Black Library - Italiani nel 41 millennio

Risultati da 1 a 18 di 18

Discussione: Black Library - Italiani nel 41 millennio

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Direi che manca questo topic, e passatemi la citazione dal topic del forum vecchio.

    In questo periodo di vita londinese sto leggendo parecchio causa i secoli passati sulla tube, e alterno libri tradotti con libri in inglese per migliroare il lessico. Peccato che leggendo la roba 40k imparo un sacco di termini fighi ma completamente desueti.

    Ora sono immerso nella lettura della saga Horus Heresy, in pratica il prequel di quello che è il mondo "attuale" di warhammer 40k.
    Questi i libri che ho letto finora:

    Horus Rising – Dan Abnett: il primo libro è fortemente interconnesso con il secondo e il terzo, e si può quasi parlare di trilogia, visto che i personaggi sono gli stessi. Paradossalmente, nonostante l'autore illustre, ho trovato questo primo libro il più debole dei tre. Il suo maggiore problema è la sua struttura interna troppo disomogenea che può lasciare interdetto il lettore casual (come ero io al momento della lettura). Il protagonista è probabilmente Loken, della legione dei Luna wolves, quella comandata da Horus, il primarca che tradirà l'Imperatore scatenando una guerra civile di immani proporzioni. Loken è uno space marine abbastanza particolare, perché per quanto la sua fede nell'Imperatore sia incrollabile, possiede una parte "umana" molto sviluppata, probabilmente frutto delle sue frequentazioni con un saggio studioso il cui nome ora mi sfugge. Dopo la prima parte Loken viene però improvvisamente messo da parte per concentrarsi su Lucius e Tarvitz, due space marines della legione degli Emperor's children alle prese con una missione di salvataggio su un pianeta abitato da alieni insettiformi. Nella terza parte del romanzo si torna ai Luna wolves, ribattezzati Sons of Horus, alle prese con l'Interex, una sorta di popolazione di essere umani fino ad ora sconosciuta dall'Impero. Sono pagine interessanti perché per la prima volta inizia a fare capolino la presenza del Caos, allora sconosciuto all'Impero (ma non all'Imperatore...). Da brivido le pagine in cui i membri dell'Interex rimangono sconvolti di fronte all'ignoranza degli Astartes del Caos e dei suoi pericoli. Il romanzo termina con Erebus dei Word Bearers che si dimostra per quello che è, l'architetto dell'eresia.

    False Gods – Graham McNeill: secondo capitolo della trilogia iniziale, in cui Horus viene infettato, quasi ucciso e corteggiato direttamente dalle forze del Caos. Dopo essere stati attirati su una luna infettata da Nurgle, il dio del caos della decomposizione, Horus cade in un'imboscata e ferito a morte. Per salvarlo Erebus convince i suoi più vicini luogotenenti a usare la magia (cosa vietatissima dall'Imperatore: ecco una delle prima spaccature): durante una lunga allucinazione a Horus viene mostrato uno squarcio di un possibile futuro, in cui l'Imperatore e i primarchi a lui più vicini verranno adorati come dei e lui, Horus, sarà completamente dimenticato. Qui è il momento in cui Horus decide di passare al Caos. Questo secondo romanzo mi è piaciuto molto più del primo, sia per la maggiore omogeneità della vicenda che per le cose che finalmente vengono messe in moto, e le spaccature sempre più evidenti: Horus contro l'Imperatore, ma anche Loken e l'amico Torgaddon contro Abaddon e Aximand (tutti e 4 facevano parte di un gruppo di consiglieri di Horus chiamato Mournival). Il senso di tragedia imminente è palpabile, e il finale, in cui Horus dichiara ai suoi collaboratori più fidi di voler rovesciare l'Imperatore, è davvero da brividi.


    Nei prossimi giorni scrivo le mini recensioni dei romanzi successivi, se a qualcuno importa

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Galaxy in Flames – Ben Counter: finora il capolavoro della saga, e pure un ottimo romanzo di fantascienza bellica tout court, strapieno di azione senza però essere un mero bolter porn. Horus fa la sua prima mossa facendo cadere il primo tassello nel domino della guerra civile: eliminare tutti i sospetti lealisti dalle legioni traditrici dei Sons of Horus, Death guard, Emperor's Children e World Eaters. La cosa che più mi ha colpito di questo romanzo è non solo la bastardaggine del piano di eliminazione dei lealisti, ma anche il fortissimo senso di disperazione nei ranghi degli Astartes costretti a combattere quelli che fino a pochi giorni prima erano i loro fratelli. Verso la fine il romanzo riesce a farti provare una vera e propria indignazione per le atrocità commesse dai traditori, sia nei confronti dei lealisti che nei confronti dei rimembranti, comuni mortali allora ospiti dell'astronave di Horus. E nello scontro finale tra Loken e Torgaddon da una parte, e Abaddon e Aximand dall'altra purtroppo aleggia lo spirito di G.R.R Martin :/

    Vorrei soffermarmi infine sui personaggi di Lucius e Tarvitz, protagonisti della seconda parte del primo romanzo, che qui tornano prepotentemente protagonisti. Lucius un fuoriclasse della spada, ambizioso e arrogante; Tarvitz umile e modesto, poco interessato a fare carriera. Tanto odierete il primo quanto amerete il secondo. Indimenticabile il capitolo in cui Tarvitz sfida tutto e tutti per andare in missione suicida e avvisare i suoi compagni del tradimento in atto.


    "Our names may be forgotten, and our bones crumble to dust, but our deaths will echo through the millennia to come."

    — Captain Saul Tarvitz, words spoken in the hours before the fall of the Loyalist Choral City enclaves during the Istvaan III Atrocity

  3. #3
    Kallor
    Guest

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Ho iniziato a giocare a warhammer: regicide e mi è venuta voglia di leggere qualche libro, quali sono i migliori per iniziare? Tutto ciò che conosco dell'universo di warhammer viene dall'aver giocato dow I e II e dalla lettura del vecchio topic in j4s

  4. #4
    Senior Member L'avatar di testudo13
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    1.080

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Allora calcola che i romanzi scritti sopra da hellvis, oltre a consigliarteli di brutto, sono ambientati nell'universo pre wh40k, cioe' wh30k.
    Nel wh40k i primarchi, i possenti uomini progenitori delle legione degli space marine, sono delle leggende.
    nel 30k sono i protagonisti.

    Consiglio assolutamente la lettura di quei 3 romanzi per incominciare.

  5. #5
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.721

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Qualsiasi cosa scritta da Dan Abnett.

    Gaunt Ghosts se preferisci il genere militare, trilogia di Eisenhorn per storie di spionaggio e cose simili.
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  6. #6
    Supremo fregazionista L'avatar di Gil-galad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Valinor
    Messaggi
    202

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Quoto di brutto su Eisenhorn. Quella dei Gaunt's Ghosts è una saga che, nella mia personale opinione, ha i primi due libri che sono orribili, seguiti da un quattro-cinque che vanno dall'ottimo al molto buono, ma che poi continua indefinitivamente ed alla fine stanca.
    "Gil-galad was an Elven-king.
    Of him the harpers sadly sing:
    the last whose realm was fair and free
    between the Mountains and the Sea."

  7. #7
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Mi hanno chiesto un consiglio su un romanzo che racconti la vita dal basso di un soldatino della giuardia imperiale, cosa consigliereste? Dead men walking se non sbaglio è un po' del genere no?
    Nell'altro topic terenas avevi consigliato molto Imperial Glory, confermi?

  8. #8
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    AH, e vedo che, come se non ci fosse già abbastanza roba, hanno inaugurato una nuova serie dedicata ai primarchi

    http://warhammer40k.wikia.com/wiki/H...archs_(Novels)

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.721

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Ormai sono andati in modalità full farming.

    Praticamente neanche io riesco più a stargli dietro, complice anche la real life.
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  10. #10
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    CHe mi dici del mio post precedente? QUalche consiglio?

  11. #11
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.721

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Dead men Walking va bene.
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  12. #12
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Sto finendo Mechanicum. Cioè, fatemi capire, l'imperatore ha seppellito uno C'TAN sotto il suolo di Marte?

  13. #13
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.721

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Non ricordo bene cosa è successo, ma nel Labirinto di sicuro è sepolto il famigerato "Void Dragon", uno C'tan.
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  14. #14
    Senior Member L'avatar di Hellvis
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    6.263

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Bon finito confesso che non mi ha fatto impazzire, ma l'ho letto comunque con piacere.
    Ora tales of heresy, com'è? Avevo già letto the last church, fighissimo.

  15. #15
    Senior Member L'avatar di Nightgaunt
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.721

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Dopo la trilogia iniziale la saga dell'Eresia ha i suoi alti e bassi. Così come i racconti di Tales of Heresy.
    Blessed be the coruscating plasma of the engine room
    Spiritus Machina protect us from thy burning doom
    Harness unto our will the power of the light
    Let the conduit and the coil work allright.


  16. #16
    Kallor
    Guest

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio


  17. #17
    Moderatore L'avatar di Fenris
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.614
    Gamer IDs

    Steam ID: Fenr

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Stavo venendo io a postarlo

    L'offerta è mostruosamente conveniente,poco da dire

    "Solo una cosa, Vash the Stampede è un soprannome,mi piacerebbe conoscere il tuo vero nome." "Te lo puoi scordare!Tu stai cercando un regalo da portare nell'aldilà,non è vero?" "Ma che dici,avanti dimmelo." "A noi non servono i nomi,dico bene reverendo?"
    We aren't men disguised as dogs.We are wolves disguised as men
    Do you behold...The continuation to your dream?

  18. #18
    Supremo fregazionista L'avatar di Gil-galad
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Valinor
    Messaggi
    202

    Re: Black Library - Italiani nel 41 millennio

    Ripostata
    "Gil-galad was an Elven-king.
    Of him the harpers sadly sing:
    the last whose realm was fair and free
    between the Mountains and the Sea."

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su