PlayStation Store temporaneamente bloccato in Cina

Senza nessun preavviso, Sony ha sospeso ogni attività del PlayStation Store sul suolo cinese, evitando persino di indicare una data per il possibile ripristino del servizio.

Il laconico comunicato dell’azienda giapponese, rilasciato tramite Weibo, indica le cause della sospensione nella necessità di un upgrade dei sistemi di sicurezza.

PlayStation Store China

Il blocco del PlayStation Store dovrebbe essere comunque solo temporaneo, anche se il motivo della sospensione è ancora avvolto nel mistero, quindi ipotizzare una data per la possibile riapertura risulta difficoltoso.

Tra le tante illazioni e speculazioni nate attorno a questa strana vicenda, c’è da segnalare la ricostruzione effettuata Reuters, secondo cui il governo cinese potrebbe aver imposto lo stop immediato delle attività dopo che alcuni utenti cinesi erano riusciti a sfruttare alcune falle di sistema per accedere a versioni estere dello Store, potendo così acquistare anche giochi vietati nel paese asiatico.

AMD suggerisce il lancio di nuove console entro l'anno

Di certo non una situazione idilliaca, che riporta in auge tutte le difficoltà di piccoli e grandi distributori nel commerciare le proprie opere in un paese così complesso come la Cina.

Articolo precedente
Diablo 2 remaster

Diablo 2 potrebbe tornare con una remaster entro fine anno

Articolo successivo
bethesda e3 2020

Bethesda: serviranno degli anni prima di The Elder Scrolls VI

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata