Fail dal passato - la mini raccolta di saichi Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

Risultati da 1 a 16 di 16

Discussione: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

  1. #1
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Buongiorno,

    data la sezione un po' in putrefazione ho deciso di buttarci dentro qualche fail degli anni passati, qualcuno più adolescenziale, qualcuno più recente ma non troppo. Anni fa, circa 10, conobbi il forum e raccontai qualche storia ma tra le tante storie ed il monopolio di giammotto saranno sicuramente poco ricordate. Ecco, queste sono altre vicende ancora. Con più dramah.

    Un primo bacio dimenticabile
    Correvano gli spensierati della scuola, io andavo per il 17 anni, lei 15. Ci si conosce sui social in maniera patetica ma sembrava si andasse d'accordo.
    Lei mora, occhi azzurri che trapanavano l'anima dello spettatore e dall'aspetto decisamente più maturo della sua età, tanté che comprava le sigarette ai tabacchini con una semplicità disarmante (poi ho realizzato che possibilmente i tabaccai se ne sbattessero le palle che fosse chiaramente minorenne).
    Si decide di uscire insieme una prima volta, arrivo decisamente in anticipo, in cuffia "Brave" dei Katatonia. Lei arriva con un pizzico di ritardo che ignoro tranquillamente. Bellissima.
    Iniziamo a fare un giro insieme nel quale mi scopro più fiducioso in me del previsto. Passando per strada ad un certo punto mi fa "cavolo quello era un mio ex, chissà che starà pensando" ed io, molto tranquillamente, le rispondo "e quindi? chi se ne fotte!". Sembrava stupita dalla risposta.
    Il sabato finisce e non si combina nulla. Si torna a casa fiduciosi nel prossimo appuntamento.
    Si prende un impegno per il sabato successivo ma qui il disastro: problemi di linea internet a casa ed il cellulare che mi stava dando problemi. Nei giorni appena precedenti non riusciamo a sentirci ma il sabato mattina a scuola chiedo al mio compagno di banco, fedele compagno di mille sventure scolastiche, di farmi loggare su FB col suo smartphone (io avevo ancora un telefono a cassetto) e le scrivo su fb chiedendole poi com'è finita, se ci saremmo visti quel pomeriggio. Non risponde in orario scolastico, torno a casa senza social e col telefono che mi dava problemi.
    Provo a chiamarla ma non mi risponde.
    Sconfitto, prendo appuntamento con un amico. A casa sua loggo sul magggico FB, e noto che aveva risposto, "alle 17 posto x? mi confermi?". CAZZO. Non so che fare, ormai ero dal mio bro ma lei era munita di vagina quindi nella mia testa un implosione. Il mio carissimo amico (lo è tuttora) mi guarda negli occhi "Vacci. È quello che farei anch'io." Mi scuso, lo saluto e mi fiondo al luogo x dopo aver risposto al di lei messaggio.
    Lei arriva, mi sento pieno di gioia, usciamo e appena prima di salutarci mi bacia. Mi bacia lei. Mi sento una pasqua (che era passata da poco tra l'altro). Mentre torno a casa chiamo l'amico di prima, gli racconto tutto, mi perdo nelle strade della mia città mentre parlo al telefono, autostima a mille e gaudio immenso.
    Nei due giorni successivi, per i problemi già citati, non riusciamo a sentirci. Il terzo giorno mi chiama lei, chiedendomi di vederci. Mi sento pieno di me, mi sento potente. Prima di andare mi godo "The unknown guest" dei Cynic, canzone che mi dona spensieratezza.
    Ci si vede, non mi bacia, mi schiva quasi e ci si saluta con un bacio seppur vicino alle labbra molto lontano da ciò che volevo
    Inizia a parlare, lei non è sicura, quando ci siamo baciati non ha sentito certe cose, poi è convinta che alla nostra età sia meglio una relazione aperta ma anche se fosse non è sicura manco di quello... insomma, mi bacia ed in 3 giorni mi piscia pure
    Non ho mai capito bene quel suo comportamento, ma in quel periodo io ero troppo preso, nonostante tutto continuiamo a sentirci e vederci però mi accorgo che ci sia qualcosa che non va. Mi stavo trasformando nel suo zerbino. Ma io ero fiducioso, standomi vicina si sarebbe accorta del fatto che sono un ragazzo migliore di quelli che già aveva conosciuto e si sarebbe innamorata di me.
    Passa qualche mese in cui sono nel limbo (ma solo nella mia testa, lei aveva già deciso) e decido di dover prendere in mano la situazione, avrei provato io a baciarla. Problema: se nel primo periodo ero me stesso ma un po' meglio, adesso ero una versione di me non solo pessima ma pure zerbina. Ottimo.
    Usciamo, la salvo da un calabrone gigante con un coraggio pazzesco (solitamente ero il primo a scappare ma vedi che ti fa fare la figa...).
    Mentre parliamo dice una frase che mi convince ancor di più ad agire "mi piacerebbe avere un ragazzo come te". È deciso, è il giorno giusto.
    Qualche minuto prima di salutarci provo a baciarla però mi evita. Prova a parlare, a dirmi qualcosa, ma non sento nulla nel baccano del mio cuore che si sfracella. Sono tristissimo, inizia a scendere qualche lacrimuccia, mi abbraccia per consolarmi ed il disagiò più totale: durello potente mentre sono in lacrime. E credo l'abbia sentito.
    Ci salutiamo, mi trovo in un punto più alto della città, torno a casa correndo tra le lacrime, saltando intere rampe di scale, sperando che il vento le asciughi presto. Iniziò così la mia estate.

    Mesi dopo, a scuola, un nuovo compagno di classe (bocciato l'anno precedente) mi chiede se la conosco. Parliamo un istante. Aveva avuto la stessa identica esperienza.
    Anni dopo in palestra incontro una vecchia conoscenza, iniziamo a parlare. Scopro che sta male perché è stato paccato da una ragazza, era lei! Vengo a scoprire che nel periodo in cui usciva con me avevo praticamente sabotato i suoi piani (lui ci aveva provato ma lei si era dichiarata già mezza impegnata) ma praticamente l'avevo salvato, uscendoci solo anni dopo l'ha ritrovata più matura ed almeno ci ha chiavato.

    Ad oggi, tramite altri conoscenti, è venuto fuori che è pure il tipo di persona che tira bestemmioni allucinanti mentre scopa.

    Il suo comportamento non l'ho capito mai.


    Quella volta che ho quasi penetrato
    Io 20 anni, lei 19. Ci conosciamo perché ero uscito con due amici, in un momento particolarmente allegro uno dei due fa un videomessaggio mentre si stava divertendo con noi e lo manda al gruppo di ragazzi con cui suona. Lei ci trova simpatici e dice di invitarla la prossima volta che saremmo usciti.
    Detto fatto.
    Ci si conosce ed iniziamo a parlare, ci organizziamo per vederci nella sua zona, abbastanza lontana da dove abitassi io. Vado col bus, ma sbaglio fermata e scendo in un punto che non riconosco, pensavo di essere vicino ma non vedo punti di riferimenti, il telefono mi si era scaricato e non avevo come chiamarla per chiederle da che parte andare inoltre essendo una strada statale di collegamento tra i posti della provincia non c'era nessun altro individuo a piedi. Provo a fermare qualche auto ma non mi caga nessuno. Sperando di non essere sceso dopo la fermata corretta inizio a correre nella direzione presa dal bus dopo che sono sceso, ad occhio e croce ero almeno 15 minuti in ritardo.
    Mi sfianco, rimango senza fiato disperso nel nulla. Cammino ancora fino a quando non vedo un punto che avevo visto su maps per informarmi sulla zona, ero quasi arrivato. Lei non c'è, non ho idea del ritardo accumulato e non trovo nessuno sul posto. Passa qualche minuto ed arriva, mi trova in condizioni pietose, andiamo a cenare sulla spiaggia con una pizza comprata prima.
    Si parla, si parla e ci si infatua, ci si tiene per mano qualche minuto mentre si guardano le stelle.
    L'appuntamento si chiude con questa piccola parentesi romantica.

    Parentesi su un'amica. La domenica successiva, studiando da un'amica che comunque mi piaceva, le racconto di essermi quasi innamorato e quando mi abbraccia, in un lunghissimo e prolungato abbraccio, provo anche a farle scivolare la mano sul culo. Più volte. Ma evita sempre spostando la mano.

    Secondo appuntamento, ci si vede, routine identica alla prima volta, ma ci si bacia. Partono i limoni durissimi e chi cazzo se ne vuole più tornare a casa.
    Terzo appuntamento, in spiaggia da soli, le allungo la mano nelle mutande. Mi dice che forse non è il caso. "E lo sapevo io che qualcosa non andava, ha il cazzo!" mi continuo a ripetere in testa. Invece no, aveva solo il ciclo, ma la mano l'ho infilata lo stesso.
    A fine appuntamento decidiamo di stare insieme però mi parla di un suo ex col quale è rimasta amica che spesso le fa la corte tutt'ora. Qualcosa non quadra nella mia testa ma in quel momento non ci penso molto.

    Lei suonava in una band in cui c'erano:
    - un suo ex (che chiameremo Ecs) che aveva la sua stessa età
    - uno a cui ha fatto un pompino (che chiameremo P.) più piccolo di lei di uno o due anni

    Con Ecs aveva fatto per un annetto tira e molla, ma non c'era mai stato un risvolto fisico per lui.
    P a lei piaceva un botto ed ha vinto un pompino, ma lui non ci voleva proprio stare con lei. Nel dubbio, per non farmi ingelosire, mi aveva detto di avergli dato il culo, oltre al pompino. Così, per dire. Voleva fingere di avere esperienza (ma poi perché? alla fine neanche io ne avevo).

    Altro appuntamento in spiaggia, pompino infinito (non vengo) con lei che si fa tanti trip e che si stupisce della durata (in realtà era solo scarsa) facendo paragoni con la ben più veloce venuta di P. a suo tempo, informazione senza la quale avrei comunque vissuto molto bene. Passiamo tutta la serata dandoci più o meno dentro, senza chiavare.

    Per lei faccio le ore piccole e per una settimana ho dormito in media 3-4 ore, ritrovandomi distrutto.

    Accade che, nel tempo, mi parla spesso di Ecs e dei suoi continui tentativi, anche mentre lei sta con me (e lui lo sapeva). Sta cosa inizia a farmi uscire pazzo, non capisco perché continui a dargli corda se (almeno come dice lei) non si trova bene ad averlo appresso.
    Un giorno, mentre eravamo in giro, mi parla di P con un sorriso ed una lucentezza negli occhi che mi lascia particolarmente perplesso. Sento come se a lei piacesse lui in realtà, anche adesso.
    Nel frattempo inizia ad allontanarmi dalle amicizie femminili delle quali è estremamente gelosa ed inizialmente cedo anche perché, spero, faccia lo stesso anche lei con quelle personalità poco affidabili che si trova attorno. Ma invece no, ero solo io quello che doveva allontanarsi, lei poteva fare il cazzo che voleva

    Finalmente una sera c'è l'occasione giusta per provare a scopare, preso dall'agitazione e dal fatto che sarebbe la mia prima volta non riesco a controllarmi, durata ridicola e mentre lei si sente confusa dal fatto che abbia finito ancor prima di cominciare, vengo nuovamente. A caso.

    Nei giorni successivi lei si sente confusa e mi caga pochissimo. Nel frattempo, scoprirò dopo, aveva raccontato a mezzo mondo di questa sventurata vicenda. Non aveva tempo per sentirsi con me ma per raccontare il misfatto a tutti il tempo lo trovava.

