steam saldi estivi

Steam

PC

La chiusura di SteamSpy potrebbe danneggiare gli sviluppatori indie

Appena ieri abbiamo riportato la notizia dell’improvvisa chiusura di SteamSpy a causa dell’aggiornamento delle policy di Steam relative alla privacy dei suoi utenti; ebbene, i commenti da parte degli sviluppatori – soprattutto quelli della scena indipendente – non si sono fatti attendere.
Stando agli umori e alle reazioni a caldo raccolte da PCGamesN, la chiusura del sito di Sergey Galyonkin potrebbe danneggiare i team indie, i quali non hanno accesso ai dati aggregati sul mercato, al contrario dei grandi publisher che possono permettersi di commissionare vere e proprie indagini per scoprire i trend e la direzione verso la quale si sta dirigendo l’industria.
Tra le varie persone intervistate, sicuramente Paul Kilduff-Taylor di Mode 7 Games (Frozen Synapse, Tokyo 42) è il più pessimista: “Senza avere una verifica in tempo reale di come si sta evolvendo il mercato, è possibile che sempre più sviluppatori abbandonino l’industry.
Alla discussione ha partecipato anche Brian Fargo, l’autore del recente Torment: Tides of Numenera, il quale auspica che sia direttamente Steam a fornire i dati fino a pochi giorni fa offerti dalla piattaforma di Galyonkin.
L’impressione generale, però, resta quella di un mercato che ha perso un attore estremamente importante, seppur non sempre accurato nell’esposizione dei dati, come peraltro ammesso più volte dallo stesso autore di SteamSpy.

steamspy steam

Articolo precedente

For The King sta per lasciare il programma di Accesso Anticipato su Steam

Articolo successivo
Stardew Valley multiplayer

Stardew Valley: il multiplayer sarà pronto entro un mese

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata