Fiat-Chrysler: parliamone qui - Pagina 3

Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 60 di 111

Discussione: Fiat-Chrysler: parliamone qui

  1. #41

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    In vendita sì, in consegna penso proprio di no.
    Non sono brutto... è che mi ha disegnato la Bioware.

  2. #42
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Citazione Originariamente Scritto da michele131cl Visualizza Messaggio
    La notizia è stata smentita

  3. #43
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.150

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    beh, non ci voleva molto a capirlo...

    ilsussidiario.net FCA/ I numeri che nessuno ha guardato sui cinesi di Gac

    Franco Oppedisano
    Motori

    giovedì 19 maggio 2016
    Neanche i cinesi vogliono Fca. La notizia che Guangzhou Automobile Group (Gac) fosse interessata a rilevare la maggioranza delle azioni di Fiat Chrysler Automobiles ha tenuto banco tutta la mattina in Italia, ma appena nel Guangdong hanno finito di cenare è arrivata, inesorabile, la netta smentita: «Mai avuti colloqui con Fca su un eventuale acquisto di una quota. Gac non ha intenzione di fare un’operazione del genere», ha detto un portavoce dell’azienda cinese a 21st Century Business Herald. Quello che poteva essere uno scoop era stato fatto da Il Giornale e da un giornalista, Pierluigi Bonora, decano del settore e di solito molto informato su quanto accade a Torino.
    Era uno scoop, comunque, prudentemente pieno di condizionali. Metteva insieme delle voci raccolte, alcuni indizi come l’interesse ai mercati esteri di Gac e raccontava dei rapporti esistenti con Fca. Poi l’articolo è stato ripreso da decine di articoli fotocopia su altrettanti siti internet italiani e stranieri, più o meno conosciuti, generalisti e di settore, economici e non. Questo è bastato per far salire di oltre il 3% in Borsa il titolo Fca che poi, dopo la smentita, ha chiuso con un modestissimo +0,16%.
    Gli analisti di Mediobanca Securities, sempre prima della smentita, hanno immediatamente giudicato credibile l’ipotesi. «Fca - hanno messo nero su bianco senza provare neanche un po’ di vergogna - è stata molto aperta nella ricerca di un partner, mentre Gac ha bisogno di brand e della distribuzione per espandersi all’estero (cosa che prima o poi accadrà)». Come dire: questi terribili cinesi che comprano tutto (guardate che fine farà il Milan…) vogliono diventare più grandi vendendo in tutto il mondo e Fca è disponibile a qualsiasi cosa pur di trovare un partner, quindi il matrimonio ci sta. Bisogna avere almeno due master in business administration per fare un ragionamento del genere e tre per avere il coraggio di renderlo pubblico.
    Ma chi sono questi potentissimi cinesi che vogliono comprare una dozzina di marchi automobilistici conosciuti in tutto il mondo, compreso uno tra più grandi costruttori mondiali? La risposta è “nessuno”, almeno nel settore. Costruiscono auto in Cina per Toyota, Mitsubishi e Suzuki, ma non sono i soli, perché questi gruppi giapponesi hanno anche altre joint venture locali per produrre in Cina. Gli unici marchi che producono in esclusiva sono Jeep, da pochi mesi, e Fiat da qualche anno.
    La joint venture con Fiat non ha mai funzionato e non sta funzionando neanche adesso. Nei primi tre mesi di quest’anno sono riusciti a vendere in Cina solo 5.098 vetture, meno di quanto ne abbia vendute il solo marchio torinese in una qualsiasi regione italiana nello stesso periodo. Quella con Jeep sembra andare un pochino meglio: 44 mila auto vendute in Cina contro le 26 mila in Italia. Considerando che da gennaio a marzo il mercato ha registrato 6,6 milioni di nuove immatricolazioni, sono comunque numeri molto bassi. Infatti, Jeep è al 36° posto tra i marchi più venduti in Cina e Fiat sta al 63°. Gac ha anche dei marchi propri, ma non vanno poi molto meglio: la Gac Gonow ha venduto nei primi tre mesi del 2016 circa 80 mila vetture (23° posto nella classifica dei marchi automobilistici in Cina) e Chanfeng 21 mila auto (43° posto).
    Bastava avere il tempo per cercare informazioni: Gac, nata nel 2008, se si escludono le joint venture, ha impianti capaci di produrre 400 mila vetture l’anno (e 450 mila motori) e spera di arrivare a una capacità produttiva di mezzo milione di veicoli nel 2017 e di un milione nel 2020 con un’esportazione del 20%. Bruscolini in confronto alla produzione di veicoli di Fca, che ha venduto nel 2015 quasi 4,8 milioni di automobili.
    Sono cinesi, sì, e sono anche di proprietà dello Stato. Forse, potrebbero benissimo comprarsi la maggioranza di Fca, ma sarebbe un boccone davvero troppo grosso per loro.
    del resto sono arrivati tardi e hanno rimediato il partner-scarto più pulciaro rimasto disponibile.

  4. #44

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Ricapitolando: un dirigente di GAC ha visto la 124 spider e ha detto "beh, dai, bellina!"
    Un giornalista l'ha sentito e ha capito che GAC si stava comprando azioni FCA
    Il resto dei gornalisti ha captato la soffiata ribadendo ovunque che GAC avrebbe comprato FCA per intero, insieme al Salumificio Citterio, alla Salerno Reggio.Calabria comprensiva di cavalcavia e a un pezzo del Molise.
    GAC e FCA hanno smentito, cadendo dalle nuvole
    I giornalisti, dal proverbiale fiuto, hanno quindi capito che "GAC non vuole FCA perché fa schifo".

    Ne verrebbe fuori una bella vignetta di Sio.
    Ultima modifica di Tyreal; 19-05-16 alle 12:59

  5. #45
    Senior Member L'avatar di NOXx
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Toscana
    Messaggi
    8.451
    Gamer IDs

    Gamertag: m4lfuri0n PSN ID: m4lfuri0n_86 Steam ID: m4lfuri0n

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    e invece no, è il giornalettismo made in italy

    roba che perfino i giornalini fatti da bambini speciali della prima elementare so fatti meglio e con le fonti più attendibili

    Steam: m4lfuri0n; Origin: m4lfuri0n; Battle.net: m4lfuri0n#2885; UPlay: m4lfuri0n; GOG: m4lfuri0n; XBox Live: m4lfuri0n; PSN: m4lfuri0n_86
    Twitch: m4lfuri0n; Hitbox: m4lfuri0n; Youtube: m4Lfuri0n

  6. #46
    Senior Member L'avatar di battlerossi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.055

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Maaaaaa sto giallo emissioni in cruccolandia?

  7. #47
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Elkann: Fca non è interessata a Peugeot


    Il presidente: non farò parte dei candidati alla successione di Marchionne







    Fiat Chrysler non è interessata alla quota che lo Stato francese, azionista di Peugeot-Citroen con il 15%, potrebbe mettere sul mercato. «Abbiamo ribadito l’intenzione di portare avanti il nostro piano industriale, poi se si presenteranno opportunità convenienti nel consolidamento dell’industria automobilistica, che dovrà avvenire, le valuteremo. Abbiamo detto in modo chiaro che ci aspettiamo operazioni che consentano di cambiare le dimensioni del gruppo. Peugeot Citroen non rientra in questo contesto», dice John Elkann, presidente di Fca e numero uno di Exor dopo l’assemblea dei soci della holding della famiglia Agnelli, che si è riunita ad Arese e ha approvato il bilancio del 2015 e il dividendo di 0,35 euro per azione. Parlando in conferenza stampa, Elkann spiega inoltre che non farà parte dei candidati alla successione di Sergio Marchionne alla guida di Fca, nel 2019: «Il percorso di selezione avverrà all’interno, stiamo lavorando. Io non farò parte dei candidati alla carica di amministratore delegato».

    Le prospettive di Alfa
    Ragionando sulle prospettive del gruppo Fca, Elkann dice che «Alfa Romeo è un marchio forte come Jeep. Ci sono marchi che interessano più di altri e hanno una maggiore capacità di attrazione in Paesi molto lontani. Ieri - dice rispondendo a un azionista - ero in Corea, quinto mercato di Maserati. Il Giappone è il terzo mercato per Ferrari. Sono tutti mercati importanti per la nuova Alfa Romeo che ha prodotti straordinari che hanno un senso estetico ma anche capacità tecniche e tecnologiche senza rivali. C’è ancora un lavoro importante da fare ma si basa su prodotti straordinari come la nuova Giulia, a cui ne seguiranno altri».

    Le emissioni
    E sulle emissioni puntualizza: «Le autorità competenti per noi sono quelle italiane. Abbiamo agito in coordinamento con loro. Fca è stata molto chiara nelle sue posizioni, dicendo che i suoi veicoli sono pienamente conformi alla normativa europea e nella sua volontà di collaborare. Auspichiamo un maggiore coordinamento tra le autorità per capire chi omologa e quali sono i diversi adempimenti. Non siamo preoccupati perché le autorità lavorano nell’interesse dei consumatori. Il dialogo è aperto, siamo fiduciosi».

    L’editoria
    In quanto a Rcs, Elkann spiega che la quota di Exor, a oggi, è pari all’1,74% e «continuiamo a vendere. Non partecipiamo a nessuna offerta, coerentemente con quanto detto manteniamo il nostro percorso. È positivo il fatto che adesso la vogliano in tanti, considerato che l’ultima offerta è migliore della precedente. Nel 2012 nessuno voleva investire in Rcs, tanto che abbiamo dovuto partecipare all’aumento di capitale in misura maggiore di quanto ci spettava. Oggi la vogliono tutti». Il presidente della holding spiega che «Rcs ha dimostrato capacità e impegno nel risanamento, attestato dal cda quando ha approvato i risultati del primo trimestre. Siamo orgogliosi di avere partecipato a questo percorso. Come azionisti del più grande gruppo editoriale in Italia (Itedi-Espresso, ndr) notiamo che il settore dei media ha prospettive positive». Un esempio? The Economist, di cui Exor detiene il 43,4%.
    «Non sempre nei settori difficili tutti vanno male. Quelli che hanno unicità possono andare bene - dice Elkann - Poiché il mondo avrà sempre più bisogno di essere informato e il numero di coloro che parlano in inglese è crescente, l’Economist ha buone prospettive. Dieci anni fa il settimanale perdeva 6 milioni di sterline, oggi è in attivo di quasi 30 milioni. I followers sui social media sono aumentati del 31% nel 2015 con 36 milioni oggi di persone collegate in tutto il mondo. Ci sono i film, i prodotti audio e video».
    http://www.lastampa.it/2016/05/25/ec...1H/pagina.html

  8. #48
    Senior Member L'avatar di NOXx
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Toscana
    Messaggi
    8.451
    Gamer IDs

    Gamertag: m4lfuri0n PSN ID: m4lfuri0n_86 Steam ID: m4lfuri0n

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    e meno male

    Steam: m4lfuri0n; Origin: m4lfuri0n; Battle.net: m4lfuri0n#2885; UPlay: m4lfuri0n; GOG: m4lfuri0n; XBox Live: m4lfuri0n; PSN: m4lfuri0n_86
    Twitch: m4lfuri0n; Hitbox: m4lfuri0n; Youtube: m4Lfuri0n

  9. #49
    Senior Member L'avatar di battlerossi
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.055

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Per la successione a Marchionne sono cazzi amari

    Speriamo bene

  10. #50
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Fiat Pandazzurri: verso gli Europei tifando la Nazionale [FOTO E VIDEO]

    Una serie speciale da appassionati

    Fiat Pandazzurri – Accompagnando la Federazione Italiana Giuoco Calcio negli attuali e prossimi impegni, Fiat ha introdotto un nuovo allestimento di Panda che richiama i colori delle Nazionali




    Fiat Pandazzurri

    La livrea può essere nel classico azzurro della Nazionale di calcio, ma anche bianco e rosso, arricchita da sticker varianti con i numeri 1, 10 e 21, simulando una vera e propria maglia della Nazionale. Fiat introduce la Pandazzurri, una serie speciale caratterizzata da elementi che richiamano i colori delle nostre rappresentative e la Federazione Italiana Giuoco Calcio.
    Presentata nei concessionari i prossimi 28 e 29 maggio, la vettura è proposta con un “vantaggioso finanziamento anticipo zero e tasso zero”, secondo le indicazioni della casa.
    La nuova Pandazzurri è caratterizzata da un’estetica studiata dal Centro Stile FCA, che si basa sulle tre colorazioni pastello già citate (Azzurro Libertà, Rosso Amore e Bianco Gelato), ispirate alle tinte delle maglie ufficiali delle varie Nazionali di calcio: maschile, femminile, comprese le giovanili, oltre a quelle di calcio a 5 e beach soccer. Nello specifico azzurro e bianco sono le tinte delle maglie indossate dai giocatori durante le partite disputate in casa o in trasferta, mentre il rosso richiama la casacca del portiere. Si nota lo stemma della FIGC sui parafanghi anteriori, invece i coprimozzo sono tinteggiati di azzurro o rosso (nel caso la livrea sia rossa).
    Su richiesta, la personalizzazione può essere accentuata tramite sticker con i numeri di gioco in tinta bianca, nel caso la carrozzeria sia azzurra o rossa, e azzurra, se è ricoperta del nuovo Bianco Gelato. Altri sono collocati sulle calotte degli specchietti, sempre a motivo contrastante, e propongono le quattro stelle dei titoli mondiali conquistati dagli Azzurri.



    La personalizzazione esterna è confermata nell’abitacolo, impreziosito da cinture di sicurezza che riportano il tricolore italiano e rivestimenti in tessuto bicolore nero/grigio, dettagli in color titanio localizzabili su plancia e volante, tappetini in “PVC multistrato” fregiati con la dicitura “Pandazzurri”, così come si possono notare un motivo sugli schienali ispirato alla rete di una porta e doppie cuciture azzurre/bianche sui sedili.
    La vettura è disponibile sia con i propulsori benzina 1.2 da 69 cavalli e con il più potente 0.9 TwinAir da 85 cavalli; sia con le unità turbodiesel 1.3 Multijet II da 95 cavalli o 1.2 GPL da 69 cavalli e Bi-fuel 0.9 TwinAir Metano da 80 cavalli.
    Questo debutto è stato celebrato anche con una particolare iniziativa, che ha visto protagonista una nutrita delegazione di atleti italiani del CONI che hanno tinteggiato di azzurro, usando un colore naturale, il terreno di gioco del Centro tecnico federale di Coverciano. Lo stesso campo dove gli Azzurri sono impegnati negli allenamenti in vista dei Campionati Europei di Calcio 2016, programmati in Francia. Da quanto segnalato, ai vertici della FIGC è stato consegnato anche un modello, come simbolico “in bocca al lupo” per i prossimi impegni.
    http://www.motorionline.com/2016/05/...-foto-e-video/

  11. #51
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Sulla Punto torna il diesel 1.3 da 95 CV, quindi rimarrà in produzione ancora per un pò

    http://www.alvolante.it/news/sulla-f...-diesel-347149

  12. #52
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.150

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    a sto punto del suo ciclo produttivo ormai una punto me la aspetto esente da ogni difetto produttivo, cioè dopo tutto sto tempo avranno fixato tutti i bug.

  13. #53
    Senior Member L'avatar di Arnald
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Cicagna
    Messaggi
    935

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Io la comprerei. Le utilitarie fine serie (chi lo sa? ) sono collaudatissime e di solito le danno via con sconti interessanti.
    Aggiungiamo poi che sia il progetto dell'auto, sia il motore, sono tra i più riusciti di Fiat negli ultimi 20 anni.
    Poi se devo pagare il disain "futuristico" della Clio, tutto fumo, luccichii e scricchiolii, sinceramente me ne sto su quello della Punto.

  14. #54
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Marchionne pensa a un auto più piccola della 500 e a un modello Maserati completamente elettriche

    http://www.quattroruote.it/news/indu...city_car_.html



    Secondo Automotive News le future Dodge Journey\Fiat Freemont saranno costruite in Italia sulla piattaforma della Stelvio, per incrementare i volumi di Jeep e Ram in America

    http://www.quattroruote.it/news/indu...ova_serie.html

  15. #55
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Alfa Romeo, tutti i nuovi modelli della “riscossa” dal suv Stelvio alla Giulietta


    Il successo della Giulia in termini di ordini è servito anche a confermare ulteriormente i piani di sviluppo della “nuova” Alfa Romeo programmata da qui al 2020 e concentrati soprattutto sul Suv di medie dimensioni e su almeno altre sei novità: una berlina di grandi dimensioni, altri due Suv, una coupé e una cabriolet e infine la berlina compatta che sarà l'erede dell'attuale Giulietta. Tutti questi modelli saranno basati sulla piattaforma della Giulia ribattezzata “Giorgio” per motori longitudinali a 4 e 6 cilindri e trazione posteriore o integrale.
    La novità più importante dopo la Giulia, in arrivo entro la fine di quest'anno, ma con disponibilità per il 2017 sarà l'inedito Suv di medie dimensioni e destinato a fare concorrenza agli attuali Audi Q5, Bmw X3, Jaguar F-Pace e Mercedes GLC. La gamma motore del Suv che dovrebbe chiamarsi Stelvio sarà la stessa o quasi della Giulia con l'aggiunta, forse, dell'ibrido plug-in, derivato da quello che ha debuttato sulla Chrysker Pacifica e destinato anche alle Maserati. Al Suv “medio” si aggiungerà poi un altro “sport utility” ma di dimensioni ancora più compatte nel 2018 uno di dimensioni più compatte che punterà a compere con modelli come Audi Q3, Bmw X1 e Range River Evoque. Per questo ennesimo Suv con vocazione più da crossover sono previsti solo motori a 4 cilindri e un ibrido “mild” destinato alle versioni con trazione a 2 ruote motrici.
    A seguire è previsto un terzo Suv, derivato dal modello medio, ma con una vocazione più sportiva, evidente sia nello stile più da coupé con profilo più spiovente del tetto. Ma la connotazione sportiva sarà ulteriormente sottolineata ulteriormente da motorizzazioni più potenti e in particolare dal motore della Giulia Quadrifoglio Verde da 510 CV proposto anche in vensione depotenziata per mettere nel mirino la Bmw X4 e la Mercedes GLC Coupé. Per quanto riguarda, infine, l'ammira della della “nuova” Alfa Romeo, una berlina da quasi 5 metri destinata a dare del filo da torcere alle varie Audi A6/A8, Bmw Serie 5/7 e Mercedes Classe E/S offrirà anche motori a 4 cilindri, ma la sportività troverà il massimo coinvolgimento nelle unità V6 che avranno, forse, cilindrate più alte delle attuali e potenze nelle versioni ibride che potrebbero sfiorare i 500 CV.
    Lo stile sarà quello di una tipica Alfa: sportivo, ma più elegante e con proporzioni dinamiche che prevedono un cofano lungo e uno sbalzo anteriore ridotto. Altro progetto in fase di realizzazione, ma molto funzionale all'immagine dell'Alfa sarà la nuova sportiva che non sarà più piccola come l'attuale 4C, tanto che potrebbe chiamarsi 6C con riferimento al frazionamento dei motori. Si tratterà di una 2 posti declinata in versione coupé e spider che potrebbe avere il tetto in metallo ad azionamento elettrico. Non dovrebbe mancare anche la versione Quadrifoglio Verde caratterizzata, come per la Giulia, da un'estetica decisamente intrigante e da una “cavalleria” adeguata. L'ultima delle “fatiche” Alfa Romeo attesa per il 2020 sarà la nuova Giulietta (nella foto l'attuale) la cui novità più significativa sarà il passaggio dalla trazione anteriore a quella posteriore e che avrà come rivali di riferimento, naturalmente, sia l'Audi A4 che la Bmw Serie 3, ma anche la Mercedes Classe C.
    Lo stile della futura Giulietta sarà più grintoso dell'attuale. I motori saranno gli stessi 4 cilindri della Giulia con possibili varianti anche nei 3 cilindri, magari in abbinamento con il sistema ibrido. A quel punto la “nuova” Alfa avrà una gamma davvero completa e, dunque, in grado di poter competere al meglio coi brand premium attualmente sul mercato aggiungendo in più, però, il fascino che soltanto un Biscione sul cofano di un'auto può offrire.
    http://www.ilsole24ore.com/art/motor...l?uuid=ADZA4ij

  16. #56
    Utente Antico L'avatar di Enriko!!
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.815

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Saranno passati 20 anni abbondanti da quando hanno cominciato a girare i primi concept del suv alfa...

  17. #57
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.150

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    http://www.alvolante.it/news/fiat-al...to-2016-347642

    qualcuno si lamentava dei prezzi alti della fiat?

  18. #58
    Senior Member L'avatar di overtone
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    1.101

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    + Listino + Sconto in concessionaria?

  19. #59
    Senior Member L'avatar di michele131cl
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Barletta
    Messaggi
    827
    Gamer IDs

    Steam ID: michelelap

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    Samsung è interessata a Magneti Marelli

    http://www.lastampa.it/2016/08/04/ec...gI/pagina.html

  20. #60
    G O D I F O R T E L'avatar di bellaLI!
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    10139
    Messaggi
    282

    Re: Fiat-Chrysler: parliamone qui

    all'alba delle auto che si guidano da sole, i giganti dell'elettronica sono interessati ai produttori di centraline


    non vi sembra che in FCA siano un po' miopi?
    capisco anche che magari non hanno gran fiducia nei propri mezzi, dopo il flop delle jeep hackerate...
    Ultima modifica di bellaLI!; 08-08-16 alle 10:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su