
    Grande campionessa di fioretto, la Errigo negli ultimi anni ha deciso di gareggiare anche nella sciabola. E con risultati più che positivi. "Il fioretto è la mia vita, è tutto, ci ho costruito tutta la mia carriera. La sciabola mi dà quella freschezza, quell'entusiasmo, quella novità che in questo momento mi serviva. Fioretto e sciabola sono l'opposto, forse fioretto e spada si assomigliano - racconta in un'intervista a Sky Sport - ma quando tiro di fioretto, mi sento molto sciabolatrice. Nessuno lo ha mai fatto, è difficile e qualora ci riuscissi sarebbe un'impresa". Peccato però che il ct del fioretto, Andrea Cipressa, ritiene che la sciabola indebolisca la Errigo fiorettista ("ma nessuno può dire effettivamente che sia così, potrebbe anche essere il contrario, potrebbe darmi qualcosa in più"), che perciò è stata esclusa dalle gare di Seul di fine aprile: "Mi sono ritrovata nella squadra di sciabola femminile, in una gara sono stata la migliore a livello individuale e ho tirato benissimo nella prova a squadre - ricorda la Errigo - , poi nella gara dopo non mi hanno portata, c'erano 12 convocate ma sono rimasta a casa. Mi hanno discriminato rispetto ad altre atlete, io non ho mai chiesto qualcosa in più, ma non voglio che mi sia dato qualcosa in meno, non è giusto. In questi tre anni ho sacrificato tanto, dopo tre anni non puoi dirmi di no".


    Il legale: ''Decisione politica"
    La federazione presieduta da Giorgio Scarso, appena omaggiata dal Capo dello Stato Mattarella per i 110 anni, preferisce non commentare, anche se non è difficile comprendere i motivi che ci sono alla base. Le armi (fioretto, sciabola e spada) sono tre discipline uniche e il "mezzo servizio" non è contemplato, sono le considerazioni dei tecnici. Un'atleta deve insomma dedicarsi al 100% alla propria arma, anche per una questione di tempistica e contemporaneità. Per Cesare Di Cintio, il legale che segue la Errigo, il ricorso al Tas "è stata una scelta obbligata, per quanto sofferta e discussa. Il 'casus belli', fa sapere il legale, è dato dal fatto che Arianna avrebbe voluto partecipare alla prima gara di qualificazione olimpica ma la convocazione è stata annullata attraverso una comunicazione orale avvenuta per telefono. Insomma, non è stata una decisione prettamente tecnica ma di carattere politico-federale e Arianna è stata discriminata rispetto a qualsiasi altro atleta"

    https://www.repubblica.it/sport/vari...ne_-227962684/
    «Some people think football is a matter of life and death. I don't like that attitude. I can assure them it is much more serious than that». (Bill Shankly)

  2. #2

    Re: Errigo d’urgenza al Tas: vuole i Giochi di Tokyo con sciabola e fioretto

    DK
    Bring back the fucking V12s

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su