La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.) La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.) - Pagina 13

Pagina 13 di 52 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima
Risultati da 241 a 260 di 1031

Discussione: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

  1. #241

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Nuovo articolo sul San Francisco Chronicle relativo all'Atari Arcade Theatre Kiosk che venne piazzato nella Powell Street station del BART, un sistema di trasporto pubblico su rotaia che opera nella San Francisco Bay Area.

    https://www.sfchronicle.com/bayarea/...L6rkPL-DM5FOA8

    Pezzo oadl di approfondimento https://arcadeblogger.com/2017/04/21...dhZliyQYYJG7so


  2. #242

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    A metà degli anni Ottanta nello stabilimento Olivetti di Scarmagno (TO) un’operaia verifica il corretto funzionamento dei personal computer PC 6300 appena usciti dalla linea di montaggio. I PC 6300 sono la versione dell’M24 Olivetti prodotto per l’AT&T. Nel 1986 la fornitura di queste macchine al partner americano supera le 200mila unità. (Archivio Olivetti/Luciano Morelli)








  3. #243

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Intervista a Simone Bevilacqua, la mente creativa di RETREAM https://www.zzap.it/diari/simone-bevilacqua-retream

    Z: Parlando di lavoro, una notizia apparsa su Twitter che ha fatto molto parlare è stata la dichiarazione di Jason Aldred, il programmatore di Galencia, che incredulo dichiarava il suo stupore nell'aver firmato un contratto che gli sta permettendo, nel 2018, di potersi mantenere, almeno per un po' di tempo, programmando un gioco per Commodore 64 (Galencia Chaos Sphere). Ovvero vivere lavorando a ciò che più lo appassiona. Come prendi questa notizia, credi sia un caso eccezionale o questa seconda giovinezza del C64 può dare lavoro, remunerato dignitosamente, ad altri game designer altrettanto bravi e motivati?

    SB: È una bella notizia, ma non è ancora possibile vivere di giochi per C64. So che lui ha fatto dei bei numeri. Anche i ricavi di Sam's Journey, che ha avuto un successo enorme e superiore a quello di Galencia, non permettono agli sviluppatori di dire "facciamo un altro gioco e viviamo di questo", sebbene costituiscano una grande soddisfazione e una ricompensa tutt'altro che irrilevante.
    Penso anche a progetti come Unknown Realm che su Kickstarter ha raccolto 126.000 dollari: sulle prime sembra una cifra spropositata, ma credo il team ci lavori da quattro o cinque anni (non so a che ritmi - poi la velocità è relativa, io sono uno che ci mette anni a cesellare l'ultimo pixel; magari un gioco che un'altra persona farebbe in sette mesi a me prende tre anni perché sono maniaco... o meno bravo), e poi ci sono i molti gadget, le spese... alla fine, il guadagno effettivo per ogni membro del team non sarà altrettanto spropositato. Magari potessi campare dei miei giochi! In realtà, considerando le ore di lavoro, essi rappresentano una perdita mostruosa.
    Ultima modifica di Major Sludgebucket (ABS); 22-10-18 alle 18:46

  4. #244

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Interessante questo progetto, anche se finora poco coltivato.

    Fallimento Critico, è una loggia segretissima di persone di tutti e tre i sessi, che ha lo scopo di ricercare nei meandri delle vecchie cantine, ammuffite soffitte o remoti mercatini, per cercare e stanare promuovere divulgare e testare tutti quei giochi che nella storia sono stati scartati e messi da parte ma che hanno ancora l’ultima parola da dire, muffa permettendo.

    Si pone come obbiettivo il recupero la restaurazione il completamento delle parti mancanti di tali giochi il loro reintegro nel mondo al fine di dimostrare con ogni artefizio che non c’è g-force che tenga testa all’immaginazione e che un 4k non regge il confronto con un tabellone di Heroquest.

    Per questi e una marea di altri motivi fallimento critico non è un male che incombe ma una presa di coscienza.

    Luther Blissett

    Qui un'altra intervista, più vecchia, a Simone Bevilacqua/RETREAM, un personaggio singolare e probabilmente piuttosto sottovalutato (per quello che sta facendo) della scena.

    http://www.fallimentocritico.it/inde...i-dal-passato/

    Una delle mie tante fissazioni è che devo sempre creare qualcosa di nuovo, sia dal lato tecnico che dal lato del gameplay: dal lato tecnico per divertimento e soddisfazione, dal lato del gameplay per stupire il giocatore e farlo divertire in maniera diversa. A dirla tutta, rifare ciò che è già stato fatto mi ispira ben poco e mi offre la prospettiva poco attraente, a causa delle mie limitate capacità, di non riuscire a far meglio di quanto già fatto da altri. Questa strada che intraprendo naturalmente quando avvio lo scervellamento per la progettazione di un nuovo gioco la pago a caro prezzo: nonostante la generale richiesta di novità, presentare al pubblico qualcosa di alieno, che richiede uno sforzo di comprensione e immersione, è garanzia di scarso successo – la critica (quella vera) apprezzerà, alcuni giocatori andranno in estasi e diventeranno veri e propri fan se non addirittura amici, ma la massa guarderà oltre.

    Un ottimo esempio dell’originalità delle mie produzioni e degli scompensi che essa causa al pubblico viene dal gioco MAH per C64. Nel 2018 ne ho pubblicato su disco e cartuccia una mega-versione esageratamente migliorata ed espansa, ma è nel 2015 che rilasciai gratuitamente la prima versione in forma digitale. A MAH successe quello che succede a tutti i giochi per C64: fu crackato. Mi chiederete: ma non era gratuito? Aveva comunque una qualche assurda protezione? No, niente affatto: il gioco era liberamente scaricabile e non era assolutamente protetto. Il punto è che i gruppi di cracker (che poi si intersecano con quelli che producono demo, musica, diskmag, e anche giochi) sono sempre rimasti attivi e hanno sempre continuato, fin dagli anni 80, a competere tra loro per primeggiare nelle classifiche di chi cracka più giochi, chi li cracka prima, e chi li cracka meglio; quindi, non appena esce un gioco, i cracker ci si fiondano sopra. Crackare, inizialmente, significava appunto rimuovere la protezione, ma ci è voluto poco tempo perché la definizione finisse per includere l’aggiunta di trainer (trucchi che rendono il gioco più facile – uno classico è il trainer che regala vite infinite), la correzione di bug, l’adattamento di giochi PAL per NTSC e viceversa, ecc. Ai giorni d’oggi le protezioni non si usano più, ma i crack continuano a esserci proprio perché apportano ancora tutte le altre modifiche menzionate.
    Torniamo crack della prima versione di MAH. Questo crack faceva una cosa incredibilmente stupida, poiché illustrarla richiederebbe spiegare alcune meccaniche del gioco (cosa difficile difficile di per sé, e qui fuori luogo), ricorro a un esempio più semplice: Immaginate il crack di un videogioco di calcio, uno si aspetterebbe che il crack – che so – aggiunga il tiro teleguidato, la scomparsa dei difensori avversari alla pressione di un tasto, il portiere-ragno e amenità del genere, e invece no, il crack toglie il pallone dal gioco completamente. Ebbene, il crack di MAH disabilitava una caratteristica principale dell’oggetto controllato dal giocatore per cui non era possibile fare il minimo avanzamento nel gioco fin dall’inizio. La domanda che sorge spontanea è: e perché mai il cracker avrebbe fatto una cosa del genere? La risposta è che lui non aveva neanche lontanamente capito come funzionasse il meccanismo di base della primissima fase del gioco – faccio notare che non è una (peraltro lecita) deduzione, ma è proprio la risposta che mi ha dato il cracker quando l’ho contattato per dirgli che cosa aveva combinato.
    Insomma, il succo è che l’originalità di MAH è tale da disorientare. Infatti, ho investito tempo infinito nella creazione del manuale e delle schede illustrative che spiegano tutti i dettagli del gioco. Detto ciò, non bisogna essere geni per giocare a MAH – tutt’altro! I concetti sono semplici e alla portata di tutti. Però ce ne sono tanti, si intrecciano in molti modi e (molti) sono anche nascosti o poco comprensibili se uno si limita semplicemente a lanciare il gioco.

  5. #245

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)




  6. #246

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    MS-DOS Commodore.




  7. #247

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Gennaio 1976 (via Federico Croci)


  8. #248

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Una curiosità storica di natura tecnica (da una discussione sul gruppo Pianeta Commodore). Pare che i primi ad "aprire i bordi" del C64, fino a quel momento sfruttati al massimo per le tipiche strisce colorate o i "tubi" visualizzati cambiando colore per ogni scanline di schermo, per metterci qualcosa siano stati i 1001 Crew nel 1986 in questa semplice demo https://csdb.dk/release/?id=7304 (anche se il primato è conteso da Sodan e FCG).

    Da notare che è possibile usare questa tecnica solo per visualizzare sprite, quindi di solito se ne fa un uso molto marginale (quello tipico è visualizzarci il punteggio, mentre i Sensible nella loro creatività si sono spinti parecchio oltre con Wizball infarcendo i bordi di contenuti informativi; anche il titolo italiano Moonshadow per esempio ne fa un utilizzo intelligente ed esteticamente appagante).




  9. #249
    o feio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    5.021

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Citazione Originariamente Scritto da Major Sludgebucket (ABS) Visualizza Messaggio
    Qui un'altra intervista, più vecchia, a Simone Bevilacqua/RETREAM, un personaggio singolare e probabilmente piuttosto sottovalutato (per quello che sta facendo) della scena.
    Che peraltro era iscritto e postava sul vecchio forum (oltre che su AL), gli avevo indicato che ci eravamo trasferiti a questo indirizzo ma non si è più visto :(
    EOF

  10. #250

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Le avventure di Primo Giovedini (create da M. Mietta e B. De Toffoli), un pilota di aerei da combattimento tipo Top Gun, sono tratte dalla rivista informatica degli anni 80 "Commodore Computer Club"
    Sito dedicato http://www.cbmitapages.it/fumetti/ma...lyuPnxh_dPcbQI




  11. #251

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Immagine credo abbastanza eloquente.



    E, OT "for the fun":



  12. #252

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Mi piace molto quest'intervista a Fernando Herrera sia perché offre un succoso spaccato di cosa fossero la scena e il business avventuroso e fatto un po' alla cieca, data la giovanissima età del settore, nei primi anni Ottanta sia per il "lato umano" inscindibilmente connesso (la malattia agli occhi del figlio lo spinge a scrivere un programma educativo con il quale vince l'Atari Star Award, che gli frutta 25.000 dollaroni e addirittura l'attenzione da parte di alcuni produttori cinematografici... dal nome di quel premio trae ispirazione per quello della First Star)(credo che Fernando c'entri poco con più recenti mosse "avide" della software house tese a sfruttare Boulder Dash, Spy vs Spy & C. fino all'osso dato che mollò già nell'88-'89 per sopraggiunto esaurimento quando tutto l'ambaradan stava cominciando a perdere la connotazione un po' "naïf" iniziale).

    Peccato non sia stato toccato l'argomento Max-A-Flex (il fallimentare accordo con la Exidy per lanciare una piattaforma arcade basata su un Atari 600XL, ce l'ho a cuore perché tra i quattro titoli coinvolti c'è il mio adorato Flip and Flop https://www.exxoshost.co.uk/atari/mi...3/maxaflex.htm) ma forse era una cosa un po' troppo di nicchia per sperarci. : D

    Audio: https://archive.org/details/Fernando_Herrera_Interview
    Trascrizione: https://computingpioneers.com/index....rnando_Herrera
    Ultima modifica di Major Sludgebucket (ABS); 29-10-18 alle 11:21

  13. #253

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Gli spagnoli non sembravano prendere benissimo il trattamento "moralistico" riservato nel Regno Unito alla famosa cover di Game Over a opera di Luis Royo, come si evince da una certa ironia che sembra trasparire da questo articolo apparso sul numero 144 della rivista Microhobby.


  14. #254

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Commodore Format ha tirato fuori un articolo inedito relativo ai sopraccigliosi fratelli Rowlands https://commodoreformat.wordpress.co...0-apex-feature

  15. #255

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Quando la passione per il retrocomputing si trasforma in Sepolti Vivi. 'Sto tizio ha preso troppo sul serio l'idea di preservare la storia informatica della Nuova Zelanda, Paese nel quale darsi a questo tipo di hobby è naturalmente pure piuttosto costoso e faticoso, per sua stessa ammissione ha strapagato un po' di materiale, e ha riempito un paio di case, cucine comprese, con 'sta roba (che ovviamente conservata così atrocemente andrà distruggendosi, il retrocomputing/retrogaming come si sa è molto impegnativo per la fase di manutenzione e cura degli oggetti; difficile poi capire il senso, per un'iniziativa di questo tipo, di dozzine di esemplari uguali accatastati gli uni sugli altri). Il tutto nell'attesa, immagino vana, che qualcuno gli dia una mano per aprirci un museo. Bellino comunque il Poly 1, computer neozelandese esteticamente a metà strada tra il PET e il cabinato di Computer Space. Ah, mi pare che i vari link (così come la foto) risalgano tutti al 2013, magari nel frattempo c'è stato qualche cedimento strutturale ed è rimasto intrappolato là dentro, e ora sopravvive nutrendosi di erbe cresciute spontaneamente nelle varie tastiere.

    https://sites.google.com/site/retrowemuseum/about

    https://www.odt.co.nz/news/dunedin/m...ter-collection



    Ultima modifica di Major Sludgebucket (ABS); 02-11-18 alle 17:57

  16. #256
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.445

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    sembra camera mia

  17. #257

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Di queste particolari serie di cassette pirata non avevo conoscenza... è impressionante scoprire quante ce ne fossero in giro per l'Italia http://infogiochi.altervista.org/garisoft.htm


  18. #258

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Recentemente è stata realizzata e commercializzata una scheda in grado di operare esattamente come un Commodore 64, senza essere un Commodore 64. Si tratta della Ultimate 64, concepita e realizzata dal genio creativo di Gideon Zweijter da molti già conosciuto per la 1541 Ultimate, sua precedente creazione tecnologica di grande successo. Abbiamo pensato di aiutare gli utenti meno esperti mettendo a disposizione un piccolo tutorial per agevolare la procedura di configurazione iniziale del dispositivo. Autore dell'articolo è MaD_][ che ringraziamo per il contributo!

    Intanto frugando tra i tanti dischetti accumulati siamo incappati in un altro Commodisk del quale non conosciamo la numerazione. Lo abbiamo archiviato come "Commodisk non identificato 2", nella speranza che qualcuno prima o poi sia in grado di risalire al numero di pubblicazione esatto.
    http://ready64.org/articoli/leggi/id...el-dispositivo


  19. #259
    o feio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    5.021

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Citazione Originariamente Scritto da Major Sludgebucket (ABS) Visualizza Messaggio
    Quando la passione per il retrocomputing si trasforma in Sepolti Vivi. 'Sto tizio ha preso troppo sul serio l'idea di preservare la storia informatica della Nuova Zelanda <cut<
    Vorrei dire "le perle ai porci", ma la mia lillipuziana collezione, quando esisteva, non era poi stipata molto meglio
    EOF

  20. #260

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    https://twitter.com/vl_tone/status/1059190728876847105

    Metroid Curved
    Some context: This has its roots in a project called Metroid Cubed which I made some 15 years ago, that aimed to convert the original game into voxels using a custom tool I developed.

    The original release of Metroid Cubed used pre-rendered voxel-based blocks and sprites at a fixed isometric angle. It was not running on top of an emulator, I had to recode the whole Metroid engine.

    Not so long after, I released the "Metroid Cubed Live Voxel Rotation Demo" that used bitmap layers as a crude voxel engine. It could rotate the view and even transition between 2D and 3D. It was way too slow to include enemies so it only had Samus running in levels.

    I revisited the project a few times over the years, but until recently the enemies and items raw voxel data wad still not included in the rotation demo.

    Over the last few months I finally added items/enemies back in that version, and made the engine use the video card instead of compositing layers into a bitmap. This enabled me to experiment with stuff like a cylindrical view, which lead to this "Metroid Curved" teaser video.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su