    Sì continua a stare insieme dopo qualche titubanza. Nel frattempo esce con un suo amico un pomeriggio, senza dirmi niente, perché aveva paura mi sarei ingelosito. Sarebbe poi partito per studiare fuori quindi voleva salutarlo.
    Nel tempo mi presenta alla sua famiglia e spesso mi invita a casa sua però siccome c'è sempre qualcuno non si riesce mai ad andare oltre qualche ditalino, se io le facevo raggiungere qualche orgasmo io potevo raggiungerlo soltanto nella solitudine più totale.
    Però mi facevo andare bene la cosa.
    Settimane dopo si iscrive in palestra ed inizia a parlare spesso di quanto sia figo e muscoloso l'istruttore (anch'io non ero male al tempo, 110kg in panca piana e 150 di squat), seppur l'avessi invitata nella mia stessa palestra che costava meno della metà di quella altolocata dove si era iscritta, preferiva andare la perché "la c'è un ambiente migliore". Poi si lamentava dei soldi però...
    Passa del tempo, sembra stranita dall'istruttore che sembra fare il don giovanni con tutte e mi racconta. Qualche giorno dopo il suo allenamento dura particolarmente tanto, circa un'ora e mezza più del solito. Mi dice che aveva perso tempo perché si era messa a parlare con l'istruttore.
    Okay.
    Il livello di gelosia impazza anche perché Ecs torna con una certa cadenza a contattarla e provarci, con lei che inizia pure a nascondermelo. In quei mesi aveva frequentato molto poco la band per lo studio universitario, droppato tempo 6 mesi con tanto di rinuncia agli studi.

    Passa l'estate. Si litiga ma si prova a sistemare tutto. Cosa c'è di meglio di una chiavata? Spiaggia, autunno, freddo... io comunque sono convinto. Lei no, che dopo avermi fatto entrare a metà si alza e non è convita. Dico che posso capire, blablabla e ci si saluta che onestamente almeno 5 ore di sonno volevo provarle a fare.

    Nei mesi si ripetono gli inviti da lei, i ditalini, i suoi orgasmi, ma mai che si faccia qualcosa anche per me.

    Una sera usciamo con la macchina dei suoi e, durante un'altra mia scenata di gelosia dovuta ad Ecs che continua imperterrito a provarcilei si incazza e mi rinfaccia il fatto che io non possieda un autoveicolo (al tempo lavoravo per pochissimi euro perché era una situazione veramente brutta economicamente). Non ci feci troppo caso ma era già un campanellino d'allarme.
    Nei giorni successivi, a casa sua, rifiuta anche il solito ditalino, dice sempre che è stanca e non le va.
    Aveva ripreso a frequentare la band da 2 settimane.
    Mi allontana, dice che la psicologa le ha consigliato un periodo di pausa, e va bene, vediamoci di meno. Il giorno dopo mi chiede di non scriverle per qualche giorno perché altrimenti la pausa non vale. Silenzio radio per oltre una settimana. La contatto, le chiedo come sta, che capisco stia male ecc... "in realtà sto benissimo", risponde lei
    Parliamo un pochetto però mi caga poco, aveva pure tolto le nostre foto dai social. Le chiedo che succede ma dice che fa parte sempre dei consigli "pissicologici". Mentre mi alleno in palestra mi chiama un amico che ho iniziato a conoscere mentre frequentavo lei e che adesso è uno degli amici più importanti che mi ritrovo. Mi fa una veloce analisi. "Senti, recentemente ha ripreso a frequentare la band, probabilmente si bomba uno di loro".
    Torno a casa mollando a metà l'allenamento e la chiamo. Devo capire. Devo sapere. Aveva ragione il mio amico, lei si era nuovamente innamorata di P. e, per quanto ne so, potrebbe pure essere il momento della storia in cui cambia nome in P2.

    Sono distrutto.
    Qualche volta mi contatta per chiedermi come sto, discorsi del cazzo, stronzate. Non saprò mai la verità ma poi ri-inizia a contattarmi più spesso. P. non la caga più nuovamente. Ci si vede di nuovo, ditalino in macchina, provo ad andare avanti ma mi ferma anche stavolta. Smettiamo di sentirci qualche tempo dopo, quando nell'arco di 2 settimane mi ha parlato di almeno 4 nuovi tizi per i quali aveva perso la testa.

  2. #2
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.415

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    lettotutto, voto: 12/10

    Ho anche io un paio di fail che penso di non aver mai raccontato qua dentro, penso che uno di questi giorni mi ci metto così vi fate 4 risate e scoprite come ho rischiato la vita (inutilmente) per via del padre di una che voleva gambizzarmi.

  3. #3
    Senior Member L'avatar di alezago88
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Pomezia (RM)
    Messaggi
    2.182
    Gamer IDs

    Steam ID: alezago88

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    ma oggi quanti anni hai? giusto per contestualizzare questi racconti

  4. #4
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Citazione Originariamente Scritto da alezago88 Visualizza Messaggio
    ma oggi quanti anni hai? giusto per contestualizzare questi racconti
    Adesso sono un freschissimo 25enne.

    DonLu, addirittura 12/10! Mi fai arrossire

    Comunque non mi ero accorto di aver scritto così tanto

  5. #5
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.415

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Diciamo che le storie più interessanti sono quelle dove poi torni a parlare anni dopo con queste persone e ti "svelano" i retroscena che ti aiutano a capire meglio cosa fosse successo.

    La prima era abbastanza intrigante, perchè man mano che leggevo pensavo a diverse teorie tipo "ha parlato con le amiche, ha fatto vedere loro la tua foto ed è stata perculata da tutte e così ha deciso di scaricarti" (btw, storia reale che mi è successa), poi il classico "lei è diversa, lei è speciale, lei ha un altro" e alla fine invece era semplicemente la classica profumaia.

  6. #6
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Citazione Originariamente Scritto da Don Luca Visualizza Messaggio
    "ha parlato con le amiche, ha fatto vedere loro la tua foto ed è stata perculata da tutte e così ha deciso di scaricarti"
    Minchia che dolore questa
    Anche se nel periodo scolastico fino ai 16anni ero ugualissimo ad Harry Potter o Nobita di doraemon se preferite, quindi non è una possibilità da scartare neanche quella (quando frequentavo con la prima avevo cambiato look da poco e le foto su FB erano vecchiotte).

    Aspetto le tue avventure inedite, contento di averti intrattenuto ed intrigato

  7. #7
    Senior Member L'avatar di Pinhead81
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.522

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Bellissimi i racconti u made my day bruh, we're all gonna make it bruh.

  8. #8
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Ieri ho ripescato un vecchio HD a casa ed ho trovato una sorta di diario che tenevo in formato digitale.
    Ho sempre voluto lasciare una traccia al me del futuro ma ogni volta che provavo a tenere nota di qualcosa mi rompevo i coglioni subito o semplicemente me ne dimenticavo. Il file trovato ieri, però, comprendeva anche l'iniziale frequentazione con la seconda tipa del tipic.


    Quella volta che ho quasi penetrato pt. 2 - dettagli dimenticati dal diario di Saichi
    Brevissimo riepilogo per chi avesse memoria breve, in questa storia principalmente abbiamo la tipa, Ecs (ex ragazzo con cui non vi era stato alcun rapporto fisico), P (tizio che non voleva assolutamente stare con lei ma che aveva vinto un rapporto orale).

    Tra la sera in cui la conosco con amici e la prima uscita insieme da soli vi è stata un'altra situazione.
    Ero in giro coi miei bro, lei e l'amico che me l'ha presentata erano in giro con il loro gruppo + la sua band, quando mi saluto coi miei bro li raggiungo. Quella sera c'era P, di cui ancora non sapevo nulla, ma avevo notato gradisse poco la mia presenza. Suo fratello, invece, mi aveva preso molto in simpatia e ci avrei volentieri fatto amicizia, non c'è stato modo di conoscerci meglio però.

    Breve salto temporale, la sera dopo i limoni durissimi lei ha un concertino in un locale con la sua band, mi reco in zona ma non prendo parte alla roba perché mi rompevo i coglioni (dissi che avevo altri impegni come scusa per arrivare giusto prima della chiusura). Finisce la serata ci allontaniamo io, lei ed una sua amica. Mentre si è in giro l'amica le fa una battutina su Ecs del tipo "e mo come glielo dici? se la prenderà sicuramente". Qualcosa avrebbe già dovuto farmi annusare l'odore di lagrime e sangue che si stava prospettando.

    Passano una o due settimane. Ecs, forse nel tentativo di fare colpo su di lei o di farla ingelosire, era solito raccontare delle sue esperienze sessuali con altre tipe (possibilmente anche inventate per quanto ne so).
    Domenica successiva, appuntamento nel pomeriggio con la ragazza. Mi chiama mentre sono sul bu per dirmi che c'è un imprevisto: l'ha chiamata Ecs, è distrutto, forse ha messo incinta una tizia con cui si sentiva ed aveva bisogno del di lei sostegno morale. "Non è un problema se c'è pure lui oggi, vero?". Bestemmio ma abbasso la testa. "Va bene".
    Anche lui non gradisce la presenza del secondo masculo al pomeriggio domenicale ma si attacca. Tra l'altro era pure arrivato prima di me ed era già con lei quando sono giunto in loco.
    Racconta la vicenda, è sconsolato e triste ma non capisco se menta o meno, se fosse una scusa per vedere la mia ragazza, anche perché il discorso finisce quasi subito in secondo piano.
    La settimana successiva si vede con lei per studiare perché aveva bisogno di supporto per gli esami. Io le avevo già accennato che era al 99% una scusa per vedersi con lei ma la ragazza non vuole saperne di quello che dico, mi sbaglierò sicuramente. Difatti quel pomeriggio Ecs ha provato a baciarla ma lei si è tirata indietro (almeno per quanto mi ha detto ), il primo dei tantissimi "avevi ragione tu" che mi sono sentito dire nel corso della relazione. Avrei preferito semplicemente essere più ascoltato anziché avere ragione.

    __________________________________________________ ________________________________________________


    Da questa relazione sono uscito veramente con l'autostima sotto le scarpe nonostante sia iniziata nel culmine della mia "figaggine", quando sentivo di avere il mondo in mano. Mi ha ridimensionato tantissimo e tutt'ora seppur abbastanza confidente in me non sono lontanamente vicino all'autostima che avevo prima di questa relazione.


    Nel diario* c'era anche una frase di un vecchio incrociato al mercato ortofrutticolo (dove lavorava mio nonno la mattina prestissimo) il giorno stesso dell'orale agli esami di stato. Mi disse "nascemmu pi fari 'nto culu" (siamo nati per fare in culo).


    *in realtà era un altro diario che stavo tenendo anni prima per gli esami di stato, anche questo droppato subito, iniziato 100 giorni prima dell'inizio degli esami presenta solo i primi 15 e gli ultimi 10 con un enorme buco in mezzo (almeno avevo segnato la parte immediatamente pre e post esami).
    Ultima modifica di saichisono; 31-01-22 alle 12:10

  9. #9
    Addestratore di dodo L'avatar di bado
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.170

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Tutto bellissimo, grande saichisono.
    Come mi macano i giorni gloriosi del forum che sfornava queste perle quotidianamente.

    Sottolineo i momenti top perchè ne vale la pena:


    Citazione Originariamente Scritto da saichisono Visualizza Messaggio
    Qualche minuto prima di salutarci provo a baciarla però mi evita. Prova a parlare, a dirmi qualcosa, ma non sento nulla nel baccano del mio cuore che si sfracella. Sono tristissimo, inizia a scendere qualche lacrimuccia, mi abbraccia per consolarmi ed il disagiò più totale: durello potente mentre sono in lacrime. E credo l'abbia sentito.
    Ci salutiamo, mi trovo in un punto più alto della città, torno a casa correndo tra le lacrime, saltando intere rampe di scale, sperando che il vento le asciughi presto. Iniziò così la mia estate.

    .......

    Finalmente una sera c'è l'occasione giusta per provare a scopare, preso dall'agitazione e dal fatto che sarebbe la mia prima volta non riesco a controllarmi, durata ridicola e mentre lei si sente confusa dal fatto che abbia finito ancor prima di cominciare, vengo nuovamente. A caso.

    Eccezionale.

  10. #10
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Altra pillola dal passato

    L'universitaria finita male
    Età mia: 20. Età sua: 19.
    Iniziata l'università con un anno di ritardo (nel frattempo ho cominciato a lavorare in modo da pagarmi gli studi) mi ritrovavo ad essere matricola contemporaneamente ad un amico più piccolo di me di un anno. Questo ragazzo frequentava un corso diverso dal mio e con maggior partecipazione femminile.
    Una sua compagna di corso vede una foto su instagram dove io e lui siamo insieme e gli dice che sembro un bel ragazzo (all'epoca ero parecchio fisicato) e gli chiede di farci conoscere. Qualche giorno dopo l'amico mi invita alla sua facoltà e scopro a sorpresa fosse questo il motivo. Di persona lei è molto affascinata e l'amico organizza un'uscita in 4 con anche la sua coinquilina nonché loro compagna di corso, le ragazze erano entrambe studentesse fuori sede e presentiamo loro i migliori angoli della loro città, col senno di poi ho dimenticato il più importante: la mia stanza.

    Il sabato successivo sono in giro con un altro amico e la incontriamo in giro con la coinquilina, parliamo un po' e poi la saluto. Una volta allontanatici, l'amico mi invita gentilmente a chiavarla nelle peggio maniere in quanto la reputa una strafiga.

    Nei giorni successivi si parla parecchio in chat e lei mi invita a casa sua per giorno x, "è fatta" dico nella mia testa. Giorno x però ho già un impegno quindi rimando al giorno successivo ma lei insiste, il giorno successivo sarebbe tornata la coinquilina. Decido di tirare fuori la peggiore delle facce di culo: "Ancora meglio allora ". Si incazza.

    Non mi ha più cagato
    Ultima modifica di saichisono; 06-02-22 alle 23:06

  11. #11
    Sounds Good L'avatar di Don Luca
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.415

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    ...mmm il mio rilevatore di fake sta iniziando a lampeggiare

  12. #12
    Senior Member L'avatar di Karas
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.422

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Però almeno fa sorridere

  13. #13
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Citazione Originariamente Scritto da Don Luca Visualizza Messaggio
    ...mmm il mio rilevatore di fake sta iniziando a lampeggiare
    Cos'è che non ti torna?

    P.S.: come dicevo nell'altro post in realtà sono impegnato da un pezzo con l'attuale Miss Saichi, consigli per una futura ed eventuale convivenza?
    Ultima modifica di saichisono; 07-02-22 alle 10:27

  14. #14
    Addestratore di dodo L'avatar di bado
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.170

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Citazione Originariamente Scritto da saichisono Visualizza Messaggio
    sono impegnato da un pezzo con l'attuale Miss Saichi, consigli per una futura ed eventuale convivenza?
    Evita di menzionare le tue fantasie con le sue coinquiline.

  15. #15
    Senior Member L'avatar di saichisono
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    229

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Citazione Originariamente Scritto da bado Visualizza Messaggio
    Evita di menzionare le tue fantasie con le sue coinquiline.
    Hmm, credo di aver notato che non sia una strategia molto vincente.
    Però ogni tanto è bene controllare se viviamo in un porno, non si sa mai (semicit.)

  16. #16
    Senior Member L'avatar di Pinhead81
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.522

    Re: Fail dal passato - la mini raccolta di saichi

    Citazione Originariamente Scritto da saichisono Visualizza Messaggio
    Cos'è che non ti torna?

    P.S.: come dicevo nell'altro post in realtà sono impegnato da un pezzo con l'attuale Miss Saichi, consigli per una futura ed eventuale convivenza?
    Falla trombare con me e, se dopo vuole ancora stare con te, è quella giusta
    EDIT: metà del forum ha fatto così ma il 99% non lo sa

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su