Bernard Malamud

Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Bernard Malamud

  1. #1
    Senior Member L'avatar di david
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    866

    Bernard Malamud



    Ho da poco scoperto questo scrittore grazie a Marco Missiroli che ne tesseva grandi lodi.
    Ho deciso di partire da Il commesso e devo dire di essere rimasto colpito favorevolmente da Malumud in quanto Il commesso Ŕ un piccolo grande gioiello.



    Pubblicato negli Stati Uniti nel 1957, "Il commesso" Ŕ considerato da molti il capolavoro di Bernard Malamud. La storia Ŕ quella di Morris Bober, umile commerciante ebreo che nel cuore di Manhattan conduce una vita misera e consumata dagli anni, e di Frank Alpine, un ladruncolo di origini italiane, deciso a riscattarsi e diventare un uomo onesto e degno di stima, aiutando Morris al negozio. Tuttavia il giovane Frank non resisterebbe dietro al bancone, sempre pi¨ assediato dalla concorrenza, se non si innamorasse di Helen, la figlia di Morris. La vicenda Ŕ intrecciata intorno alle emozioni, ai segreti, al destino di queste tre esistenze. Il ritmo quasi ipnotico della narrazione, la capacitÓ di attenzione al dettaglio, lo stile limpido e ironico regalano al romanzo quell'atmosfera inconfondibile, a metÓ fra il tragico e il comico, che rende affascinante la narrativa di Malamud. Prefazione di MArco Missiroli.
    Magari Malamud non avrÓ la vena artistica di un Faulkner, per˛ la sua forza sta a mio avviso proprio nella sua semplicitÓ. Oltretutto leggendolo si pu˛ intuire anche la grande influenza che ha avuto questo autore su un grandissimo come Philip Roth.

    Ho giÓ acquistato L'uomo di Kiev. Da notare che Malamud ha vinto due volte il National Book Award ed il Premio Pulitzer. Se avete voglia e tempo vi consiglio assolutamente di iniziare con Il commesso

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Odradek
    Data Registrazione
    Jan 2016
    LocalitÓ
    Roma
    Messaggi
    763

    Re: Bernard Malamud

    L'altro giorno avevo scritto questo su Il commesso, anche io lo consiglio:
    Citazione Originariamente Scritto da Odradek Visualizza Messaggio
    Ho finito di leggere Il commesso in inglese proprio poco tempo fa, veramente bello. Il grigiore della mediocritÓ, l'abbrutimento del lavoro in negozio (non si sfugge alla macchina) e soprattutto l'unicitÓ dell'essere ebrei, quasi pi¨ una condizione psico-fisica, una sorta di propensione alla sofferenza, che una religione: "Suffering, he thought, is like a piece of goods. I bet the Jews could make a suit of clothes out of it.". Dovessi accostarlo a un altro romanzo direi I Malavoglia di Verga (con le dovute proporzioni).
    Se vi piacciono autori come Philip Roth o Saul Bellow, Malamud va letto assolutamente, Ŕ un po' il capostipite della letteratura ebraico-americana insieme a Henry Roth (l'autore di Chiamalo sonno) e Delmore Schwartz (un paio di anni fa Ŕ uscita l'antologia Nei sogni cominciano le responsabilitÓ, ve la consiglio).

    A tal proposito, per chi Ŕ in vena di spese, nel 2014 e nel 2015 sono usciti i due Meridiani con tutti i romanzi e i racconti di Malamud, alcuni con una nuova traduzione: http://ilmanifesto.info/i-simboli-un...rnard-malamud/

  3. #3
    Senior Member L'avatar di david
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    866

    Re: Bernard Malamud

    E ho visto che c'Ŕ anche l'edizione Meridiani. Molto molto bella. Intanto IBS mi ha spedito L'uomo di Kiev

  4. #4
    Kallor
    Guest

    Re: Bernard Malamud

    Interessante

  5. #5
    Cylon Spietato L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    Jan 2016
    LocalitÓ
    Roma
    Messaggi
    450

    Re: Bernard Malamud

    segno, #graziedavid
    sava73 ultimamente ha giocato a:

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su