VR Machine Remix #5

Da questa puntata in poi i nostri speciali VR online diventano per davvero una “macchina” in pieno movimento, dando spazio agli accessi anticipati in continua trasformazione per selezionare quelli migliori estratti dalla “rubrica sorella” tutti i mesi edicola. Le recensioni avranno invece uno spazio identico a tutte le altre, come accaduto anche negli scorsi giorni con la prova di Defector. In questa occasione parleremo dunque di Pavlov VR e di Karnage Chronicles.

PAVLOV VR

Piattaforme: HTC Vive, Oculus Rift, Rift S, Valve Index, Windows Mix reality
Controlli: Vive Controller, Index Controller, Oculus Touch, controller compatibili WMR
Prezzo: 9,99€
Pavlov vrIl vecchio Pavlov presenta caratteristiche molto simili a quelle descritte nell’anteprima su Contractors, nella terza puntata della VR Machine Remix, pur se in forma maggiormente aperta alla (nutritissima, ancora oggi) comunità di giocatori. Ho usato l’aggettivo “vecchio” perché, per quanto si tratti di un Early Access, il titolo del solitario davevillz (unico sviluppatore, nella sostanza) è sulla piazza dall’inizio del 2017, peraltro ricevendo costantemente il sostegno dei giocatori: Pavlov è, nella sostanza, una specie di Counter Strike: GO ricostruito sulle caratteristiche della VR, più semplice nella struttura eppure eccellente nell’immergerci profondamente nel nostro ruolo di “specialisti”.
Pavlov vr

Pavlov è, nella sostanza, una specie di Counter Strike: GO ricostruito sulle caratteristiche della VR

Ciò significa che la base del gioco vede una serie di mappe su cui vengono applicate classiche modalità come TDM, Search & Destroy e Gun Game (un’arma diversa in ogni turno, a lato di quelle procurate con le uccisioni), dove la vocazione tattica è espressa un po’ in tutto, dal respawn a fine round alle realistiche meccaniche dello shooting VR, nei gesti di reaload dell’arma come nel puntamento letteralmente manuale, fino a un level design fondato su aggiramenti per percorsi secondari e scontri più aperti in cui, comunque, linee di tiro e coperture rendono il gioco di squadra fondamentale. Al di là, però, di una certa ruvidezza che permane a livello grafico e nella comunicazione di squadra (la chat vocale di prossimità è sempre attiva, generando talvolta un po’ di confusione), Pavlov è anche una piattaforma di FPS bellici VR in continua evoluzione, grazie a un’apertura al modding che consente di fruire nello Steam Workshop o direttamente in-game di un numero imprecisato di mappe, spesso omaggi a famosi livelli di altri sparatutto, insieme a sperimentazioni su modalità con regole più o meno coerenti, come il crafting o altri sistemi d’acquisizione delle armi (altrimenti acquistabili alla fine dei turni). Già nelle prime partite ho visto allargarsi a dismisura le ambientazioni a disposizione, dalle tre ufficiali a decine di alternative, talvolta validissime e segnalate dal voto degli utenti. Buono anche il numero di opzioni grafiche o di controllo; un po’ meno l’alternativa di movimento offerta a chi soffre di motion sickness, con una corsetta automatica verso un punto designato avanti a noi. Per come la vedo io, chi soffre di questi problemi deve semplicemente giocare ad altro.

Giudizio: Eccellente

KARNAGE CHRONICLES

Piattaforme: HTC Vive, Oculus Rift, Rift S, Valve Index, Windows Mix reality
Controlli: Vive Controller, Index Controller, Oculus Touch, controller compatibili WMR
Prezzo: 22,99€
Karnage Chronicles Sebbene Asgard’s Wrath resti il titolo più atteso tra gli action fantasy VR caratterizzati da elementi RPG, in esclusiva Oculus e con qualche snodo di contatto (il tema della divinità su scala gigantesca, non certo la grafica) con Journey of the Gods, il gioco oggetto di questa preview è fra le opere dello stesso genere che si sono fatte notare per fattura e bellezza della messa in scena. Se vogliamo, per terminare i punti di paragone, Karnage Chronicles ha diversi elementi in comune con il “vecchio” Vanishing Realms, anch’esso ancora in accesso anticipato ma sulla piazza da ben tre anni: entrambi adoperano una grafica cartoonosa che, tuttavia, nell’ultimo arrivato risulta maggiormente definita nelle ambientazioni e nei nemici, pur presentando in questi ultimi animazioni un poco più legnose; sia in KC che in VR, poi, gli elementi di ruolo guardano all’equipaggiamento come strumento principale per aumentare la prestanza del nostro alter ego.
Karnage Chronicles

Per quanto in Accesso Anticipato, Karnage Chronicles è già un valido action fantasy VR con elementi RPG

In Karnage Chronicles troviamo armi, pezzi di armatura, collane ed anelli magici di diversa fattura estetica, ma in taluni casi gli stessi elementi si presentano visivamente identici variando, però, le statistiche per potenziare vitalità dell’eroe o proprietà di corazze e gingilli vari, magari da rinvenire all’interno di forzieri come ne più classici dei dungeon crawler. Portali dimensionali e speciali pergamene permettono di spostarsi fra la nostra casa-HUB, altri simili rifugi – tutti caratterizzati da vari NPG e venditori – e i luoghi delle nostre avventure persi fra grotte, castelli magici, fiumi sotterranei e tanto altro ancora, con checkpoint abbastanza fitti che non inficiano una difficoltà già ragguardevole a livello normale, sia che si scelga la strada del tank, corredato di pesanti lame (spade, asce e così via), scudo e balestra, o il percorso più ponderato dell’arciere, con il quale è consigliato – nonché possibile, grazie alla buona taratura di controlli e sensibilità dei nemici – agire dolcemente su levette o trackpad per procedere più silenziosamente, o apparire non troppo vicino agli avversari se si è scelto il teletrasporto come metodo di controllo privilegiato (di base sono presenti entrambi, ma quello secondario ha bisogno della pressione del tasto laterale). Tra gli appunti, tuttavia – e non è certo una cosa da poco – vanno segnalate le collisioni non ancora perfette nei combattimenti che rendono più difficile la strada del tank. Da sottolineare anche la spassosa opzione co-op fino a quattro giocatori, capace di dare un senso compiuto alle modalità più difficili.

Giudizio: Buono

Articolo precedente
FIFA 20 Volta Football anteprima

FIFA 20 – Anteprima Volta Football

Articolo successivo

Fast & Furious – Hobbs e Shaw – Recensione

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata