Xbox Media Briefing E3 2017: il commento dei nostri inviati

xbox media briefing e3 2017 speciale aperturaContinua la lunga corsa di avvicinamento all’E3 vero e proprio, quello che inizierà tra un paio di giorni (qui a Los Angeles, per lo meno, in Italia non lo sappiamo, non abbiamo più la lucidità mentale per calcolare i tempi dei fusi orari), e il #teamcrimine affronta la prima conferenza di un produttore hardware, che tradizionalmente spetta da sempre a Microsoft. La casa di Redmond, nel suo Xbox Media Briefing 2017, ha finalmente svelato al mondo Xbox One X, quella che fino all’altro ieri era conosciuta solo col nome di Project Scorpio, presentata come la più potente attualmente in circolazione, e la cui uscita sul mercato è prevista per il prossimo 7 novembre. Insieme a quella, una valanga di nuovi annunci e di conferme.


Claudio “keiser” Todeschini

green arrow up hotLa line-up di giochi presentata a Los Angeles. Quarantadue titoli, almeno stando a quanto dichiarato da Phil Spencer (io non ho tenuto il conto, lo confesso), di cui ventidue in arrivo solo su Xbox e Windows 10. Una panoramica ricchissima, che spazia dai blockbuster come Anthem di BioWare, il sempre bellissimo Forza Motorsport 7 o l’inatteso Metro Exodus di 4A Games, e che al tempo stesso non disdegna le produzioni minori e indipendenti, da quel Cuphead che ha finalmente una data di uscita a The Last Night, con la sua grafica in pixel art e le bellissime atmosfere bladerunneriane. Ottimo anche il ritmo della conferenza, fatta di poche parole, tantissimi trailer e sequenze di gameplay. A proposito della nuova console, mi è piaciuto il design semplice e minimale, anche se non particolarmente accattivante, ma soprattutto già adoro le sue ridotte dimensioni.

red arrow down notPiù che “not” in senso stretto, direi “ni” per la console stessa, e non tanto per la qualità di un dispositivo che andrà innanzitutto provato, ma per la sua collocazione all’interno del mercato. Costerà il doppio di una “normale” One S (cifra che probabilmente non era possibile limare ulteriormente, visto e considerato quello che ci sta dentro) e farà girare gli stessi giochi, in virtù della compatibilità garantita con la sorella minore. Certo, su Xbox One X gireranno molto meglio, con risoluzione 4K e texture in alta definizione, ma quante persone possiedono già un televisore in grado di apprezzarne la potenza pura? Si tratta, come ho detto anche nel commento video che trovate qui sotto, di una scelta che su PC siamo abituati da tempo a fare: comprare l’ultima scheda grafica disponibile per poter giocare con tutti gli effetti attivati, o prendere quella della generazione precedente, che costa la metà, e permette comunque di giocare fluidamente a patto di rinunciare a qualche effetto grafico? C’è poi da considerare che tutti i titoli in arrivo su Xbox usciranno anche su PC, e per noi di TGM questa è sicuramente un’ottima notizia, a conferma del periodo particolarmente florido per la nostra piattaforma di gioco preferita, il che rende ancor più difficile riuscire a inquadrare Xbox One X.

Davide “Shea” Mancini

green arrow up hotLa conferenza Microsoft ha dimostrato che è possibile essere corporate senza essere noiosi, che nonostante qualche lungaggine si possono far vedere tanti titoli, e che la X verde esiste ancora e vuole dire la sua nel mondo del gaming, benché – forse – cambiando ruolo. Se all’annuncio della scomparsa delle esclusive in senso stretto avevo gridato a “Xbox è morta, viva Xbox”, questo media briefing ha confermato la scelta fatta da Microsoft. Quaranta giochi e due console per provare tornare a essere leader, sebbene dei multipiattaforma. Xbox One X (e il media briefing di cui è stata protagonista) è questo, il tentativo di trovare un posizionamento nuovo nella testa degli appassionati, soprattutto di quelli estremamente esigenti che vogliono il meglio per il proprio salotto. Xbox One X è molto bella e, per quanto già vista in termini di design (PS2 anyone?), è un bel mostro di tecnologia: Anthem, Forza Motorsport 7 e Metro Exodus sono oggettivamente tre giochi esteticamente pazzeschi (e il mio personale vincitore è proprio Metro), e ci sono tantissime piccole perle nella line-up presentata, come The Last Night, The Artful Escape e Ashen, eppure…

red arrow down not… eppure le giocherò tutte su PC, molto probabilmente, così come non abbiamo la certezza dello scarto prestazionale delle esclusive console su Xbox One X. Il vero problema della conferenza Microsoft, secondo me, è che contraddice la sua stessa campagna di comunicazione e, tutto sommato, anche la sua strategia. Perché puntare tutto sul concetto di potenza, dei “teraflops”, se poi, su oltre quaranta giochi presentati, soltanto tre giustificano davvero il “vulgar display of power”? Secondo me una politica basata sull’hardware senza il software adeguato è incompiuta e, di fatto, nel campo console puntare su forte sul concetto di potenza significa scegliere almeno alcuni progetti in cui rischiare in prima persona. Per quanto Phil Spencer possa essere convinto che il futuro non passi per i first party single player, alla conferenza e al presente Microsoft è mancato proprio quello, un prodotto confezionato per esaltare la sua politica di hardware. I 4K non sono il presente, ed è come se Microsoft avesse rifiutato di confrontarsi con Sony nell’immediato e stesse preparandosi per il futuro, quando ci potremo ricordare che tutto sommato era Microsoft ad avere la console più potente. Insomma, combattere contro Sony annunciando una versione “Pro” (per quanto molto più potente) al prezzo giusto, senza rischiare offrendo qualcosa di più o proponendo un prezzo aggressivo, non mi ha per nulla convinto. Condivido con Claudio il discorso che la potenza è per pochi, e gli unici davvero a trarre benefici del nuovo corso di Microsoft, siamo sicuramente noi utenti PC, che potremo godere di tanti bei giochi nel prossimo futuro.

Articolo precedente
Conferenza Bethesda E3 2017

Conferenza Bethesda E3 2017: tutte le news

Articolo successivo
Life is Strange 2 Dontnod

Life is Strange 2 è ancora in sviluppo presso Dontnod

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata