The Sinking City Recensione

The Sinking City

PC PS4 Xbox One

The Sinking City rimosso da Steam, PS Store, altri in seguito a disputa legale

The Sinking City, il gioco investigativo soprannaturale di Frogwares uscito il 27 giugno 2019, è stato rimosso da vari negozi online, fra cui Steam, Epic Game Store e il PS Store. A causare questo sviluppo, come raccontato in una lettera aperta da Frogwares stessa, sarebbe stata un disputa legale in corso con il publisher, BigBen Interactive/Nacon. A quanto pare, proprio quest’ultima compagnia non avrebbe in più occasioni rispettato i termini dell’accordo firmato; una delle questioni più egregie sarebbe stata la mancata puntualità nei pagamenti dovuti, regolarmente ricevuti da Frogwares con una ritardo medio di quaranta giorni.

Nacon, però, non si sarebbe limitata ad essere un cattivo pagatore, ma avrebbe anche esercitato indebite pressioni sullo sviluppatore. “Quando BBI/Nacon ha comprato uno studio concorrente, anch’esso al lavoro su un gioco Lovecraftiano, ha preteso che fosse loro consegnato il nostro codice sorgente di The Sinking City. Come già detto, BBI/Nacon non possiede l’IP – ma solo la licenza. Vendono il gioco – non lo sviluppano nè aiutano a crearlo. Dopo che ci siamo rifiutati di sottostare alla richiesta, abbiamo smesso di ricevere contributi economici per più di 4 mesi.”

the sinking city rimosso steam

Il publisher francese avrebbe anche ripetutamente violato le linee guida del copyright nei riguardi di Frogwares, fingendo più volte di essere il proprietario dell’IP e addirittura finanziando un gioco da tavolo basato su The Sinking City senza far sapere nulla allo sviluppatore. Queste ripetute azioni hanno costretto Frogwares a dare il via a una lunga battaglia legale, iniziata nell’agosto del 2019. Nell’aprile di quest’anno, Frogwares avrebbe deciso di terminare unilateralmente il contratto, ma Nacon avrebbe approfittato delle leggi imposte per proteggere le aziende colpite dalla pandemia per non permettergli di farlo.

In luglio, Frogwares è finalmente riuscita a ottenere l’approvazione di un giudice e a terminare il contratto con il publisher. La cessazione della vendita del gioco su molti negozi si è rivelata un atto necessario, data la confusione creatasi e la volontà dello sviluppatore di non permettere che Nacon guadagni un ulteriore centesimo dal loro gioco. In ogni caso, ha promesso Frogwares “siamo più che disposti ad avere il gioco disponibile ovunque, e vi informeremo sui nostri social mano a mano che torneremo su altre piattaforme.” Al momento il gioco è acquistabile unicamente sul sito dello sviluppatore, su Origin, su Gamesplanet e su Nintendo Switch.

Articolo precedente
Ratchet Clank Rift Apart

Ratchet & Clank: Rift Apart sarà all'Opening Night Live con una demo

Articolo successivo
Halo Infinite rinvio

Halo Infinite: 343 Industries smentisce l'ipotesi di un ulteriore rinvio

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata