AMD presenta i suoi nuovi processori Ryzen

amd ryzen

Dopo le indiscrezioni delle scorse settimane, AMD ha finalmente svelato i primissimi processori della sua nuova serie Ryzen, disponibili a partire dal prossimo 2 marzo, con i pre-ordini già disponibili su numerosi siti di commercio elettronico e retailer tradizionali; insieme alle CPU arriveranno contestualmente sul mercato anche 82 nuove motherboard di diversi produttori (ASRock, Asus, Biostar, Gigabyte ed MSI), realizzate sui chipset X370 e B350.

I primi tre processori messi in commercio saranno i modelli Ryzen 7 1800X, Ryzen 7 1700X e Ryzen 7 1700, tutti con 8 core e 16 thread, costruiti sulla nuova piattaforma AM4, frutto di uno sviluppo durato più di quattro anni. La X presente nella dicitura del modello indica la presenza della tecnologia XFR (acronimo di eXtended Frequency Range), che consente ampi margini di overclock a fronte di un sistema di raffreddamento in grado di tenere la CPU entro temperature adeguate. Stando ai dati forniti da AMD nel corso della conferenza stampa, il modello di punta Ryzen 7 1800X sarebbe più veloce di quasi il 10% rispetto a un Intel i7-6900K (processore con numero equivalente di core e thread) nei calcoli multi-thread, con il vantaggio non trascurabile di costare meno della metà (499 $ di prezzo consigliato, contro i 1050 $ di prezzo consigliato per la CPU di Intel); il TDP del Ryzen è di soli 95 Watt, contro i 140 W dell’i7.

amd ryzen

Ancor più impressionanti i risultati del Ryzen 1700X che – sempre secondo AMD, è bene ribadirlo – lascia al palo un i7-6800K con prestazioni superiori di quasi il 40% nei benchmark multi-threaded Cinebench R15, e con un costo indicativo di 399 $, a fronte dei 425 richiesti da un i7-6800K. Il Ryzen 7 1700, il processore più modesto, con un TDP di 65W e privo della tecnologia XFR, supererebbe – sempre nel benchmark multi-thread Cinebench R15 un i7-7700K del 46%, con un prezzo consigliato di 329 $ a fronte dei 349 $ della soluzione Intel.

Va da sé che AMD ha presentato solo i risultati che mostrano la superiorità dei suoi prodotti rispetto alla concorrenza (non sono pervenuti, per esempio, nel caso della serie 1700, risultati di benchmark single-thread), ma certo i primi numeri lasciano ben sperare per una serie di processori in grado di rendere un po’ più vivace il mercato, che in questi anni ha visto il dominio pressoché incontratato di Intel.

Articolo precedente
Gravity Rush 2: il DLC gratuito dedicato a Raven uscirà a marzo

Gravity Rush 2: il DLC gratuito dedicato a Raven uscirà a marzo

Articolo successivo
2dark gameplay

Un nuovo trailer per 2Dark

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata