Activision Blizzard in procinto di licenziare più di cento dipendenti

Sembra che l’incertezza per i dipendenti Activision Blizzard sia ormai di casa. Stando a una fonte anonima, la compagnia avrebbe avvisato svariati uffici delle sue sedi in Asia Pacifica di aspettarsi una prossima chiusura, come segnalato da MCV/DEVELOP. La conseguenza di questa mossa sarebbe il licenziamento di più di un centinaio di dipendenti, in particolare dei settori di localizzazione, publishing, PR e customer care. Il motivo dietro a questo chiusura sarebbe una transizione a un modello più basato sull’outsourcing. La risposta di Activision Blizzard non ha tardato ad arrivare; ci limitiamo a sottolineare come non abbia smentito la fonte anonima, di fatto confermandone la veridicità.

“Abbiamo studiato come meglio integrare le nostre capacità in tutto il business, e rimanere efficienti mentre ci evolviamo per venire incontro a opportunità di crescita e di restare competitivi in Asia Pacifica. Per questo motivo, abbiamo iniziato a dialogare con i dipendenti a proposito di un piano per centralizzare alcuni ruoli nella regione nei nostri uffici di Sydney. Le decisioni di questo tipo non sono mai facili, e fornire il nostro supporto ai dipendenti durante questo procedimento è la nostra priorità numero uno.

Poco più di un mese fa, Activision Blizzard ha chiuso i suoi storici uffici parigini, che ospitavano più di 400 dipendenti.

activision blizzard

Articolo precedente
playstation now taglio prezzo

Sony potrebbe avere in mente un'offerta simile all'Xbox Game Pass

Articolo successivo
granblue fantasy versus

Granblue Fantasy: Versus, più di 450.000 copie vendute

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata