Convivenza forzata Convivenza forzata

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 22

Discussione: Convivenza forzata

  1. #1
    Junior Member L'avatar di Giupulin_Bors88
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    VDA
    Messaggi
    15

    Convivenza forzata

    Ciao a tutti,
    volevo condividere con qualcuno le mie disavventure, e quale posto migliore per farlo se non sull'internet
    Mi spiego meglio.
    Sto con una ragazza da 8 mesi, e tutto va da dio. Quest'ultima condizione è probabilmente dovuta al fatto che io, per motivi lavorativi, ho dovuto spostarmi in un'altra regione dopo solamente due settimane dal primo incontro; quindi, per farla breve, mi prendo tutto il meglio della relazione, glissando con grande maestria i problemi derivanti dal condividere un nido d'amore Ci si vede solitamente nel Weekend + vacanze varie, e a volte anche in settimana se c'è la possibilità.
    Diciamo che l'idea della convivenza non mi ha mai molto convinto, quindi la situazione a me va di lusso per adesso
    Prima di proseguire faccio una piccola precisazione: non ho cambiato azienda, ma ho dovuto spostarmi per far "partire" una nuova filiale da zero.
    Prima delle vacanze (circa tre settimane fa), mi chiama il boss dicendomi che un mio collega si era dimesso, e quindi la situazione con i clienti nella mia ex filiale sarebbe stata critica; la soluzione era farmi tornare per dare una mano a smaltire il lavoro...
    Panico.

    Cosa faccio?


    1. Prendo una casa in affitto, con probabile botte da parte della mia ragazza, e con una buona probabilità di buttare tutto nel cesso
    2. Vado a vivere con lei (naturalmente lei mi ha già detto che non ci sono problemi, anzi ne è entusiasta), con una buona probabilità di buttare tutto nel cesso lo stesso
    3. Prendo un casa in affitto per posare tutte le mie cose che sono molte e non voglio occupare i suoi spazi , così saltello da un appartamento ad un altro, rischiando di buttare tutto nel cesso


    Grossi dubbi. Fortunatamente ho qualche settimana per organizzarmi.
    Va beh mi sono sfogato.
    Grazie per l'ascolto.

  2. #2
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.131

    Re: Convivenza forzata

    Guarda, ho presente la situazione distanzamaneanchetroppa perchè, complice anche studi o lavori flessibili, pur abitando ad una discreta distanza (si parla di aereo Francia-Italia) ho avuto una tipa con cui riuscivamo a passare insieme almeno una decina di giorni assieme ogni mese, tra me che andavo da lei e lei che veniva da me.

    La cosa è andata avanti per un anno e mezzo - e, come dici tu a parte qualche momento di mala ma risolto facilmente, è un po' il meglio della relazione schivando le beghe della quotidianità - poi è capitata l'occasione di potersi trasferire entrambi in un posto solo, abbiamo preso casa assieme, e mi ha mollato dopo sei mesi perchè ero troppo triste

    In definitiva, nel tuo caso ma anche in generale, il buon senso proporrebbe che ognuno abbia i suoi spazi per continuare ad esplorare la relazione, tenendo case separate non perchè non la concupisci con tutto te stesso o perchè non pensi alla sua figaccia bagnata ogni giorno prima di addormentarti, ma perchè avere la possibilità di mantenere i propri spazi è sempre una cosa buona.

    Quindi io dico opzione 3 (che poi è la stessa della 1).
    Poi, se tutto fila liscio e vi rendete conto dopo qualche mese/un annetto che tu sei sempre a casa sua o lei è sempre a casa tua, a schiacciarvi ignudi contro ogni parete, deciderete di conseguenza se è il caso che vi pigliate un posto solo dove vivere.
    Ma poter dire "Oggi sono stanco/a, mi va di tornare a casa mia a farmi i cazzi miei senza necessariamente averti intorno e dover avere a che fare anche con i tuoi problemi" è una gran cosa, specie in un momento di definizione degli equilibri in un rapporto, e se lei non lo capisce e ti attacca una pippa tipo "SE NON VIENI A VIVERE CON ME VUOL DIRE CHE NON MI AMI" vuol dire che è una testa di cazzo e prima scappi lontano e meglio è.

