Italdesign GTZero

Nuova concept e nuovo marchio












L'Italdesign Ŕ presente al Salone di Ginevra con la GTZero Concept, un prototipo che esplora nuove forme per una proposta di sportiva a emissioni zero. L'azienda italiana, oggi parte del Gruppo Volkswagen, ha voluto unire gli stilemi di una sportiva 2+2 con la carrozzeria di una shooting brake. Le portiere a farfalla permettono di accedere all'abitacolo e di osservare parte della monoscocca in fibra di carbonio, mentre la coda Ŕ dominata dalle grandi superfici vetrate. Sul fronte aerodinamico troviamo le appendici attive sul cofano anteriore e di prese e sfoghi d'aria controllati dall'elettronica, ma Ŕ la coda tronca ad evocare tante concept del passato, come sottolineato dal nuovo responsabile dello stile Filippo Perini. Le fiancate sono dominate dai cerchi in lega da 22 e 23 pollici abbinate a pneumatici Pirelli.

Gli interni minimalisti. La plancia ha un approccio minimalista e fa tesoro della nuova tendenza tecnologica utilizzando comandi fisici soltanto per il freno di stazionamento. Tutti gli altri comandi e le informazioni sono gestiti attraverso lo schermo Oled che forma la console centrale, mentre al guidatore Ŕ riservato un sistema di quattro display su profonditÓ diverse in base alla tipologia di dati visualizzati. Il volante sportivo Ŕ dotato di paddles che, in assenza del cambio tradizionale, vengono utilizzati singolarmente per modificare le informazioni visualizzate sui display e insieme per attivare la modalitÓ di guida Pista. Lo spazio interno pu˛ essere modificato passando dalla soluzione 2+2 a quella 3+1, mentre l'assenza della meccanica tradizionale ha permesso di ottenere due vani bagagli di grande capacitÓ.

483 CV elettrici. La Italdesign GTZero Concept Ŕ dotata della trazione integrale, delle quattro ruote sterzanti e di tre motori elettrici: due sono dedicati all'asse anteriore e un terzo invia la coppia a quello posteriore. In totale sono disponibili 483 CV con una autonomia di 500 km e tempi di ricarica di 30 minuti per l'80% dell'energia. La velocitÓ massima Ŕ autolimitata a 250 km/h mentre accelerazione e peso non sono noti. La monoscocca in carbonio integra le batterie per ottimizzare la distribuzione dei pesi ma il progetto Ŕ stato concepito in maniera modulare: Ŕ prevista infatti anche una soluzione con meccanica ibrida.
Il nuovo logo che omaggia il fondatore. In occasione della presentazione della GTZero, la Italdesign porta al debutto anche il nuovo logo. L'azienda di Moncalieri celebra la sua storia e rende omaggio al fondatore Giorgetto Giugiaro integrando nel nuovo simbolo le lettere G, I e D e introducendo nuovamente la parola Italdesign, assente dopo il restyling del logo risalente al 1999 in occasione della nascita della Italdesign Giugiaro S.p.A. Le tredici barre verticali sono invece il simbolo della data di nascita dell'azienda, il 13 febbraio 1968. L.Cor.
http://www.quattroruote.it/news/conc...o_marchio.html