Guilty Gear: il nuovo sequel sarà una ricostruzione completa del franchise

Il nuovo Guilty Gear, sprovvisto ancora di un nome ufficiale, è stato annunciato a sorpresa durante l’EVO 2019 di Las Vegas, e da quanto visto si presenta molto diverso rispetto al passato. Oggi Daisuke Ishiwatari, director del gioco, ha fornito nuovi dettagli attraverso il suo account Twitter.

Stando al Ishiwatari, il nuovo Guilty Gear riunirà sia i vecchi giocatori che i neofiti della serie. In altre parole il nuovo capitolo sarà più semplice per venire incontro a chi non è familiare con alcune meccaniche di gioco, ma allo stesso tempo speriamo che venga ampliata la profondità del battle system o la sua complessità.’ARC

Ishiwatari ha definito il nuovo Guilty Gear una completa ricostruzione del franchise e una sfida ostica per Guilty Gear che tradotto potrebbe significare un reboot della serie. Lo conferma il fatto che il director a differenza dei capitoli passati non punta da un ritorno alle radici o ad un’evoluzione del franchise bensì ad una nuova esperienza per Guilty Gear.

Per raggiungere quest’obiettivo il franchise è stato disassemblato in frammenti e riassemblato per completare la ricostruzione. Si tratta sicuramente di una nuova direzione piuttosto rischiosa per questo nuovo Guilty Gear, ma stando ad Ishiwatari l’esperienza accumulata negli anni e l’eccitazione nello sperimentare nuove possibilità hanno incentivato il team a procedere in quest’avventura.

Guilty Gear sarà disponibile nel 2020, ma ancora non c’è una data d’uscita specifica nè tantomeno delle piattaforme. Il titolo sarà giocabile durante l’ARCRevo America 2019 Tournament a Los Angeles il 16 novembre.

Se vi siete persi il teaser pubblcato nel corso dell’EVO lo trovate qui.

Fonte

Articolo precedente

Gears 5 è ora in fase gold, così annuncia The Coalition

Articolo successivo
Need for Speed annuncio

Il prossimo Need for Speed verrà presentato il 14 agosto

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata