PlayStation 5 tra acquisti ed entertainment – Speciale

Vi abbiamo raccontato l’emozione di avere tra le mani la nuova ammiraglia Sony, oggi entriamo più nel dettaglio, svelandovi il nuovo PS Store e la sezione Media.

playstation 5 store

Basta dare un colpetto in basso sul d-pad per far scorrere il nuovo PS Store: essenziale, cristallino ma comunque scenografico.

La corrente comincia ad entrare in circolo, sangue arterioso che si alterna a quello venoso del metallo liquido per mantenere in equilibrio la temperatura dell’organismo meccanico. Ma il giocatore non è una macchina perfetta, l’eccitazione divampa nonostante un’età che dovrebbe portare ad essere più freddi, calcolatori, disillusi e un novembre ormai agli sgoccioli. C’è la voglia di giocare, provare, darsi da fare in qualche modo e se siete ancora della vecchia guardia, quelli del “fisico”, basta il gesto di aprire la custodia e darle in pasto il disco al fulmineo lettore di PlayStation 5: fatto, non c’è stato neanche il tempo di godersi l’attesa. Ma se la vostra collezione è da anni digitale, immateriale, archiviata al sicuro sul vostro account, o semplicemente non potete fare a meno della dark (spesso bright) side of the moon del mondo indie, c’è da passare per forza da un rinnovato PS Store, per fare i primi, indimenticabili acquisti.

VETRINA VIRTUALE

Personalmente quello che ho sempre un po’ detestato degli store digitali su console era il loro essere app “a parte”, avulsi dal contesto del sistema operativo e per questo un po’ lenti, macchinosi, talvolta disordinati. Lamentele superflue? Certo, almeno finché non si prova il negozio di PS5.

playstation store

Anche le selezioni mantengono una sobrietà invidiabile, mettendo in risalto titoli che sicuramente viene voglia di approfondire.

Basta selezionare l’icona e si è già dentro senza neanche dare un cenno di assenso, la saracinesca che si apre scorrendo verso il basso e navigando tra categorie, prossime uscite e giochi in evidenza nella sezione “novità”, prima di quattro spazi da sfogliare comodamente coi dorsali; passando poi dalle “raccolte”, comode aree tematiche come le selezioni mensili, agli abbonamenti, dove consultare l’offerta di PS Plus, PS Now e EA Play scoprendo anche titoli gratuiti o sconti esclusivi, e infine lanciarsi liberi nello shopping sfrenato, a sentimento, passando in rassegna tutto il catalogo e scegliendo semplicemente il metodo di ordinamento: più venduti? Alfabetico? Prezzo? Non innovativo, ma intuitivo ed estremamente comodo.

LO STORE DI PLAYSTATION 5 SI PRESENTA CON UNO STILE SOBRIO, Più ORGANICO E ORDINATO, COME UNA VERA VETRINA

Come tutta la user experience di PlayStation 5, anche lo store ha beneficiato di un restyle che mette al centro fluidità e facilità di navigazione via pad. Spendere soldi diventa così naturale, invogliati da uno stile estremamente sobrio capace di mettere ben in risalto l’opera in semplici passaggi, che siano una descrizione, immagini o video da consultare in un battito di X. Si vede la volontà di rendere tutto più organico, non semplicemente una serie di sezioni spesso di forme e colori diverse come accadeva su PS4, ma una vera e propria vetrina studiata per far cadere l’occhio nel punto giusto, incuriosire, ammaliare a far già pensare a quella che sarà l’esperienza a transazione conclusa.

Due abbonamenti principali più EA Play, al momento, con la PS Plus Collection a fare gola a chi passa oggi tra le fila di Sony.

È poi possibile cercare manualmente il prodotto che interessa digitandone il nome, creare una lista dei desideri (con tanto di notifiche riguardanti le novità sui titoli nel mirino, disattivabili a piacere) e osservare un po’ sorpresi un carrello probabilmente già stracolmo, per poi trovare nella nostra sezione personale del PS Store metodi di pagamento, abbonamenti attivi, cronologia transazioni. Impostando poi il paese del negozio e scegliendo se lasciar analizzare i nostri gusti dall’algoritmo, che creerà così nel tempo un’esposizione ancora più personalizzata e tagliata addosso al giocatore. Veloce e chiarissimo.

MULTIMEDIALITÀ, SEMPRE

È nel suo voler dividere in due aree ben distinte del menù principale giochi e media che Sony ancora una volta dimostra una limpidità totale nel design del sistema operativo, lasciando il giocatore concentrato sull’esperienza in cui vuole immergersi, qualunque essa sia.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
the crown 4 recensione

The Crown - Quarta Stagione - Recensione

Articolo successivo
Game & Watch Super Mario Bros recensione

Game & Watch Super Mario Bros – Speciale Hands On

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata