Pentiment: niente traduttori nei riconoscimenti, arriverà una patch

In questi giorni sta facendo molto discutere una questione particolare che parte da Pentiment (qui la nostra recensione), ma che risulta essere una pratica piuttosto comune nell’industria: l’assenza dei nomi dei traduttori e dei localizzatori nei riconoscimenti di un videogioco.

Nel caso di specie, nei credits di Pentiment sono presenti soltanto le diverse compagnie di localizzazione che si sono occupate di tradurre i testi nelle varie lingue, tra cui l’italiano, ma non i nomi delle persone che materialmente si sono occupate del lavoro. Una questione, quella del mancato riconoscimento del lavoro svolto, che ha radici profonde nell’industria e di cui solo in tempi recentissimi si sta acquisendo la giusta consapevolezza. Tant’è che su Twitter alcuni utenti hanno chiesto direttamente a Josh Sawyer il perché di tale mancanza nei riconoscimenti. Il game director di Pentiment ha risposto affermando che Obsidian ha effettivamente chiesto i nomi dei traduttori alle rispettive compagnie, tuttavia gli elenchi non sono ancora arrivati e dunque non si è fatto in tempo a inserirli nei riconoscimenti prima del lancio. Sawyer fa sapere di aver nuovamente sollecitato le compagnie di localizzazione, pertanto i credits verranno aggiornati con un’apposita patch volta a inserire i nomi dei traduttori.

Speriamo che questa promessa venga mantenuta, ma speriamo anche che in futuro vengano segnalate tutte le persone che hanno lavorato a vario titolo a un videogioco, compresi i traduttori e i localizzatori.

Pentiment traduttori

Articolo precedente
The Invincible trailer

The Invincible: l'ultimo trailer ci mostra il pianeta Regis III

Articolo successivo
Weird West mod

Weird West si aggiorna su PC con il supporto alle mod

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata