Diablo IV

Diablo IV

PC PS4 Xbox One

Diablo IV – Speciale BlizzConline

La presenza di Diablo alla BlizzConline è stata il piatto forte da cui tutti volevano rubare un pezzetto di ciccia. Se di carne al fuoco con Diablo II: Resurrected ne è stata mostrata in abbondanza per tutti, lo stesso non si può dire di Diablo IV. Ciononostante l’evento ha rivelato la nuova classe, la Tagliagole, e alcuni retroscena gustosi, senza contare i numerosi dettagli che – almeno in piccola parte – saranno utili per lenire il dolore di un’attesa ancora lunga.

Date ufficiali non sono state svelate, sicché per ora ci rimane un generico 2022 da segnare col sangue sul calendario delle pubblicazioni importanti. Nel frattempo però possiamo sollazzarci immaginando quale impostazione daremo alla nostra Tagliagole, un agile strumento di morte umano che si basa sulla Destrezza e che, ne sono certo, ha fatto palpitare diversi cuori nel trailer di presentazione. Elegante, sinuosa, letale e flessibile, nel breve ma accattivante video la Rogue (per gli anglofoni) ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per costituire una valida alternativa al Barbaro, al Druido e all’Incantatrice (a proposito, manca ancora una classe all’appello). Riesumata direttamente dal primo Diablo, la “nuova” arrivata è perfetta per chi adora gli scontri dinamici in cui scatenare il proprio arsenale, inteso sia come archibugi sia come skill.

Diablo IV

ABILE GUERRIERA, LA TAGLIAGOLE POTRA CONTARE SU DIVERSE SPECIALIZZAZIONI: PREFERITE BERSAGLIARE I VOSTRI NEMICI DI FRECCE O PIUTTOSTO UN APPROCCIO PIÙ PERSONALE?

I giocatori possono infatti usare la Tagliagole in molti modi diversi grazie alle sue differenti specializzazioni: si possono utilizzare spade e pugnali nel combattimento ravvicinato, sparare da lontano con archi e balestre, intrappolare i nemici o aumentare le proprie capacità di combattimento con veleni, magie dell’ombra e tecniche specializzate. Ovviamente nulla vieta di affondare la lama nelle carni di un nemico, allontanarsi con un’acrobazia e scagliargli una freccia in fronte dalla distanza, ma penso sia evidente che questa peculiare classe è consigliabile a chi ha maturato una certa dimestichezza con i pericoli di Sanctuarium e sa bene come mantenere il controllo dei nemici, magari applicando alle armi degli effetti elementali come Congelamento o, sfruttando le abilità oscure, spostando un avversario nella dimensione delle ombre.

Diablo IV

Ad occhio è più che plausibile che le sinergie con le abilità degli altri personaggi possano facilmente raggiungere numeri da capogiro, rivelandosi estremamente importanti per tenere a bada i gruppi di mostri più arcigni. Ad ogni modo, le specializzazioni della nuova sexy classe sono Combo Point, Shadow Realm ed Exploit Weakness:

  • Combo Points: sfruttando gli attacchi rapidi, la Tagliagole accumula punti combo da usare al momento opportuno per attivare le skill più potenti, proprio come suole fare il Rogue in World of Warcraft.
  • Shadow Realm: questa è la specializzazione che punta sulle abilità magiche, come il teletrasporto dei nemici in un altro piano dell’esistenza che è parecchio utile per sparecchiare la tavola e il campo di battaglia.
  • Exploit Weakness: da bravo chirurgo della morte, il Rogue può colpire con precisione millimetrica durante alcuni determinati ma brevi lassi di tempo (segnalati con apposite icone sui bersagli) per infliggere gravi danni agli avversari.

Per quanto intrigante sia la Tagliagole raccontata da John Mueller e Luis Barriga durante la prima parte del Deep Dive, limitare l’analisi alla sola nuova classe sarebbe un peccato giacché, soprattutto durante il prosieguo dell’approfondimento, sono venuti a galla dei particolari succulenti che riguardano il mondo di gioco. Da quanto s’è appreso dalle voci di Careena Kingdom e Joe Piepiora, infatti, in Diablo IV farà la sua comparsa la versione più estesa e sfaccettata di Sanctuarium che la serie abbia mai visto; si parla di un open world in cui ci si sposta liberamente attraversando, talvolta anche verticalmente o superando con un balzo un fosso, cinque diverse regioni dalle ambientazioni uniche come il deserto ardente del Kehjistan, le foreste infestate da lupi mannari di Scosglen, le inospitali Steppe Aride, le perigliose Vette Frantumate o le paludi di Hawezar.

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
Diablo II resurrected

Diablo II: Resurrected – Speciale BlizzConline

Articolo successivo

World of Warcraft: Shadowlands & Classic – Speciale BlizzConline

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata