GreedFall : Gold Edition – Recensione

PC PS4 PS5 Xbox One Xbox Series X

I ragazzi di Spiders raggiungono l’agognata maturità artistica con GreedFall: Gold Edition. Ben venga, dunque, questa nuova versione e la possibilità di riscoprire il titolo giocandolo al meglio della sua forma.

Sviluppatore / Publisher: Spiders / Focus Home Interactive Prezzo: 39,99€ Localizzazione: Testi Multiplayer: Assente PEGI: 16 Disponibile Su: PC (Steam), PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S

Inutile soffermarsi ulteriormente su GreedFall: per il gioco in sé, è sufficiente invocare la saggia e condivisibile recensione del buon Daniele Dolce. All’epoca, anche fuori dalla sede di recensione, parlammo proprio di quanto dal precedente The Technomancer ci fosse stato un salto di qualità davvero notevole; sicuramente eravamo ancora lontani da produzioni altisonanti quali The Witcher 3, ma era lampante l’impegno profuso dallo studio parigino nell’opera per quanto riguardava l’aspetto tecnico.





Dopo aver raccolto le giuste lodi ed essersi messi al lavoro su un nuovo progetto, gli sviluppatori di Spiders hanno anche trovato il tempo di inserire quello che per ora è il loro migliore titolo nella cornice della next-gen.

ALLA SCOPERTA DI UN NUOVO MONDO

GreedFall: Gold Edition, oltre ad aggiungere il DLC The De Vespe Conspiracy, arricchisce il gioco di una risoluzione grafica UHD che raggiunge i 4K nativi, assieme ai sempre apprezzati caricamenti rapidi. Avendo giocato questa Gold Edition su PS5, mi preme segnalare quanto la versione standard su console non restituisse la migliore esperienza, con caricamenti consistenti e una fluidità generalmente zoppicante.

PARTICOLARMENTE APPREZZATA LA MODALITÀ A 60 FPS

Questa versione aggiornata ci offre due opzioni grafiche, quella maggiorata dedicata proprio alla next-gen che aumenta la qualità dei poligoni, smussando tutti i difetti e aumentando gli effetti ambientali, e la modalità personalmente più attesa: quella che permette di giocare a 60 fps. Per quanto il potenziamento grafico sia ben accetto, ma comunque poco visibile durante le scorribande nell’isola di gioco, l’aumento dei frame al secondo regala un’esperienza totalmente nuova, riuscendo indirettamente ad arginare piccoli difetti della versione base, per esempio velocizzare e rendere più fluide le fasi di combattimento che, nonostante tutte le lodi, non sono delle migliori.

greedfall gold edition recensione

Magari i francesi non saranno maestri ad accettare sconfitte, ma nei piccoli dettagli hanno davvero una cura maniacale.

Nonostante l’update, si segnala il supporto solo parziale al DualSense, che si percepisce in alcune azioni durante lo switch delle armi nei combattimenti. C’è qualche feedback aptico in più se giocherete con la classe del mago, ma resta comunque molto poco, e sarebbe stata apprezzabile un’applicazione più a tutto tondo; d’altro canto, è pur vero che meccaniche simili non sarebbero comunque il fulcro dell’avventura in un titolo come GreedFall. Al netto del più di un milione di copie vendute, c’è da fare dunque un ultimo e fragoroso applauso ai ragazzi di Spiders: a chi li accusò di un ego spropositato quando a pochi giorni dal lancio dichiararono che realizzarono il titolo pensando a tutti quei giocatori appassionati di The Witcher o Dragon Age, bisogna dire che il tempo – e l’ottimo lavoro – ha dato loro ragione. Un motivo in più per attendere con buoni speranze il loro prossimo Steelrising.

In Breve: GreedFall: Gold Edition, pensato per console di nuova generazione, è un omaggio alla consacrazione e piena maturazione di uno studio che sembra aver trovato la giusta ispirazione. Chi ancora non ha avuto modo di provarlo ci dedichi più di una semplice occhiata.

Piattaforma di Prova: PS5
Com’è, Come Gira: Solide prestazioni su PlayStation 5. Ottima la resa a 60 fps che riesce a rendere le fasi di combattimento più briose, veloci e divertenti.

Condividi con gli amici










Inviare

Pro

  • La Gold Edition si porta dietro tutti i pregi di GreedFall / A 60 fps il ritmo di gioco cambia drasticamente / A distanza di due anni, rimane ancora un solido GDR vecchio stampo.

Contro

  • Restano però anche tutti i difetti / Le migliorie estetiche sono proprio pochissime / Scarsa implementazione del DualSense.
8.2

Più che buono

Tra un tunnel carpale e l'altro, amo Dwayne "The Rock" Johnson, Independence Day, Destiny e il DC Extended Universe, tutti buoni motivi per farmi odiare.

Password dimenticata