    Per il resto benvenuto, e lascio agli altri utenti più anziani il compito di umiliarti ricoprendoti di insulti e di meme specifici della sezione
    Ultima modifica di Azad; 02-09-21 alle 01:08

  3. #3

    Re: Convivenza forzata

    da come la poni direi che la 3 é l'unica risposta sensata, e lo sai benissimo

  4. #4
    Malmostoso L'avatar di Necronomicon
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    27.425

    Re: Convivenza forzata

    Se ti rompe le balle convivere forse non sei tanto interessato dalla relazione.
    A questo punto tanto vale la seconda opzione, almeno se va tutto a puttane va a puttane subito, senza star lì mesi o anni a fare tira e molla

  5. #5
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.326

    Re: Convivenza forzata

    Innanzitutto benveniubbo

    C'è poco da insultarti e/o umiliarti perchè la situazione sembra andare "bene" e non vedo margini per particolari laghi di sangue.

    Anche per me l'opzione 3 è la migliore, eviterei assolutamente come la morte di andare ad accasarti da lei.

    Ora però non scappare nel nulla e, mi raccomando, tienici aggiornati

    Prima.
    Dopo.
    Soprattutto durante.

  6. #6
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.131

    Re: Convivenza forzata

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    Se ti rompe le balle convivere forse non sei tanto interessato dalla relazione.
    A questo punto tanto vale la seconda opzione, almeno se va tutto a puttane va a puttane subito, senza star lì mesi o anni a fare tira e molla
    Scusa Necro ma questa è una puttanata senza paragoni
    Anche perchè 8 mesi di relazione a distanza sono NIENTE per farsi un'idea chiara su quanto una eventuale convivenza possa funzionare o meno.

    Poi, se dopo mesi (o anni) che stanno insieme e vivono nella stessa città, lui si ostina a rimanere attaccato con le unghie e con i denti al suo posto letto altrove anche se fanno vita praticamente assieme, perchè sennò si sente emasculato e non più un fiko, in caso quello è un altro tipo di problema e si vede più avanti.

  7. #7
    Malmostoso L'avatar di Necronomicon
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    27.425

    Re: Convivenza forzata

    Se non funziona dopo 8 mesi non funziona nemmeno dopo anni, quale sarebbe il tuo punto?
    Fino a quando non convivi non puoi sapere se una eventuale convivenza possa funzionare o meno.
    Capisco sia più comodo avere una vagina calda cui rivolgersi senza voler verificare se sia possibile costruire qualcosa di più, ma dal nick immagino sia dell'88, quindi quest'anno farà 33 anni, francamente mi pare assurdo dopo i 30 temere che una storia possa finire perché non si sta bene a vivere insieme e si preferisca non mettersi alla prova.
    Perché se non si sta bene a vivere insieme, prima o poi finisce comunque, che stia durando da un anno o da dieci questa relazione.

    Se gli rompeva convivere, avrebbe dovuto evitare di proporle l'opzione, perché ciò emerge dal messaggio che apre il topic quando dice "naturalmente lei mi ha già detto che non ci sono problemi, anzi ne è entusiasta". Buttare il sasso e poi ritirare la mano non penso farà bene alla relazione

  8. #8
    Junior Member L'avatar di Giupulin_Bors88
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    VDA
    Messaggi
    15

    Re: Convivenza forzata

    OK facciamo un pò di ordine e cerchiamo di sviscerare ancora di più i miei dubbi...

    Innanzitutto grazie per le numerose risposte, sono già stato utente di questo forum (tra il 2000 e il 2010 se non erro ) ma in questa sezione facevo parte della maggioranza silenziosa


    Come avete intuito, l'età è quella giusta per accasarsi, ma come già spiegato, vorrei andarci piano almeno per il momento.

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    Se gli rompeva convivere, avrebbe dovuto evitare di proporle l'opzione, perché ciò emerge dal messaggio che apre il topic quando dice "naturalmente lei mi ha già detto che non ci sono problemi, anzi ne è entusiasta". Buttare il sasso e poi ritirare la mano non penso farà bene alla relazione
    No mi sono spiegato male, una volta saputa la notizia lei si è subita offerta di ospitarmi senza nessun problema. E' proprio questo il punto, altrimenti non sarei in dubbio tra le varie opzioni che ho scritto.

    Citazione Originariamente Scritto da Azad Visualizza Messaggio
    Anche perchè 8 mesi di relazione a distanza sono NIENTE per farsi un'idea chiara su quanto una eventuale convivenza possa funzionare o meno.
    This.
    Ritengo che una relazione di 8 mesi sia da considerarsi come un inizio di cosa seria. Considerate che è stata vissuta anche a distanza...

    Citazione Originariamente Scritto da Don Luca Visualizza Messaggio
    Anche per me l'opzione 3 è la migliore, eviterei assolutamente come la morte di andare ad accasarti da lei.
    Citazione Originariamente Scritto da The Great Guerra Visualizza Messaggio
    da come la poni direi che la 3 é l'unica risposta sensata, e lo sai benissimo
    Citazione Originariamente Scritto da Azad Visualizza Messaggio
    Quindi io dico opzione 3 (che poi è la stessa della 1).
    Anche secondo me l'opzione 3 è la migliore, e quasi sicuramente quella che farò.

    Quello che volevo cercare di prevedere è la reazione che avrà quando gli svelerò i miei piani, visto l'entusiasmo che ha dimostrato nel propormi la possibilità di vivere da lei
    Boh su queste cose è come se non riuscissi a maturare come per il resto, mi sento ancora giovine
    Ultima modifica di Giupulin_Bors88; 02-09-21 alle 15:01

  9. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.131

    Re: Convivenza forzata

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    Se non funziona dopo 8 mesi non funziona nemmeno dopo anni, quale sarebbe il tuo punto?
    Che l'equivalenza "Se non stai smaniando di andare a convivere ALLORA non ti frega un cazzo della relazione" non esiste al mondo.
    Ci sono mille e un motivo per cui una persona può non volersi infilare in casa di un'altra a cuor leggero, tantopiù se questi due non hanno mai vissuto una relazione "sul campo" ma solo attraverso il bignamino della distanza, in cui ogni momento è speciale e i momenti di coesistenza (da me, da te, in vacanza) hanno una scadenza precisa.
    Si tratta semplicemente di buon senso e di capire che a questo stadio di una relazione - sì, anche a 33 anni, 'sticazzi - la gente si sta ancora prendendo le misure e tirare 'sta accellerata alla cieca, potenzialmente contro un muro, non è una grande idea.

    "SE NON VIENI A VIVERE DA ME VUOL DIRE CHE NON MI AMI" si può in caso immaginare detto da parte di lei, e sarebbe un campanello di allarme fortissimo, ma non dall'anonimo consesso di consiglieri super-partes dell'internet

    Citazione Originariamente Scritto da Necronomicon Visualizza Messaggio
    Anche secondo me l'opzione 3 è la migliore, e quasi sicuramente quella che farò.

    Quello che volevo cercare di prevedere è la reazione che avrà quando gli svelerò i miei piani, visto l'entusiasmo che ha dimostrato nel propormi la possibilità di vivere da lei
    Boh su queste cose è come se non riuscissi a maturare come per il resto, mi sento ancora giovine
    La reazione di lei chi lo sa, visto che non abbiamo idea di chi sia
    Dille le cose come stanno (che secondo te andare a vivere assieme è prematuro, prendiamoci le giuste misure e vedremo nei prossimi -vedi un po' tu delle tempistiche che ritieni sensate- ) e bon. Se smatta e litigate e vi lasciate, vuol dire che era meglio così
    Basta che il motivo per cui le dici no non sia che vuoi essere per sempre un pischelletto che non vuole lasciare il suo bilocale unto tappezzato di calzini sporchi e con la PS5 sempre accesa, ecco
    Ultima modifica di Azad; 02-09-21 alle 16:37

  10. #10
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.326

    Re: Convivenza forzata

    ...e nel dubbio ricordati sempre di consultare l'oracolo

    scrivo a un'italiana una russa e una francese
    la sensazione delle notti tarde
    non è così assurdo

    – Absint, 2 settembre 2021


    Si, a volte è un po' criptico, ma mi piace pensare che lasci spazio alla libera interpretazione dell'individuo

  11. #11

    Re: Convivenza forzata

    La storia di andare subito a convivere per vedere come va, che se tanto va male vuol dire che non doveva andare avanti, é una roba molto meh.La pensavo anche io cosi ma la realtá é che dipende dalla vita delle due persone in quel momento, se é stabile, tranquilla, ci si puó anche pensare, se uno dei due é in mezzo a vicessitudini varie (lavorative o whatever) stare sempre assieme puó portare a punti di attrito che magari aspettando che le vite si sedimentino un minimo, non uscirebbero fuori.
    Poi oltre a quello, in generale direi che per conoscere a fondo una persona e capire come ci si sta assieme, l'uscirci in maniera abbastanza assidua per un bel po' di mesi é il minimo prima di decidere di stare assieme costantemente in convivenza, soprattuto ora tra l'altro in cui magari molti fanno smart working. Stare assieme all'inizio, ma senza viversi costantemente, aiuta molto piu facilmente ad adattare/accettare/smussare spigoli propri e del partner senza che questi diventino facilmente e rapidamente troppo fastidiosi per colpa del fatto che te li vivi quotidianamente. E penso aiuti anche piano piano entrambi a trovare il modo di modificare le proprie abitudini. Per me quindi il punto 3 é quello corretto, magari anche solo per 6 mesi, ma tuffarsi a bomba in una convivenza mmh.

  12. #12
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.326

    Re: Convivenza forzata

    La verità è che dipende da caso a caso.

    Ci sono magari due partner che vanno d'amore e d'accordo per anni, poi vanno a convivere e dopo una settimana volano i piatti.

    In linea generale sono allineato pure io col pensiero di TGG, ma non è sempre così. Diciamo che sono delle buone linee guida, di certo tuffarsi a bomba e mettersi dentro casa una conosciuta la settimana prima non è proprio il massimo.
    D'altro canto, alcune dinamiche vengono fuori solo convivendo sotto lo stesso tetto, aspetti della personalità che magari in 10 anni non sono mai venuti fuori.

    Una cosa con la quale non sono d'accordo completamente con TGG invece è che è condizione necessaria (ma non indispensabile) per una felice convivenza che entrambi i partner abbiano già raggiunto un loro equilibrio e non stiano passando un periodo di merda.
    Ho visto coppie dove uno dei due stava a pezzi rinascere grazie alla convivenza, perchè l'altro partner è stato bravo a tirare su il proprio compagno/a e a farlo uscire da una situazione difficile che magari, stando separati, non sarebbe riuscito a trovare la forza di volontà e la "spinta" necessaria per uscirne.

    Come dicevo... fare generalizzazioni in ambito convivenza è molto difficile, ma nel tuo caso continuo a pensare che l'opzione 3 sia la più "safe".

  13. #13

    Re: Convivenza forzata

    Ovvio che generalizzare non ha senso, ci mancherebbe che voglia generalizzare e dire che quella é la veritá assoluta

  14. #14
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.131

    Re: Convivenza forzata

    Ah, ovvio che poi dipende dalla situazione.

    Ho visto gente che è andata a convicere ed è felice...
    Gente che è andata a convivere ed è esplosa...
    Gente che non ha mai NON convissuto perchè convivevano prima ancora di stare insieme, ed è felice...
    Gente che conviveva e hanno deciso di non convivere più per tentare di salvare la relazione, ed è esplosa...

    Quello su cui ci trovavo da ridire è l'affermazione assoluta che se hai dubbi sull'andare a convivere allora non ti frega un cazzo della relazione

  15. #15
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.326

    Re: Convivenza forzata

    L'altra decisione discutibile è quella di continuare a rimandare il momento della convivenza illudendosi che si potrà continuare la relazione tenendosi a distanza ognuno a casa sua.

    E' una situazione che nessuna donna accetterebbe mai, a meno di casi estremi dove c'è una relazione aperta, ma pure qui... boh, non lo so.

    Ad ogni modo la situazione dell'OP è abbastanza chiara, come anche i passi da intraprendere.

  16. #16
    Senior Member L'avatar di Karas
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.350

    Re: Convivenza forzata

    Se lei è entusiasta e tu non proprio significa che per te è fin troppo presto per lo step successivo e per lei i tempi sono maturi. Uno di voi viaggia con italo e l'altro con l'interregionale.

    Butterai nel cesso tutto?

  17. #17
    Junior Member L'avatar di Giupulin_Bors88
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    VDA
    Messaggi
    15

    Re: Convivenza forzata

    Secondo me la questione età è del tutto estranea al problema.

    Per quale motivo un 33 enne dovrebbe avere più fretta nell'andare a convivere rispetto ad un ventenne?
    Per quel che mi riguarda, alla mia veneranda età, so quello che voglio, e proprio per questo motivo mi prendo tutto il tempo che mi serve per valutare tutte le varie possibilità, soprattutto in decisioni delicate come queste.

    Citazione Originariamente Scritto da Karas Visualizza Messaggio
    Se lei è entusiasta e tu non proprio significa che per te è fin troppo presto per lo step successivo e per lei i tempi sono maturi. Uno di voi viaggia con italo e l'altro con l'interregionale.

    Butterai nel cesso tutto?
    Se mi parli in termini di entusiasmo riguardo la relazione, non è vero. Il mio entusiasmo scema quando si parla di convivenza, non quando si parla della relazione che stiamo avendo.
    Quest'ultima sta andando bene, entrambi la stiamo prendendo seriamente, ma probabilmente lei sta andando leggermente più veloce di me in certi aspetti. Spero che sia abbastanza intelligente da non travisare la scelta che farò ( che penso abbiate intuito tutti )

  18. #18
    Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    3.058

    Re: Convivenza forzata

    La scelta 3 è la piu' logica per un uomo, bisogna vedere come la vede lei...
    Io punterei sul fatto di avere orari pesanti al lavoro e vedrei un pò!
    La convivenza quando si è ancora all'inizio può essere piu' semplice perchè si è entrambi piu' accondiscendenti, valuta tu.

  19. #19
    Addestratore di dodo L'avatar di bado
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.733

    Re: Convivenza forzata

    Dille che preferisci avere una tua casa in affitto perchè così, quando non vi vedete, puoi invitare a casa l'altra tua fidanzata, quella con cui stai insieme da 5 anni e di cui non le hai mai parlato.

    Lei impazzirà.
    Urlerà.
    Spaccherà tutto.
    Forse cercherà di colpirti al volto con il coltello da cucina con cui solitamente ti prepara quella buonissima tartare di manzo.

    A quel punto tu la disarmerai con delicatezza, le cingerai i fianchi con un braccio, con l'altra mano le scosterai dalla faccia la ciocca di capelli resi sudaticci dallo shock emotivo e le dirai:
    "Scherzavo baby.
    La verità è solo che ho paura di ubriacarmi di te, potendo averti sempre al mio fianco.
    Ho bisogno di assaporarti lentamente, senza che l'ebbrezza abbia il sopravvento, abituandomi progressivamente a convivere prima con la fortuna di averti conosciuta e poi, finalmente, con te.
    Baciami stupida".

    Poi la scopi forte e te ne torni a casa (a giocare con la playstation, in mutande, sorseggiando birra ghiacciata e appoggiando i piedi sul tavolino ikea).

  20. #20
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.326

    Re: Convivenza forzata

    Bado

    Nel tuo piano perfetto però trascuri un dettaglio non da poco: probabilmente dopo aver impugnato il coltello e averlo brandito con grande maestria, il nostro eroe non avrà più le mani necessarie a svolgere le azioni successive.

    Probabilmente non avrà neanche gli arti.

    Sicuramente neanche il pene.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su