Total War: Rome Remastered – Recensione

PC

Nell’ennesima operazione nostalgia, SEGA ci riporta al 2004, quando il mondo gridò al miracolo per l’arrivo di Total War: Rome. Il titolo di Creative Assembly sarà invecchiato come un buon Valpolicella?

Sviluppatore / Publisher: Creative Assembly, Feral Interactive / SEGA Prezzo: 29,99€; 14,99€ per chi possiede Total War: Rome Localizzazione: Testi Multiplayer: Online PEGI: 16 Disponibile Su: PC (Steam)

La serie Total War è tra le più iconiche del mondo del PC, un vero e proprio caposaldo nella storia dei giochi strategici, nella doppia natura di battaglie in tempo reale e campagne a turni dall’ampio respiro gestionale.





Feral Interactive e Creative Assembly ci offrono ora l’opportunità di guardarci indietro di quasi due decadi e scavare nel nostro passato. Tra curiosità e interesse, vediamo cosa ci ho trovato.

LUNA ARABA

Total War: Rome Remastered è, come avrete potuto intuire dal nome, una remaster del titolo originale, e in quanto tale non ha pretese di introdurre novità di rilievo o stravolgimenti che possano cambiare l’esperienza di gioco in maniera sostanziale. Diciamo che un tentativo di sviluppare la serie ci fu, nel 2012, con Total War: Rome 2, il quale però non fu accolto in maniera molto positiva più che altro per via di tutta una serie di difetti tecnici e bug che andavano a minare la sua godibilità generale. Quasi a evitare qualsiasi rischio di incomprensione con i fan di lunga data, una remaster punta invece dritto al cuore degli appassionati senza alcuna pretesa di originalità. E davvero è come tornare a casa da un lungo viaggio, ormai paghi di tanti luoghi stranieri visitati in lungo e in largo.

total war rome remastered recensione

Prima di poter controllare direttamente Roma dovrete sudare la famose sette camicie.

Come succede dopo ogni lunga assenza, potreste però ritrovarvi sorpresi da qualcosa che vi sembrava di ricordare in maniera diversa. Ad esempio, io sono stato colpito dalla velocità di movimento delle truppe durante le battaglie, molto più elevata di quanto avessi memoria, che restituisce quasi l’impressione di un’esperienza arcade. Niente di più lontano dalla verità: tutti conosciamo lo spessore tattico della serie, rimasto qui del tutto inalterato. Forse al tempo avevo i riflessi più pronti; o forse no, infatti proprio mentre sto scrivendo mi ritorna alla mente con progressiva chiarezza il costante e ossessivo utilizzo della pausa tattica. Che invenzione meravigliosa.

L’INTERFACCIA ORA MOSTRA ALCUNE INFORMAZIONI CHIAVE DI OGNI TRUPPA, UN’AGGIUNTA PIÙ CHE BENVENUTA

Tra le piccole novità introdotte, adesso l’interfaccia mostra alcune informazioni chiave di ogni truppa, il che permette un controllo maggiore della situazione tattica. Vista l’appena citata rapidità dell’azione, direi che non guasta. Non è invece cambiata la varietà dei modelli dei soldati: ciascuno di essi ha sì subito un trattamento di giovinezza con texture migliorate, ma tutti i membri di ogni unità sono molto simili, se non identici tra loro, il che, ammetto, fa un po’ specie al giorno d’oggi.

total war rome remastered recensione

Tipica manovra per attirare la cavalleria nemica dove la volevamo proprio noi: ora è tra due fuochi, e presto non avrà scampo.

L’aggiornamento tecnico riguarda ogni componente del gioco, inclusa la mappa strategica, dove agenti diplomatici, spie e eserciti godono dell’alta risoluzione, anche se nel complesso ho denotato una certa carenza di personalità. Forse siamo stati abituati fin troppo bene da episodi come Total War: Shogun 2 e A Total War Saga: Troy, ma tornare a una mappa priva di un distinto senso estetico fa sentire un po’ il peso degli anni passati. La campagna stessa, tuttavia, non sembra aver risentito della crudele azione del tempo, e anzi è più frizzante che mai. Nei panni di una delle tre più potenti famiglie romane, comincerete la vostra saga familiare cercando il favore del Senato, che vi proporrà missione dopo missione in cambio di ricompense e cariche sempre più importanti.

Continua nella prossima pagina…

Condividi con gli amici










Inviare

Pro

  • Fedele all’originale / Risoluzioni adeguate al giorno d’oggi / Quantità e qualità di gameplay notevolissime.

Contro

  • In termini di meccaniche, gli anni passati si sentono / Privo di una propria identità estetica.
8.2

Più che buono

Dopo traverse vicende in alcune cittá italiche, il nostro Solar Nico é sbarcato in terra d’Albione. Se da una parte ancora si da alla ricerca matta e disperata di un parco (ma anche un praticello va benissimo) per approfittare di qualsiasi mezza giornata di sole londinese, dall’altra Nicoló ha rassegnato ogni speranza all’idea di stare al passo della propria, sempre crescente, libreria Steam.

Password dimenticata