Little Devil Inside Little Devil Inside - Pagina 2

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 32 di 32

Discussione: Little Devil Inside

  1. #21
    Senior Member L'avatar di Spidersuit90
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Verderio
    Messaggi
    11.958
    Gamer IDs

    Gamertag: SpidersuitSirio PSN ID: spidersuit Steam ID: Spidersuit90

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da Venom1905 Visualizza Messaggio
    Anche perché il mio interesse per il gioco è immutato da questa decisione.
    Come tutti credo

    Cmq non ci sarà mai un modo corretto di fare le cose. Mai.
    Viviamo in un tempo in cui come la fai e fai, qualcuno sempre qualcosa avrà da ridire.
    Penso a Cyberpunk 2077 che tra transessuali e neri che gestiscono una gang è stato subissato di critiche.
    Se LDI fosse uscito quando doveva (2016) nessuno avrebbe detto nulla.
    Imho, anche con le modifiche che apporteranno ci saranno le lamentele, e allora dovranno ripensare a dei nemici in linea con quanto desiderato dai più.

  2. #22
    Fui Doom e Seblon L'avatar di Dies Irae
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    435
    Gamer IDs

    Gamertag: Dies Irae PSN ID: Dies_Iraez

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da Venom1905 Visualizza Messaggio
    Però non prendere solo una parte del discorso per poi finire dove ti pare... Ho detto che conoscenza e comprensione, dovrebbero essere alla base di una cultura inclusiva, altrimenti la censura (che difficilmente coesisterà con le cose dette prima) può diventare fine a se stessa, un gettare la polvere sotto al tappeto.
    Se vedere un pippotto di LDI ti provoca pensieri razzisti allora la stessa cosa la faranno altre mille cose, anche guardare un documentario sulle tribù indigene ti può portare ad associare neri = selvaggi in gonnella.

    Che non mi sembra c'entri molto con il discorso dell'uomo bianco minato della sua libertà.
    Anche perché il mio interesse per il gioco è immutato da questa decisione.
    Non ti ho risposto perchè mi sembrava una cosa troppo ovvia: servono conoscenza e comprensione. Solo che conoscenza e comprensione non arrivano per grazia ricevuta ma si costruiscono con fatica nel tempo. E' un processo lento che coinvolgerà chi arriverà dopo di noi, lo dico fin dall'inizio. Poi intendiamoci; non giustifico la censura o l'autocensura ma se l'alternativa consiste nel non fare nulla e ricadere nello stesso errore di sempre, ben venga la correzione di tiro. Little Devil Inside ha avuto sfortuna di mostrarsi nel pieno della protesta BLM (con annessa esacerbazione conformista del popolo web) ma gli sviluppatori sono stati attenti a non farsi strumentalizzare, dando un pronto segnale che non andrà in nessun modo a impattare sul gioco; sarà bello o brutto a prescindere dal taglio di capelli dei selvaggi o dal colore della loro pelle e delle loro cerbottane. A volte fare un passo indietro anche quando potresti restare con i piedi saldamente piantati a terra è indice non di resa bensì di sensibilità e intelligenza. Possiamo interpretarla in questo modo oppure potremmo lamentarci per una cosa che in altri tempi sarebbe sembrata solo assurda e paradossale, scegliete cosa fare ma almeno spostate il focus sul nocciolo della questione: zeitgeist e contestualizzazione (vedi il post di Necronomicon che coglie perfettamente nel segno). Io non penso che quel contenuto abbia elementi discriminatori (figuriamoci razzisti!) ma posso capire i motivi che lo rendono quantomeno controverso. Sul parallelismo col documentario evito di rispondere; nel momento in cui ritieni che la rappresentazione dell'indigeno presente in quel prodotto di fantasia possa essere paragonabile o avere l'effetto di una testimonianza reale, abbiamo ampiamente esaurito il dialogo.
    Ultima modifica di Dies Irae; 16-06-20 alle 12:51

  3. #23
    Senior Member L'avatar di MaxDembo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.713

    Re: Little Devil Inside

    Se il cattivo in un videogioco o in qualsiasi altra opera è un nero, una donna, un gay, una trans ecc, non credo ci sarebbe stato alcun problema, perchè statisticamente è probabile. In ogni razza, etnia e sesso ci sono individuali sia buoni che cattivi, senza alcuna eccezione. Ciò che dà fastidio è quando il nemico è una minoranza intera o quando un gruppo di persone che storicamente ne è stato la vittima, viene presentato come il carnefice. E' questo il caso delle tribù di pelle nera (o rossa, o marrone). Nel trailer appaiono come i selvaggi che vogliono uccidere il protagonista bianco e buono, quando sappiamo bene che l'uomo bianco ha sterminato intere tribù nel tentativo di "civilizzarle". E' ovvio che gli autori non hanno avuto alcuna intenzione di apparire razzisti, perchè nell' immaginario collettivo dell' Occidente tribù = selvaggi sanguinari, è sembrato loro una approccio "normale". E dopo o hanno capito davvero la cazzata fatta o per questione di immagine o per non limitarsi le vendite hanno deciso di fare dei cambiamenti. Resta il fatto che tutti dovrebbero essere più attenti quando trattano argomenti delicati che potrebbero offendere una marea di persone, soprattutto se si sentono socialmente escluse da discriminazioni di razza, sesso, classe o orientamento sessuale.
    "Statue in movimento, simboli di vita assente"

  4. #24
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.386

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da MaxDembo Visualizza Messaggio
    Se il cattivo in un videogioco o in qualsiasi altra opera è un nero, una donna, un gay, una trans ecc, non credo ci sarebbe stato alcun problema, perchè statisticamente è probabile. In ogni razza, etnia e sesso ci sono individuali sia buoni che cattivi, senza alcuna eccezione. Ciò che dà fastidio è quando il nemico è una minoranza intera o quando un gruppo di persone che storicamente ne è stato la vittima, viene presentato come il carnefice. E' questo il caso delle tribù di pelle nera (o rossa, o marrone). Nel trailer appaiono come i selvaggi che vogliono uccidere il protagonista bianco e buono, quando sappiamo bene che l'uomo bianco ha sterminato intere tribù nel tentativo di "civilizzarle". E' ovvio che gli autori non hanno avuto alcuna intenzione di apparire razzisti, perchè nell' immaginario collettivo dell' Occidente tribù = selvaggi sanguinari, è sembrato loro una approccio "normale". E dopo o hanno capito davvero la cazzata fatta o per questione di immagine o per non limitarsi le vendite hanno deciso di fare dei cambiamenti. Resta il fatto che tutti dovrebbero essere più attenti quando trattano argomenti delicati che potrebbero offendere una marea di persone, soprattutto se si sentono socialmente escluse da discriminazioni di razza, sesso, classe o orientamento sessuale.
    -Sei un esploratore
    -Vai un'isola la cui tribù è rimasta selvaggia rispetto al resto del mondo
    -Ti vedono come un intruso (soprattutto se cerchi di prendere qualcosa di loro proprietà)
    -Ti attaccano

    Di razzista in tutto questo non c'è proprio nulla.

    Oltre a esistere ancora tribù dove fanno uso di maschere come quelle viste nel gioco, ne esistono altre tutt'oggi che non sono mai entrate stabilmente in contatto con la civiltà conosciuta. Queste tribù possono avere a seconda dei casi atteggiamenti pacifici od ostili nei confronti degli estranei, come nel caso degli abitanti dell'isola di North Sentinel

    https://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_North_Sentinel


    Nel 2006 i sentinelesi uccisero due pescatori che pescavano illegalmente granchi del fango attorno all'isola. L'ancoraggio improvvisato della loro barca non era riuscito a impedire che venisse portata via dalle correnti mentre erano addormentati; così l'imbarcazione si spostò nei pressi delle rive dell'isola, dove i due uomini furono uccisi. Un elicottero della Guardia costiera indiana, inviato per recuperare i corpi, fu respinto dai guerrieri sentinelesi che scagliarono un nugolo di frecce[23].

    Nel novembre 2014 Survival denunciò che i pescatori di frodo avevano preso di mira le acque intorno all'isola di North Sentinel, mettendo così in grave pericolo la tribù; l'organizzazione sollecitò le autorità a garantire che l'isola fosse protetta dalle invasioni esterne[24].

    Nel novembre 2018 un missionario statunitense di nome John Allen Chau, recatosi sull'isola per convertire la popolazione locale al cristianesimo, è rimasto vittima degli indigeni non appena messo piede sull'isola[25].

  5. #25
    Senior Member L'avatar di MaxDembo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.713

    Re: Little Devil Inside

    Sto parlando di stermini di massa, di milioni di indigeni, e tu mi contrapponi dei casi isolati e rarissimi, i quali agli occhi del pubblico occidentale dovrebbero apparire come la norma.
    Ecco, proprio questa è la propaganda che porta al razzismo. Ti ringrazio per avermi dato ragione.
    Ultima modifica di MaxDembo; 16-06-20 alle 14:33
    "Statue in movimento, simboli di vita assente"

  6. #26
    Senior Member L'avatar di Venom1905
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.660

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da Dies Irae Visualizza Messaggio
    Little Devil Inside ha avuto sfortuna di mostrarsi nel pieno della protesta BLM (con annessa esacerbazione conformista del popolo web) ma gli sviluppatori sono stati attenti a non farsi strumentalizzare, dando un pronto segnale che non andrà in nessun modo a impattare sul gioco; sarà bello o brutto a prescindere dal taglio di capelli dei selvaggi o dal colore della loro pelle e delle loro cerbottane..
    Infatti nessuno ha avuto da ridire sulla qualità del gioco e, se vai a riprendere il mio primo post scrivevo "non so giudicare quanto un contenuto di questo tipo possa essere razzista, se lo è allora è giusto cambiarlo".

    Citazione Originariamente Scritto da Dies Irae Visualizza Messaggio
    Sul parallelismo col documentario evito di rispondere; nel momento in cui ritieni che la rappresentazione dell'indigeno presente in quel prodotto di fantasia possa essere paragonabile o avere l'effetto di una testimonianza reale, abbiamo ampiamente esaurito il dialogo.
    No, non sto dicendo questo, contestualizza l'esempio (magari estremizzato) con il resto del discorso. Sono partito dalla tua frase in cui scrivevi dello stereotipo che associa persone di colore con selvaggi in gonnella. Che è un accostamento che immagino per me e te non abbia senso di esistere, infatti come scrivi nell'ultimo post non ti porta a pensare a quella rappresentazione possa essere discriminatoria o razzista.
    Però, nel momento in cui le si da una valenza discriminatoria, vuol dire che c'è qualcuno per cui quell'accostamento esiste e, se è tanto stupido e razzista da pensarlo in questa situazione, potrà benissimo farlo in altre apparentemente insensate (per noi) come nell'esempio che ho fatto.
    Un modo per dire che, se uno è razzista, troverà comunque il modo di esserlo, togliergli un elemento di discriminazione lo farà semplicemente spostare su un altro

  7. #27
    Fui Doom e Seblon L'avatar di Dies Irae
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    435
    Gamer IDs

    Gamertag: Dies Irae PSN ID: Dies_Iraez

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da Venom1905 Visualizza Messaggio
    Infatti nessuno ha avuto da ridire sulla qualità del gioco e, se vai a riprendere il mio primo post scrivevo "non so giudicare quanto un contenuto di questo tipo possa essere razzista, se lo è allora è giusto cambiarlo".



    No, non sto dicendo questo, contestualizza l'esempio (magari estremizzato) con il resto del discorso. Sono partito dalla tua frase in cui scrivevi dello stereotipo che associa persone di colore con selvaggi in gonnella. Che è un accostamento che immagino per me e te non abbia senso di esistere, infatti come scrivi nell'ultimo post non ti porta a pensare a quella rappresentazione possa essere discriminatoria o razzista.
    Però, nel momento in cui le si da una valenza discriminatoria, vuol dire che c'è qualcuno per cui quell'accostamento esiste e, se è tanto stupido e razzista da pensarlo in questa situazione, potrà benissimo farlo in altre apparentemente insensate (per noi) come nell'esempio che ho fatto.
    Un modo per dire che, se uno è razzista, troverà comunque il modo di esserlo, togliergli un elemento di discriminazione lo farà semplicemente spostare su un altro
    Il razzismo non è un parametro di ragionevolezza e se uno è razzista troverà sempre il modo di piegare ogni argomento secondo l'ottica distorta e manipolatoria della propria intolleranza. Lo sappiamo e associare il problema a questo mi sembra un modo per spostarlo verso una soluzione di comodo: abbiamo infine trovato il facile "cattivo" che delegittima da ogni responsabilità collocata a monte. Allora facciamo un passo indietro: Little Devil Inside non è stato accusato di razzismo, quello è solo il titolo d'effetto usato per dare visibilità all'articolo di newser poco professionali. Sono stati sollevati dei dubbi e delle perplessità sulla rappresentazione di uno stereotipo etnico, quello sì. Ora tu mi dirai che lo stereotipo sarà sempre negli occhi di chi guarda e io su questo non sono d'accordo perchè l'immagine che hanno dato di quello specifico contenuto può facilmente aprirsi al fraintendimento (cosa di cui mi sono sembrati consapevoli). Nulla che qualche lieve modifica estetica non possa risolvere e di questo vorrei dare loro atto, hanno dimostrato un segno di consapevolezza nei confronti del proprio tempo.

  8. #28
    Senior Member L'avatar di Venom1905
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.660

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da Dies Irae Visualizza Messaggio
    Il razzismo non è un parametro di ragionevolezza e se uno è razzista troverà sempre il modo di piegare ogni argomento secondo l'ottica distorta e manipolatoria della propria intolleranza. Lo sappiamo e associare il problema a questo mi sembra un modo per spostarlo verso una soluzione di comodo: abbiamo infine trovato il facile "cattivo" che delegittima da ogni responsabilità collocata a monte. Allora facciamo un passo indietro: Little Devil Inside non è stato accusato di razzismo, quello è solo il titolo d'effetto usato per dare visibilità all'articolo di newser poco professionali. Sono stati sollevati dei dubbi e delle perplessità sulla rappresentazione di uno stereotipo etnico, quello sì. Ora tu mi dirai che lo stereotipo sarà sempre negli occhi di chi guarda e io su questo non sono d'accordo perchè l'immagine che hanno dato di quello specifico contenuto può facilmente aprirsi al fraintendimento (cosa di cui mi sono sembrati consapevoli). Nulla che qualche lieve modifica estetica non possa risolvere e di questo vorrei dare loro atto, hanno dimostrato un segno di consapevolezza nei confronti del proprio tempo.
    No, se si comprende che è solo una parte di qualcosa di più grande e complesso. Sarebbe sbagliato ricondurlo esclusivamente a quello perché, come dici te, si creerebbe una "cattivo" facile, ma è allo stesso tempo importante prenderne atto e tenerne conto.
    La censura o la modifica in qualche modo un'opera (in modo più o meno rilevante che sia, ovviamente di elementi non nati con scopi discriminatori) è a sua volta un'azione forte che, anche se con alla base elementi controversi, difficilmente si potrà conciliare con la conoscenza e la comprensione di cui parlavamo prima.
    Quindi, nel momento in cui si decide per un'azione di questo tipo, è importante anche valutare quali possano essere gli effetti concreti di quell'azione e non semplicemente, per tornare al punto iniziale del post, lo spostare "l'occhio di chi guarda"/la discriminazione da un'altra parte (con il rischio che si crei lo stesso un'idea di delegittimazione... "Ho tolto il contenuto x, quanto sono bravo, il mio l'ho fatto, ora cavoli vostri")
    Questo era un discorso più generico, non limitato a LDI, per precisare.

    Spero sia più chiaro così...
    Poi basta che sennò andiamo avanti per settimane

  9. #29
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.386

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da MaxDembo Visualizza Messaggio
    Sto parlando di stermini di massa, di milioni di indigeni, e tu mi contrapponi dei casi isolati e rarissimi, i quali agli occhi del pubblico occidentale dovrebbero apparire come la norma.
    Ecco, proprio questa è la propaganda che porta al razzismo. Ti ringrazio per avermi dato ragione.
    Convinto tu...

  10. #30
    Senior Member L'avatar di MaxDembo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.713

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da Zoro83 Visualizza Messaggio
    Convinto tu...
    Mi hanno convinto i fatti storici.
    "Statue in movimento, simboli di vita assente"

  11. #31
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3.386

    Re: Little Devil Inside

    Citazione Originariamente Scritto da MaxDembo Visualizza Messaggio
    Mi hanno convinto i fatti storici.
    A me sembra che, come capita spesso e fin troppo in questi tempi, si veda il marcio dov'è assente.

    Nel gioco per quel che ne sappiamo ci possono essere tribù di selvaggi pacifici e altre invece ostili. Quei membri di quella tribù (quindi neanche tutta la tribù) attaccano il protagonista, o perché sono aggressivi nei confronti degli estranei o perché il protagonista ha fatto loro un torto.
    In tutto questo il razzismo è inesistente.

    Per altro, la polemica non è nata dall'aggressività di quei selvaggi nel gioco, ma dal design con cui sono raffigurati.

  12. #32
    Moderatore L'avatar di Bishop76
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.998

    Re: Little Devil Inside

    20 min di gameplay:


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista
The Games Machine
Seguici su