steam link ios

Steam

PC

Valve rimuove da Steam i giochi di un publisher a causa di recensioni false

Il publisher maltese Insel Games si è visto cancellare in toto da Steam i suoi giochi per violazione della policy e delle norme che regolano il rapporto tra la piattaforma e chi vende i propri prodotti attraverso di essa.

Sulla pagina del gioco Guardians of Ember è comparso, a firma del Valve Release Manager Jason Ruymen, un comunicato che suona più o meno così: «Ci è stato recentemente comunicato che il publisher di questo gioco, Unsel Games Ltd., ha provato a manipolare il punteggio delle recensioni degli utenti per quanto concerne i propri titoli su Steam. Abbiamo investigato e abbiamo riscontrato un comportamento inaccettabile da parte di molteplici account controllati dal publisher del gioco, utilizzati per portare recensioni positive al mulino dei suoi stessi prodotti. Si tratta di una chiara violazione della nostra politica ed è qualcosa che prendiamo davvero seriamente. Per questi motivi abbiamo concluso il rapporto di affari con Insel Games Ltd. e abbiamo rimosso i suoi giochi dal nostro negozio. Qualora abbiate precedentemente acquistato qualcuno dei titoli in oggetto, questi resteranno comunque disponibili nella vostra libreria.»

Dal canto suo, Insel Games ha cercato di tamponare la falla, spiegando come a dicembre, in seguito al lancio del gioco Wild Buster, abbia semplicemente mandato una mail a tutti i suoi dipendenti spiegando loro quanto fosse importante avere recensioni positive su Steam per sperare di restare in piedi, ma che in nessun modo c’era l’intenzione di “spingere” qualcuno a comprare il gioco e a scriverne positivamente. Lo stesso publisher ha anche ribadito che nessuno dello staff è stato in qualche modo penalizzato o punito per non aver comprato e recensito positivamente Wild Buster (e ci mancherebbe anche, ndKikko).

Domanda: premesso che grandi publisher come Ubisoft o Activision, vista la loro dimensione, non hanno bisogno di questi giochetti, cosa accadrebbe qualora emergesse che i loro dipendenti hanno operato la medesima pratica? Valve continuerebbe col pugno duro, in nome del principio, o chiuderebbe un occhio, in nome del fatturato?

Steam 7600 videogiochi

Articolo precedente
kingdom come

Kingdom Come Deliverance: nei primi giorni già mezzo milione di copie vendute

Articolo successivo
shroud of the avatar free trial

Ecco la data di uscita ufficiale di Shroud of the Avatar

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata