La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.) La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.) - Pagina 17

Pagina 17 di 52 PrimaPrima ... 7151617181927 ... UltimaUltima
Risultati da 321 a 340 di 1031

Discussione: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

  1. #321

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Qui si può scaricare il numero 11 di questa rivista giapponese dell'epoca, se non erro citata come fonte di una certa rilevanza da Bagnall.

    https://monochromeeffect.org/wp/en/2...vic-volume-11/


  2. #322

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Se avete una sterlina che vi avanza... https://fusionretrobooks.com/collect...ory-of-us-gold


  3. #323

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Commodore Gamebase : The complete collection of PET and Vic-20 Software Releases https://www.commodoregamebase.com/

  4. #324

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    L'Amiga che verrà. (MCmicrocomputer - gennaio 1993)

  5. #325

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Interessante Savona sulla modalità hires bitmap (che caratterizza il suo nuovo titolo).

    Domanda newbie totale. Che limiti ci sono nel mescolare grafica multicolor e hires bitmap? Se ricordo correttamente Rambo 3 lo fa e mi ha sempre impressionato molto. Si possono miscelare i tile dei due tipi liberamente, fermi restando i constraint 3+1 per il multicolor?
    Le limitazioni sono un discorso abbastanza lungo. Bitmap multicolor e hires non si possono mescolare, se non in fasce orizzontali separate da raster interrupt, con qualche rogna. Però non puoi comunque mescolare hires e mc sulla stessa riga. Invece se sei in modalità a caratteri puoi mescolare tranquillamente caratteri MC e hires a piacimento sullo schermo. Ci sono ovviamente limitazioni su questa modalità. sia i caratteri hires che quelli MC avranno tutti lo stesso colore di fondo, mentre il colore specifico del carattere può essere scelto solo tra i primi 8 della palette. Invece i due colori MC comuni piu quello di sfondo possono essere scelti dall'intera palette.
    Il modo Bitmap hires è molto più "semplice" dal punto di vista delle limitazioni: Ogni cella di 8x8 pixel può avere due colori qualsiasi, senza limitazioni ed è sempre hires. Se uno sa usare queste limitazioni bene (e credo che Saul sia un campione in questo), possono venire fuori giochi molto colorati e chiaramente molto definiti, vista la risoluzione. Siccome si tratta di una modalità usata molto raramente nei giochi commerciali viene fuori anche un certo effetto "novità", non saprei come altro definirlo. Quando vedo gli screenshot di cose bmp hires non sembra quasi un C64, anche se ne riconosco la palette. Con questo non voglio dire che un gioco in bmp hires sia necessariamente meglio dei giochi in altre modalità, solo diverso.
    Stormlord è bitmap e scrolla pure (anche se lentamente). All'epoca cercai di capire come funzionava, ma sono sempre stato una sega in ASM
    stormlord scrolla perché può scrollare a un pixel per frame. In un frame il c64 può muovere "ragionevolmente" circa un KB di dati lasciando cpu per il gioco. Giochi come stormlord fanno esattamente questo: per 7 frame fanno scrolling in hw e quindi la CPU non fa nulla, e in ognuno di quei sette frame calcolano un ottavo dello schermo con offeset di 8 pixel in un secondo buffer. Siccome una bitmap sono 8kb c'è tempo per farla (ogni frame muovono un ottavo). All'ottavo frame fanno switch del buffer. Se scrolla piano non c'è problema. Il problema è farlo scrollare forte. Si può fare usando dei trucchi/bug del vic ma va bene per le demo ed è un po' complicato usarlo per i giochi.
    In generale se scrolli piano non ci sono problemi con le bitmap.
    Il lato b di Planet golf ha un extra, the story so far, Che scrolla una gigantesca bitmap di 320x2048 che viene addirittura decompressa mentre scrolla. Ma solo perché va pianissimo!

  6. #326

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Non ricordo se 'sta roba era stata segnalata http://regame64.altervista.org/


  7. #327

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Se andate al National Videogame Museum a Frisco (Texas) ci trovate questo https://twitter.com/gregfood/status/1106360070080610304

  8. #328

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Interessanti post sul retrobright https://en.wikipedia.org/wiki/Retr0bright

    Marco Fanciulli:

    Il bromo non c’entra nulla con l’ingiallimento. È un convincimento sbagliato fin da quando è nato il retrobright: per l’ossidazione del bromo (che è presente in quantità risibili) è necessario un qualche catione che reagisca con l’anione-bromo. Catione che non c’è nel fenomeno di ossidazione da UV...
    A reagire è il butadiene che è un componente ESSENZIALE dell’ABS (ABS sta proprio per Acrilonitrile BUTADIENE Stirene). Qualsiasi operazione di alterazione di uno di questi tre componenti altera l’ABS stesso.
    L’ingiallimento è dovuto alla frattura per ossidazione de butadiene. Non a caso si verifica anche nella gomma SBR che non veniva e non viene addizionata con bromo.
    Senza contare che il bromo è marrone scuro. Molto scuro.
    Poi, liberi di usare la tecnica che volete.
    Cosa succede tra il butadiene e ad esempo l'acqua ossigenata?
    La luce ultravioletta facilita l’azione di rottura dei doppi legami carbonio-carbonio del butadiene da parte dell’ossigeno producendo un composto carbonilico α,β-insaturo che è un composto coniugato. La coniugazione determina sempre una riduzione dell’energia della luce emessa e quindi è un fattore importante nel “virare” il colore delle plastiche. Il bromo è uno dei disattivatori del gruppo carbonilico (essendo un elettrofilo) e quindi viene esposto in una qualche misura contribuendo alla direzione di questo viraggio del colore.
    Adesso ragioniamo: se un fenomeno è dovuto all’ossidazione, la sua inversione dovrebbe comportare una qualche forma di riduzione... invece il retrobright cosa fa? Ossida ulteriormente! Cosa accade? Accade che il perossido è un ossidante sufficientemente forte da ossidare anche il legame α,β del gruppo carbonilico eliminando quindi la coniugazione che abbassa l’energia di emissione della luce (e che “chiama” il bromo). Non avete eliminato nessun problema: avete semplicemente coperto il “buco” fatto nella catena polimerica dell’ABS con un buco più grande.
    Pare una supercazzola ma le basi sono tutte qui... https://www.sciencedirect.com/scienc...14305784900508
    probabilmente bisognerebbe trovare una maniera semplice di esporre il tutto.
    C’è l’ho, ce l’ho! NON LO FATE!!!

    Scherzi a parte, l’ho scritto mille volte il modo semplice: l’ABS si chiama così perché è composto da tre componenti: la A, la B e la C. Se per togliere il giallo modifichiamo la B, il risultato non è più un ABS “puro” ma un ABS indebolito. Senza neanche toccare la chimica il ragionamento fila per via puramente intuitiva.
    Per semplificare la chimica, i tre componenti dell’ABS sono composti del carbonio. Il carbonio è fantastico perché si lega molto facilmente con tutto e con se stesso, tant’è che la vita stessa è fondata sul carbonio e questa sua capacità di costituire legami forti. E non è un caso che l’ABS abbia forti legami da carbonio a carbonio e con gli altro atomi dei suoi tre componenti, a formare una lunga catena (un polimero). L’azione dell’acqua ossigenata è quella di andare a sostituire alcuni legami del carbonio, spezzando quindi questa catena in segmenti con caratteristiche chimiche molto diverse dall’originale e soprattutto con legami più deboli.
    Facciamo una breve analisi. Prendiamo come esempio il Vic 20 che è noto per questo problema. Ne ho molti per le mani quindi ho potuto fare un confronto. Come mai alcuni si riducono addirittura a diventare gialli e altri meno o per nulla? Il mio personale Vic 20 che è con me dal Natale del 1984 non ha dato mai nessun minimo segno di ingiallimento ( E credetemi ne ha viste di cotte e di crude ). altri invece diventano talmente gialli da sembrare di un altro colore, e puoi fare tutte le passate di Retrobright che vuoi, ma bianco panna come era in origine non tornerà mai più.
    C’entra l’energia e la luce è energia. L’ultravioletto è più energetico della luce visibile, quindi fonti fortemente UV accelerano il processo. Ma l’ingiallimento non ha solo natura foto-ossidativa (da luce in generale è da ultravioletto come acceleratore) ma anche termica. Allora anche l’infrarosso svolge un ruolo determinante ma in modo diverso da quello che ho descritto. Se tenete un C64 per venti anni nella su scatola in soffitta, sotto un tetto non coibentato che varia in modo sensibile la temperatura raggiungendo livelli importanti nella stagione di massima insolazione, lo troverete ingiallito come se fosse stato alla luce.
    Spesso chi fa il retrobright poi mette la macchina nel cellophane, la chiude nella scatola e la mette in soffitta “per proteggerla” salvo aprirla dopo due anni e trovarla più gialla di prima e con la plastica fragile o come se si stesse desquamando.

  9. #329

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Organizzazione benefica che vuole insegnare alle genti a programmare col C64 https://sys64738.org/2019/03/c64-bed...o-macchina-02/

  10. #330

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Carrellata di foto di regazzini ciccioni e brufolosi coi loro C64 nuovi di pacca https://www.vintag.es/2019/03/commodore-64.html

  11. #331

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    The Platform Microsoft Forgot
    The MSX computer standard was big in both Japan and Brazil. But despite a sizable cult, it may be the most obscure part of Microsoft’s history. Here’s why.
    https://tedium.co/2019/01/29/microsoft-msx-history

  12. #332

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    For one moment three decades ago, the British computer-games industry was a few thousand kids with a cheap computer, a tape recorder and a punk-like passion for the mysteries of programming https://www.independent.co.uk/life-s...y-9997037.html

  13. #333

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)



    Revealed! Iain McCaig, the man behind the Monkey Island VGA portraits

    https://mixnmojo.com/features/sitefe...-VGA-portraits

  14. #334

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Podcast su Stadia in italiano, interessante e in topic per le considerazioni "storiche" relative all'evoluzione del medium, alla conservazione dei videogiochi, ecc. https://www.spreaker.com/user/runtime/vl5x11nuova

  15. #335

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Carlo Santagostino:

    PUMA RS COMPUTER - “Corre” anche a 64K !
    Puma lancia nel 1986 una scarpa da running per computer: “RS Computer” dove RS sta per “Running System”. Già negli anni ‘80 i corridori erano in grado quindi di registrare distanza, tempo e calorie ed analizzare le proprie prestazioni collegando con un cavo le scarpe al proprio “home computer” per trasferire i dati e visualizzarli con software appositi su Apple II, Commodore 64 o PC IBM.
    La scarpa da corsa di Puma aveva un grosso modulo dietro al tacco che incorpora un pedometro, un microchip ed una batteria ricaricabile.











  16. #336

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Esistono molte teorie sul perchè e sul percome i chip della serie TED (C16/Plus4/C116) smettano di funzionare. Una risposta presumo attendibile arriva dallo stesso Bil Herd, in data 8 febbraio 2019, poco più di un mese fa.
    Ho tradotto un estratto e aggiunto il link al post.

    "La verità è che abbiamo prodotto dispositivi fatti per durare circa 3-5 anni, dopodiche avremmo smesso di preoccuparcene.

    Se avessi speso un solo dollaro in più di quanto necessario per farli durare più del dovuto, sarebbe stato considerato uno spreco di denaro, e sarei stato sollevato dall'incarico, dato che lo scopo era di portare computer alle masse, quindi economici.

    Il 264 fu concepito per essere venduto a 79 dollari. Se qualcuno avesse voluto un computer migliore avrebbe potuto acquistare un IBM per un paio di migliaia di dollari, o un Apple per 1200-1800 dollari.

    Se il calore fosse stato un problema, i chip sarebbero morti il primo anno di vita. I chip ancora funzionanti dopo 35 anni sono la prova che il calore non è un problema. Sono al corrente del fatto che molte persone tolgono la schermatura RF per utilizzare dissipatori, ma all'interno del case non c'è riciclo d'aria, e quindi i dissipatori potrebbero addirittura peggiorare la situazione. In ogni caso farò dei test al riguardo.

    La vera causa di morte di questi chip è lo shock termico che avviene all'accensione del computer, che genera stress fisico al die.

    Forse la soluzione potrebbe essere il preriscaldare i chip prima di accenderli > Pensateci, è controintuitivo finchè non pensate al meccanismo di errore.

    La cosa peggiore che vedo ultimamente è che alcune persone postano le loro teorie su come i chip sarebbero dovuti essere progettati per funzionare a temperature inferiori, e che sarebbero dovuti essere investiti più soldi. Una persona in particolare ha detto che tutti gli ingegnieri, i designer, e tutte le figure coinvolte sono degli incompetenti. Queste persone non sono mai state esposte alla produzione, design o fisica reale, e semplicemente non ascoltano mai quando spieghiamo come le cose funzionano, noi che eravamo presenti e che abbiamo prodotto milioni di queste cose.

    Recentemente qualcuno ci ha accusati di aver fatto chip difettosi di proposito. E' una cosa talmente ridicola che non gli ho neanche risposto.

    Io sono davvero sorpreso che alcuni di questi computer funzionino ancora! Non avremmo mai pensato che durassero più di dieci anni, o che alle persone sarebbe importato dopo dieci anni, figuriamoci 35. "
    https://www.facebook.com/RetroBitLab...7350240642024/

    http://c128.com/plus4-cpu-and-ted-te...-and-heatsinks

  17. #337

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Straziante appello apparso su Commodore Gazette, febbraio 1986,


  18. #338

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Gli imperdibili scherzoni del primo aprile di Commodore Format https://commodoreformat.wordpress.co...ce-april-fool/

  19. #339

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Atari’s Lost World Headquarters http://www.atari.io/atari-world-headquarters/

  20. #340
    o feio
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    5.021

    Re: La biblioteca (segnalazioni di libri, articoli interessanti, ecc.)

    Citazione Originariamente Scritto da Major Sludgebucket (ABS) Visualizza Messaggio
    Gli imperdibili scherzoni del primo aprile di Commodore Format https://commodoreformat.wordpress.co...ce-april-fool/
    Quante infanzie rovinate per 'ste storie
    EOF

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su