Lucca Comics & Games 2018 – Speciale

Un altro anno di Lucca Comics & Games si conclude, lasciando, come al solito, un gran vuoto a tutti noi appassionati della più grande fiera italiana dedicata al fumetto e ai giochi.

VIDEOGIOCHI A OGNI ANGOLO

Iniziamo dall’elemento che più di tutti ha rappresentato l’evoluzione della fiera negli ultimi anni: il videogioco, grande protagonista che si poteva letteralmente trovare a ogni angolo della città; dalle mura con lo stand Nvidia – che ha dimostrato la potenza dei suoi prodotti di ultima generazione con lo speciale intervento di Tanino Liberatore, tra i “grandi vecchi” del fumetto italiano – passando accanto alla Japan Town presidiata da Bandai Namco con i suoi famosi titoli direttamente dal Giappone, ispirati ad anime e manga di spicco, per poi arrivare da Sony PlayStation e Nintendo con le loro novità più recenti e giochi in anteprima, tra cui Pokémon Let’s Go Pikachu/Eevee, Kingdom Hearts III (al quale è stata dedicata un’intera villa) e Diablo III.

Kingdom Hearts III skrillex

Il medium videogioco si poteva letteralmente trovare a ogni angolo della città, rappresentando bene l’evoluzione della fiera negli ultimi anni

Quest’ultimo ci porta a Blizzard Entertainment, alla cerimonia del BlizzCon e, in generale, alla poderosa presenza della Casa di Irvine a Lucca Comics & Games 2018, laddove la grande software house americana ha proposto numerosi tornei dei suoi titoli più famosi con base all’Esport Palace e l’Esport Cathedral. Nel caso di Diablo III: Eternal Collection per Nintendo Switch, poi, è facile collegarsi direttamente al mondo del fumetto: tra i diversi momenti di approfondimento della manifestazione, a lato di un eccezionale incontro tra fumettisti italiani di Marvel e lo sviluppatore di Insomniac Chris Cameron, ovviamente su Marvel’s Spider-Man, è stata infatti organizzata una conferenza con grandi nomi dei comics nostrani come Roberto Recchioni, Ausonia e Riccardo Torti, pronti a dedicare litografie esclusive al famoso ARPG di Blizzard.

GRANDI NOVITÀ, OSPITI ED EVENTI

Proprio con Recchioni passiamo alla sua dolce casa, la Sergio Bonelli Editore, che ha annunciato una grossa collaborazione con RW Edizioni, casa editrice che porta nel Bel Paese tutte le collane di fumetti DC Comics; proprio quest’ultima è il terzo soggetto che andrà a partecipare alla realizzazione di film tratti dai fumetti della Bonelli stessa, partendo con Dampyr in uscita all’inizio del 2020. Tuttavia, Il protagonista dell’edizione 2018 del Lucca Comics & Games non è stato solo il fumetto italiano, anzi, alla manifestazione hanno partecipato anche molti autori stranieri, tra cui uno dei più attesi è stato sicuramente l’ospite di Star Comics, Junji Ito, prolifico mangaka famoso per le sue storie horror grottesche e inquietanti che ha presentato una delle sue ultime fatiche, Lo Squalificato, oltre a molte sue raccolte di storie brevi e alcune tavole originali esposte nell’ormai celebre mostra del fumetto di Lucca.

Tanto fumetto italiano, ma anche ospiti stranieri d’eccezione come Junji Ito e il leggendario Leiji Matsumoto

Parlando sempre di Giappone, Planet Manga ha ospitato Mikio Ikemoto, autore di Boruto, il manga che narra le avventure del figlio del celebre Naruto, nato dalla mente brillante di Masashi Kishimoto e conclusosi nel 2014. Dall’epilogo di un manga che ha segnato due generazioni di fan si passa a un visitatore abituale di Lucca, che ha lasciato e continua a lasciare il segno nei cuori di tutti con i suoi storici manga; stiamo parlando di Leiji Matsumoto, creatore di fumetti come Capitan Harlock, Galaxy Express 999 e la Principessa Smeraldo. Per conferirgli un saluto adeguato, il sindaco della città toscana Alessandro Tambellini ha premiato Matsumoto con la Medaglia della Città di Lucca.

Anche per gli autori di opere a tema supereroistico non c’è stato che l’imbarazzo della scelta: partendo dallo storico Neal Adams, che ha dato una bella scossa a questo ambiente con il suo stile unico, passando poi per Dave Mckean, altro autore dalle scelte artistiche “particolari”, riconoscibile a colpo d’occhio sulle copertine frammentate di Sandman (già, proprio la serie scritta da Neil Gaiman), senza dimenticare di citare Robert Kirkman, celebre per la saga di The Walking Dead ma anche del ciclo supereroistico Invincible e il più recente Outcast. Immancabile Simone Bianchi, uno dei nostri orgogli italiani, che offre sempre tavole magistrali di altissimo livello, o anche James O’Barr, creatore dei mitologici albi de Il Corvo (da cui è stato tratto l’omonimo film “maledetto”). Tanti, infine, gli autori emergenti, venuti per farsi conoscere alla Self-Area e dei quali, magari, da qui a poco potremo scoprire qualche nome scolpito nella pietra di una famosa testata.

Insomma, anche quest’anno la fiera fumettistica più grande d’Italia ha avuto la sua sostanziosa carrellata di eventi e autori da scoprire e riscoprire. Non rimane che rivolgere lo sguardo indietro a questi cinque intensissimi giorni carichi di soddisfazioni, gioie per gli occhi e, purtroppo, qualche dispiacere per non essere riusciti a poter assistere a tutto quello che Lucca ha da proporre tra videogame, fumetti e montagne di giochi da tavolo, già proiettati con curiosità e passione verso quel che il prossimo anno avrà golosamente da offrirci.

Articolo precedente
Underworld Ascendant Provato PC apertura

Underworld Ascendant – Provato

Articolo successivo
TGM 359

TGM 359 – Novembre 2018

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata