AMD Ryzen 3, elevate prestazioni a basso costo

AMD ha finalmente ufficializzato le caratteristiche dei processori Ryzen 3, completando la line-up dei suoi processori per il mercato mainstream con la sua fascia più economica. Le nuove CPU entrano in competizione diretta con i Core i3 di Intel, posizionandosi sulla stessa fascia di prezzo. Come i Ryzen 5 1400 e 1500x, tutti i Ryzen 3 annunciati sono processori quad-core ma, esattamente come avviene nei Core i5 di Intel, la funzionalità SMT è disattivata. Queste CPU, dunque, dispongono di quattro core che possono eseguire un singolo thread alla volta, per un totale di quattro processi contemporaneamente. Detto questo, i processori Ryzen 3 condividono con i fratelli maggiori tutte le altre tecnologie (Pure Power, Precision Boost, XFR, Neural Net Prediction, Smart Prefetch) e daranno certamente del filo da torcere ai diretti concorrenti. Funzionano su tutte le schede madri con socket AM4, e tutti i parametri di funzionamento possono essere gestiti con facilità per mezzo del programma Ryzen Master Utility.

I modelli annunciati

I primi processori Ryzen 3, disponibili sul mercato oggi stesso, sono i modelli 1200 e 1300x. Entrambi condividono gli stessi consumi (65W TDP) e le medesime quantità di cache L2 (2 MB) ed L3 (8 MB), ma lavorano a frequenze differenti. Il Ryzen 3 1200 è sicuramente più indicato per i PC “da ufficio”: parte da un clock standard di 3,1 GHz e può arrivare, in modalità turbo, fino a 3,4 GHz. Il modello 1300X può invece diventare una soluzione molto valida per un PC da gioco economico ma potente: parte infatti da una frequenza standard di 3,5 GHz e può arrivare a 3,7, ottenendo eventualmente qualche ulteriore spintarella tramite overclock. Più che di un gran numero di core, a fare la differenza nel processore di un PC da gioco sono l’incidenza della cache ma soprattutto la velocità di clock, e le frequenze di lavoro del Ryzen 3 1300X sono identiche a quelle di un Ryzen 7 1700X. Rispetto a quest’ultimo, dunque, potremo aspettarci un livello di prestazioni tutto sommato comparabile nei giochi, mentre invece la soluzione più economica di AMD resterà necessariamente indietro in tutte le applicazioni multi-threaded. Il prezzo annunciato del processore Ryzen 3 1300X è 136 euro IVA compresa, mentre il fratello minore Ryzen 3 1200 dovrebbe costare all’incirca 110 euro.

Pronti per la VR?

Con l’annuncio dei processori Ryzen 3, AMD ne ha approfittato anche per fare un po’ di “chiarezza” (diciamo così) sulle aspettative che il pubblico dovrebbe riporre nei suoi processori, una volta combinati con un visore per la realtà virtuale. Nascono i due bollini “AMD VR Ready Processor” e “AMD Ryzen VR Ready Premium”, differenziati per colore e per livello di prestazioni. Il primo sarà applicato a tutte le CPU capaci di offrire, una volta combinate con una scheda video e un visore di pari qualità, prestazioni comparabili a quelle “minime” previste da Oculus Rift e HTC Vive, mentre invece il secondo a tutte quelle CPU che possono raggiungere le prestazioni “raccomandate” dai medesimi produttori. Nella prima categoria ricadono i due Ryzen 3 e il Ryzen 5 1400. Nella seconda, invece, tutti gli altri processori Ryzen usciti fino a oggi (e, naturalmente, i futuri Threadripper).

AMD Ryzen 3 VR

Articolo precedente
inti creates bloodstained ritual night anteprima

Inti Creates non è più coinvolta nello sviluppo di Bloodstained

Articolo successivo
wolfenstein ii the new colossus season pass

Wolfenstein II: The New Colossus, annunciato il Season Pass

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata