nintendo switch gadget dell'anno

Nintendo

3DS Mobile Switch Wii U

Nintendo Switch: annunciati data di uscita e prezzo ufficiali, oltre a molte altre informazioni - Speciale

L’evento notturno di Nintendo ha finalmente sollevato il velo su molte informazioni a proposito di Nintendo Switch, la prossima console della casa di Kyoto che farà capolino nei nostri salotti o (è il caso di dirlo) sui mezzi di trasporto. Inutile dire che le due questioni in sospeso più grosse riguardavano data di uscita e prezzo: ebbene, troveremo Nintendo Switch a scaffale il prossimo 3 marzo 2017, al prezzo consigliato al pubblico di 299,99 dollari. Per quanto riguarda il prezzo in Europa, questo varierà di nazione in nazione, perché le imposte IVA sono differenti da territorio a territorio (possiamo supporre, guardando al passato, a 299,99 euro o 309,99 euro in Italia, ma ci aspettiamo un comunicato ufficiale di Nintendo in giornata) (EDIT: qui si parla di prezzi un po’ più alti, almeno da noi).

Al di là di ciò, Nintendo ha mostrato in po’ meglio la console, soffermandosi su alcuni dettagli. Tanto per cominciare, la casa giapponese ha finalmente deciso di abbandonare il fastidioso region lock: questo significa che avremo finalmente la possibilità di acquistare titoli per Switch ovunque nel mondo e avere la certezza di poterli giocare una volta tornati a casa. In aggiunta, Nintendo fa un salto definitivo e compiuto verso il mondo dell’online: il nuovo servizio consentirà di fruire di tutto quanto siamo già abituati a vedere in altre piattaforme, quindi multiplayer, chat, condivisione contenuti, lista amici e interazioni varie. In una prima fase l’accesso al multiplayer sarà gratuito; invece, a partire dal prossimo autunno, occorrerà mettere sul piatto l’obolo (proprio come accade su PSN e Live), il cui costo non è ancora stato dettagliato.

nintendo switch

Nintendo fa un salto definitivo e compiuto verso il mondo dell’online

Parliamo ora dei Joy-Con, ovvero dei due controller che si potranno staccare e attaccare a piacere dalla console. Come si sapeva, si tratta di una specie di coppia di Wiimote distinti: i Joy-Con potranno essere utilizzati anche singolarmente, qualora il gioco lo richieda; non per nulla, proprio come i cuginetti Wiimote, saranno dotati di motion sensor, oltre che di un sistema di vibrazione avanzato chiamato HD Rumble. Il Joy-Con di sinistra ospiterà un tastino per catturare screenshot (e in futuro anche video) e condividerli un po’ ovunque (sì… se state pensando allo Share di PS4, avete capito perfettamente); quello di destra, invece, avrà alla base una piccola motion camera multiuso e sarà deputato alla lettura degli Amiibo. Oltre al classico grigio che abbiamo imparato a conoscere nelle scorse settimane, Nintendo ha preparato due colorazioni alternative per i Joy-Con (blu neon e uno rosso neon), così da dare un tono più giocoso e allegrotto al nostro giocare.

nintendo switchTre saranno i modi di vivere Nintendo Switch: il TV Mode è quello classico, con la console connessa al Dock e a un televisore; il Tabletop Mode prevede invece lo schermo da 720p appoggiato a una superficie, coi Joy-Con liberi da vincoli e in mano ai giocatori; l’Handheld Mode, infine, ha i Joy-Con attaccati allo schermo e consente un uso tipicamente portatile, come il nome stesso suggerisce. A proposito della fruizione in mobilità, Nintendo indica la durata della batteria come variabile dalle 2,5 alle 6 ore, secondo l’uso che se ne fa; giacché la ricarica avverrà attraverso un comodo connettore USB Type-C (finalmente!), nulla vieterà di mantenere alimentata la console esternamente, tramite un qualsiasi Power Bank o altra fonte di energia. Con buona probabilità, un buon modo per consumare batteria sarà giocare via Wi-Fi con altre persone in possesso di Switch: Nintendo, da questo punto di vista, ha annunciato che saranno ben otto le console che potranno dialogare tra loro, per l’apoteosi del muitiplayer in salsa portatile.

Nintendo Switch sarà venduto in due versioni differenti, allo stesso prezzo. Entrambe le scatole conterranno la console (con uno storage interno da 32 GB, ampliabile via microSDHC e microSDXC), il TV Dock, 2 Joy-Con, 2 laccetti per questi ultimi, il Grip ove agganciare i Joy-Con quando si usa la televisione come schermo, un cavo HDMI e l’immancabile alimentatore. Chi volesse far proprio un Pro Controller, invece, dovrà provvedere ad acquistarlo a parte. L’unica differenza tra le due configurazioni riguarda la già citata tonalità differente dei Joy-Con: una li conterrà grigi, mentre nell’altra troveremo nella scatola un Joy-Con blu neon e uno rosso neon. Festa grande.

Articolo precedente
speedlink decus respec recensione

Speedlink Decus Respec - Recensione

Articolo successivo
The Legend of Zelda Breath of the Wild e3 2016

The Legend of Zelda: Breath of Wild ha una data di uscita ufficiale (e un nuovo trailer)

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata