Paysafecard prevede che il mercato digitale italiano varrà un miliardo di euro nel 2020

Paysafecard prevede che il mercato digitale italiano varrà un miliardo di euro nel 2020

Stando ai risultati di una recente analisi commissionata da paysafecard, il mercato del digital delivery in Italia avrà un fatturato pari a un miliardo di euro nel 2020, e conterà circa 35 milioni di utenti. Secondo i dati di Statista, nel 2014 il mercato ha fatto registrare un giro d’affari di 550 milioni di euro e un totale di utenti pari a 22,7 milioni.
Le previsioni segnalano che sarà il settore del mobile gaming a fare la parte del mattatore con un fatturato pari a 445 milioni di euro e 15 milioni di utenti, mentre non può essere sottovalutato l’impatto che avranno i giochi digitali per PC, questi varranno ben 288 milioni di euro. Chiudono il cerchio i browser game, la cui quota di mercato è tuttavia destinata a calare: nonostante un aumento del fatturato, dai 246 milioni di euro del 2014 ai 323 milioni di euro del 2020, la fetta scenderà dal 45% del totale al 30%.
In questi anni si sta assistendo a una rivoluzione nel mondo dei video giochi digitali,” dichiara Udo Muller, amministratore delegato di paysafecard. “Il formato fisico sta progressivamente lasciando il passo al nuovo metodo digitale per la distribuzione. Per gli acquisti online ciò che viene maggiormente richiesto dagli utenti sono la sicurezza, la velocità e la comodità. Proprio queste sono le basi su cui si sviluppa il sistema di paysafecard che offre voucher prepagati di piccolo taglio per i pagamenti online. Sono già utilizzati da milioni di utenti europei in una moltitudine di popolari giochi online come League of Legends, Aion, Combat Arms, Neverwinter, Goodgame Empire, i titoli Wargaming.net e molti altri.
Al giorno d’oggi le transazioni tramite paysafecard avvengono in prevalenza via PC, si parla del 75% del totale, tuttavia anche quelle via mobile e tablet sono in crescita.

Articolo precedente
the banner saga 2 app store google play

The Banner Saga 2 slitta al prossimo anno

Articolo successivo
steam richieste rimborso

Gli utenti di Steam stanno passando a Windows 10

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata