Horizon Zero Dawn – Recensione PC

PC PS4

Horizon Zero Dawn fa finalmente capolino su PC, peraltro con un valido adattamento. La speranza è che non si tratti solamente di un esperimento isolato, ma che Sony porti gradualmente su computer anche altre esclusive PS4.

Sviluppatore / Publisher: Guerrilla Games e Virtuos / Sony Interactive Entertainment Prezzo: € 49,99 Localizzazione: Completa Multiplayer: Assente PEGI: 16 Disponibile su: PC (Steam ed Epic Games Store)

Devo essere onesto: non pensavo che questo giorno sarebbe mai arrivato. Se qualche anno fa mi avessero detto che avrei potuto giocare su PC a una delle esclusive di punta dell’ecosistema PlayStation probabilmente sarei scoppiato in una fragorosa risata. E invece eccomi qui, in questo caldissimo agosto dell’Anno del Signore duemila e venti, a imbracciare l’arco di Aloy e a svelare i misteri di una Terra devastata dall’apocalisse. Certo, sono passati poco più di tre anni dall’uscita su PS4 dell’action RPG targato Guerrilla Games, ma fa comunque molto piacere assistere a un’apertura al PC da parte di Sony che potrebbe spianare la strada a una svolta epocale.




È vero, non è la prima volta che un titolo prodotto dalla compagnia giapponese fa capolino sui nostri monitor, ma mai fino a questo momento si era trattato di un’esclusiva di una tale caratura. Una nuova proprietà intellettuale, innegabilmente, ma comunque capace di rivaleggiare con i grandi classici della moderna PlayStation, quali God of War o Uncharted. Vi è poi anche la questione del PlayStation Now, il servizio in abbonamento di Sony disponibile anche su PC, ma c’è una gran bella differenza tra giocare in streaming a una risoluzione massima di 720p e avere il gioco installato sul proprio sistema, sempre pronto all’uso e ottimizzato a modino per quest’altra piattaforma. E credetemi, se Horizon Zero Dawn ha spremuto al massimo le componenti di PS4, su computer la conversione realizzata in collaborazione con Virtuos può impegnare parecchio i vostri hardware, restituendo però una resa visiva quasi senza pari, nonostante l’età del gioco.

IL RITORNO DELL’AUDACE

Prima di passare direttamente alla disamina dell’aspetto tecnico, però, è opportuno parlare del videogioco vero e proprio, soprattutto per chi non ha mai avuto la possibilità di giocarci prima d’ora su console PlayStation. Va detto sin da subito che Horizon Zero Dawn ricade certamente nella categoria degli action RPG, tuttavia le dinamiche prese in prestito dai giochi di ruolo vengono spesso messe in secondo piano, eclissate dall’azione dura e pura.

Horizon Zero Dawn PC recensione 01

Il prologo ci vede nei panni di una Aloy bambina: è qui che il gioco ci spiega gran parte delle sue meccaniche.

La protagonista Aloy accumula punti esperienza eliminando i nemici e portando a termine gli incarichi che le vengono affidati dai personaggi che incontra sul suo cammino, tuttavia i dialoghi sono spesso lineari e le decisioni morali che veniamo chiamati a prendere di tanto in tanto portano sovente agli stessi risultati, a prescindere dalla scelta effettuata.

Se qualche anno fa mi avessero detto che avrei potuto giocare su PC a Horizon Zero Dawn probabilmente sarei scoppiato in una fragorosa risata

Guerrilla Games ha quindi confezionato un videogioco d’azione open world con un manto leggero da  gioco di ruolo. A volte l’illusione funziona, dandoci perlomeno l’impressione che le azioni della nostra personalissima Aloy possano avere un impatto diverso sulla storia e sul mondo a seconda delle decisioni prese. Lungo gran parte dell’avventura, però, non è possibile fuoriuscire dai binari narrativi imposti dal team di sviluppo, per quanto vengano comunque concessi gli strumenti necessari a plasmare la propria protagonista attraverso le scelte morali distinte sulla base di tre emozioni basilari (empatia, aggressività e astuzia). Può così venire a crearsi una discreta dissonanza tra la personalità – già di per sé fortissima – dell’Aloy di Guerrilla Games che traspare negli intermezzi dove l’utente non ha alcuna voce in capitolo, e quella definita invece dalle azioni del giocatore durante i dialoghi e lo svolgimento delle quest.

Continua nella prossima pagina…

Condividi con gli amici










Inviare

Pro

  • Una conversione realizzata con tutti i crismi.
  • Gli scontri con le macchine sono appaganti...
  • L’espansione The Frozen Wilds è compresa.
  • Mondo originale e di grande fascino, portato visivamente al top.

Contro

  • Il personaggio di Aloy può non piacere a tutti.
  • ...quelli con i nemici umani sono talvolta noiosi.
  • Richiede anche una buona CPU.
9

Ottimo

Le leggende narrano che a Potenza ci sia un antro dentro al quale vive una misteriosa creatura chiamata Alteridan. In realtà è solo il nostro Daniele, che alterna stati diurni di brillantezza ad altri notturni dove i suoi amici non hanno ancora capito che non conviene fargli assumere troppo alcol.

Password dimenticata