Unidentified broadcasted objects

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 89

Discussione: Unidentified broadcasted objects

  1. #1
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Unidentified broadcasted objects

    Suicide Mouse
    hoax

    L'episodio perduto di Topolino, o qualcosa del genere. Snervante nenia da pianoforte, bassissima qualità video, svariati minuti di insensato vuoto in mezzo e simpatiche urla da torturato nell'ultima parte. Tutto sommato gradevole.
    Nota a margine: ricordo di aver letto il commento di una tizia su un forum che non ricordo: "Io non sono impressionabile, ma ci sono rimasta malissimo, mi sono pentita di averlo visto e non ho dormito tutta la notte seguente". Ah beh, meno male che non sei impressionabile, tesoro.

    Quindi, se siete impressionabili, non guardate.


    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  2. #2
    Lord of Pies L'avatar di Lord Brunitius
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    w la pheega
    Messaggi
    3.351

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Non ho ancora trovato fonti certe che il tizio sia stato trovato a pochi isolati, a meno che non si tratti veramente di un inglesissimo alieno



    edit: pardon l'abbiamo postato contemporaneamente.

  3. #3
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Southern Television broadcast interruption
    true story

    Avvenuto a fine novembre 1977, il S.T.B.I. è consistito in un messaggio trasmesso da un alieno che si è sovrapposto alla normale programmazione della Southern Television (canale inglese della ITV) per qualche minuto. Nella comunicazione (abbastanza disturbata) l'alieno lanciò alcune minacce e una sorta di ultimatum.
    Si pensa si sia trattato di uno scherzo da parte di qualche hacker.
    Si pensa.






    Bart the general
    true story

    I creepycosi si sono cimentati con l'idea dell'episodio perduto dei Simpson (Dead Bart), ma gli è mancata la lucida follia per avvicinarsi a questo sorprendente pezzo di delirio pubblicato (su YT) da una crew di inglesi chiamata Famicon, quasi sette anni or sono. Bart the general sta ai Simpson più o meno come Dolan sta alla Disney, in quanto a qualità di disegno, e il sonoro è in linea; non c'è nulla di realmente "spaventoso" in Btg, ma è una delle cose più weird che potrebbe capitarvi di vedere in vita vostra.
    Gli episodi sono 4 (ma la versione integrale del primo pare irrecuperabile; posso assicurare che quattro anni c'era, io l'avevo vista personalmente, gnè) per un totale di 40 minuti, ma basta un minuto per capire i livelli a cui siamo. Teoricamente la storia è incompleta, ma data la natura erratica del prodotto non si può escludere che dovesse proprio finire così.





    UVB76
    true story

    Ormai sono rimasti solo i sassi ad ignorare l'esistenza delle number station, che comunque conservano ancora un loro losco e monotono fascino. Suoni fastidiosi e frasi senza senso provengono da non sa dove e solcano l'etere destinati a non si sa chi con intenti misteriosi. Senz'altro roba militare o spionistica, ma vabbè. Nello splendido futuro in cui viviamo si sono scoperte un paio di cosette in più su di loro, ma perlopiù è nebbia fitta.
    La russa Uvb76 è probabilmente la n.s. più nota e meno loquace, col suo "canto di balena" in presa diretta durato in molti casi anche per anni consecutivi, prima che un militare russo a caso buttasse lì all'improvviso qualche nome e qualche numero a beneficio del comunismo. Poi di nuovo la balena, per anni. Un palinsesto migliore di quello di Radio Deejay, sì, ma non di molto.


    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  4. #4
    Finalmente L'avatar di Ginzo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.485

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Qualcuno ribecchi il creepypasta dell'episodio perduto di Spongebob, quello si che mi ha tenuto incollato alla sedia

  5. #5
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    The Wyoming Incident
    hoax

    Ispirato ad un celebre e reale caso che tratterò più avanti, il W.I. è stato un ben condotto scherzo organizzato da qualche user di SomethingAwful (mi pare). Si tratterebbe di una serie di sei video molto brevi (circa un minuto a testa) che si sarebbero sovrapposti alle regolari trasmissioni di una piccola TV locale del Wyoming: natura dell'intrusione sconosciuta, ma ovviamente con forti sospetti di mani aliene. I video sono inquietantissimi, sgranati, con scritte da paranoia e teste umane dalla fisionomia innaturale che appaiono all'improvviso. E ovviamente musichetta da diarrea istantanea. Gli sfortunati spettatori avrebbero sofferto, nel vederli, di nausea, tremori, attacchi epilettici.
    I video sono fatti bene, e diversa gente ci ha creduto (anche se sono smascherabili, oltre che per semplice buonsenso, anche per motivi tecnici). Qui sotto trovate la summa degli attacchi.





    The Max Headroom broadcast signal intrusion incident
    true story

    22 novembre 1987. 21.15 di sera. Chicago. State guardando il notiziario sportivo sulla WGN quando all'improvviso l'immagine scompare e viene sostituita per diversi secondi da quella di un tizio con la maschera di Max Headroom, e un forte ronzio in sottofondo. L'immagine torna allo studio TV quasi subito. Vi chiedete "Che caspio era quello?"
    Due ore dop, state guardando il Doctor Who sulla WTTW, e succede di nuovo. Max Headroom stavolta resta in linea per oltre un minuto, ciancia di cose assurde (appena appena comprensibili) e si fa sculacciare da qualcuno. Sparisce di nuovo.
    E non torna più.

    Non si è mai scoperto chi sia stato.

    Ultima modifica di Opossum; 14-02-16 alle 00:21

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  6. #6
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Cry Baby Lane
    true story

    Film infantil-horror del 2000 a medio budget, destinato ad un pubblico di preadolescenti. Senza infamia e senza lode, è diventato in certi ambienti celebre perchè è stato per anni il lost movie di più recente produzione. Trasmesso una sola volta, in seguito a proteste di genitori di bambini traumatizzati dalla visione non è più stato replicato, nessuna copia VHS o DVD è mai circolata e pare che la Nickelodeon stessa negasse di averne ancora copie. Data la natura horror del film, la storia ha preso una piega vagamente inquietante.
    Solo nel 2011, grazie a un utente di Reddit, si è potuta recuperare una copia.

    Qui linko, per meri fini di completezza, il film intero; ma se volete un consiglio spassionato passate oltre

    Ultima modifica di Opossum; 14-02-16 alle 10:35

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  7. #7
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Czech nuclear bomb prank hoax
    true story

    Ah, la campagna ceca: cieli tersi, acqua pura, verdi prati, funghi atomici.
    Perlomeno così parrebbe. Ma è stato solo uno scherzone (avvenuto nel 2007) di un gruppo di hacker, visto "in diretta" durante una trasmissione TV mattutina, che hanno sostituito le immagini di una telecamera con quelle da loro fabbricate aggiungendo al panorama classico una esplosionuccia atomica di second'ordine. Una di quelle che che non fanno manco oscillare i fili d'erba. Avete presente, no?
    Comunque, comprensibile attacco di panico generalizzato nella nazione. I burloni sono stati citati in giudizio, furono chiesti tre anni di reclusione. Ignoro come sia andata a finire.


    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  8. #8
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    SPK - Despair
    true story

    L'australiano Graeme Revell è oggi un compositore di colonne sonore assai richiesto nella Hollywood "bene" (nel lungo curriculum figurano ad esempio Strange Days, Sin City, Grindhouse); in gioventù fu però una delle menti degli SPK, band industrial-noise di chiara fama underground e abbastanza inascoltabile. Tra le loro performance kontrokulturali compare questo curioso video Super8 di origine ignota, girato pare clandestinamente in un obitorio, dove un buontempone si "diverte" a simulare fellatio & seghe tra cadaveri. La non-musica degli SPK è giusto il sottofondo che ci voleva, bisogna ammetterlo. Altro che porn-groove
    Non si sa molto di più.

    Nel video gli spezzoni in obitorio cominciano ad apparire da 0:45, il pompino però non si vede (il link in cui l'avevo trovato è stato rimosso e non trovo più copie che abbiano il video integro).


    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  9. #9
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Intervallo Raitre
    true story

    No, beh, nessun mistero in realtà. Tutti gli anziani ricorderanno per certo il rassicurante Intervallo della Rai, con le sue bucoliche cartoline animate dai mille angoli del Belpaese e la sua ben nota passacaglia. Esemplare di una televisione che oggi non c'è più, assieme all'Almanacco del giorno dopo, al segnale orario, ai monoscopi, alle pagine di televideo trasmesse nelle primissime ore del mattino su Raidue, al "le trasmissioni riprenderanno alle ore 9.00"; all'epoca ci si permetteva di non tamponare con la pubblicità ogni minimo pertugio.
    Gli Intervalli però non erano tutti uguali: chiedere a quei comunisti di Raitre, che se la spassavano con la loro versione, formalmente uguale a quella standard (commento sonoro incluso) ma senza ameni campanili e transumanze; al loro posto spuntano bianchi e neri con spruzzate di colori acidissimi, bassifondi, spazzatura e gentaglia varia. L'Italia postapocalittica fuori dalla tua finestra, oggi*




    * "oggi" potrebbe significare "ieri". Leggere attentamente le avvertenze.

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  10. #10
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Captain Midnight
    true story

    Niente di particolarmente tremendo, davvero, ma l'incursione dell'ing. John R. "Captain Midnight" MacDougall nelle frequenze HBO, a mezzanotte e mezza del 27 aprile 1986 (orario dell'east coast), è uno degli eventi di intrusione più ricordati nella storia. Capitan Mezzanotte interruppe le trasmissioni HBO (nella fattispecie il film "Il gioco del falco", di cui ho scoperto l'esistenza proprio grazie a questa vicenda, e ne sono contento) per quattro minuti e mezzo, per protestare contro l'aumento dei prezzi della TV satellitare. E aveva ragione, catzo!


    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  11. #11
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Webdriver Torso
    true story

    Chi è Webdriver Torso, il/la misterioso/a uomo/a, iscritt(o/a)si su Youtube nel marzo 2013 che si nasconde dietro le migliaia di video contenenti solo undici secondi di quadrati semoventi e suoni fastidosi? Parecchia gente se l'è chiesto per diverso tempo, nel frattempo incorrendo in diversi TSO, finché non si è scoperto che dietro a tutto c'era il NWO.
    O Google.
    Che è lo stesso.



    Maggiori info: http://attivissimo.blogspot.it/2014/...ver-torso.html

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  12. #12
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    SEB Television
    true story



    NB: questo post è LA NOIA.

    Qui non c'è proprio nessun mistero, o per meglio dire: OGGI so che non c'è alcun mistero, ma anni fa -diciamo pure LUSTRI fa- SEB TV rappresentava un enigma non da poco per il sottoscritto. Ogni tanto mi torna in mente questo bizzarro oggetto che si aggirava nel mio etere, e insomma, adesso ve lo cuccate pure avvoi.

    Nei primi anni '90 la mia famiglia affrontò il grande passo di rottamare il nostro vetusto tubo catodico (una roba della Zoppas che più anni '70 non si poteva, arancione e vagamente ovoidale, senza telecomando e ovviamente b/n) per passare a un fiammante Blaupunkt con televideo e tronic pilot (vi state chiedendo cosa sia il tronic pilot? Non ne vale la pena). La cosa mi permise di poter smanettare più agevolmente con la programmazione, visto che adesso potevo sbizzarrirmi con telecomando e display (avevo dieci anni scarsi all'epoca, la Zoppas era troppo criptica per me (e poi, se non ricordo male, aveva solo 4 canali in memoria, che forse nemmeno si potevano cambiare)). Fu aggirandomi nei meandri dell'UHF che mi imbattei un giorno, sulla posizione 72 -già ben oltre gli ultimi canali occupati, quindi in pieno regno dell'effetto neve- uno strano canale seppellito sotto un mare di disturbi video, in bianco e nero e senza audio. Dagli spot che mandava in onda ogni tanto capimmo che si chiamava SEB Television, nome che non ci accendeva alcuna lampadina. Non si vedeva a tutte le ore del giorno, e quando c'era mostrava visi sconosciuti e testi incomprensibili in sovrimpressione che mia sorella, all'epoca alle medie e notevolmente più acculturata di me, sosteneva essere scritti in inglese. A volte SEB TV trasmetteva la Ruota della fortuna, ma era strana, senza Mike Bongiorno né Paola Barale (con nostro sommo sbigottimento). Nessuna guida TV citava quell'emittente. Mia sorella cominciò a supporre che si trattasse di un canale americano. Ma come ci arrivava fin sul Garda? Ma soprattutto, perché non di rado apparivano pubblicità con riferimenti all'italianissima Aviano (PN)?

    L'apparizione di Aviano avrebbe potuto spingermi sulla strada giusta, ma per l'appunto avevo solo 10 anni e di basi aree USA sapevo giusto qualcosa meno che di fissione nucleare. Il segnale di SEB TV sparì da casa mia dopo pochissimi anni (già nel '95 era scomparso da un pezzo, se ben ricordo) e per parecchio tempo me ne disinteressai; alle superiori potei provare a rivolgermi a qualche persona in più, ma nessuno ne sapeva nulla, e cercando informazioni su Wheel of Fortune -vi ricordo che sono vecchio, era ancora epoca pre internet- non trovai che fosse mai stata trasmessa da un canale chiamato così.
    Nell'epoca di internet è tornata a rimbalzarmi in testa quella sigla e ho fatto qualche ricerca, ma tuttora di materiale se ne trova pochissimo, almeno cercando con quel nome. Tuttavia anni di insistenze hanno fatto sì che la nebbia finalmente si dipanasse: SEB altro non era che l'acronimo di Southern European Broadcasting, un'emittente fondamentalmente USA ma posizionata in Italia, gestita dalle loro forze armate ad uso e consumo per i militari (e le loro famiglie) di stanza in quest'angolo del pianeta. Era tutto molto semplice, no? Ora posso tornare a dormire tranquillo.

    Qualche info in più:
    http://www.e-venturi.com/sm/ancora-a...sigonella.html
    http://www.e-venturi.com/sm/afn-vicenza.html
    Per i curiosi, il sito del gestore di questo tipo di servizi (la American Forces Radio and Television Service) è questo: http://afrts.dodmedia.osd.mil/
    Ultima modifica di Opossum; 14-02-16 alle 10:39

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  13. #13
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Alien autopsy
    hoax



    Il grande inganno degli anni '90. Si sa già praticamente tutto di questo filmato, così celebre e demodè da essere stato oggi largamente dimenticato. Personalmente lo vidi nei primi '00 a casa di un amico appassionato di astronomia e ufologia e ne rimasi piuttosto inquietato (ma giuro che non ricordo se ci avevo creduto o no; probabilmente ero rimasto possibilista). Attorno alla vera natura di questo mockumentary, che riprende l'autopsia di alieno precipitato a Roswell nel '47, c'è stato per anni un silenzio totale: diffuso nel 1995, solo nel 2006 il suo scopritore, l'inglese Ray Santilli, si è deciso a rivelare che trattavasi di una bufala architettata proprio da lui. Non che non ci fossero corposi indizi al riguardo, ma il soggetto e la realizzazione erano troppo affascinanti perché più d'un appassionato non avesse coltivato grandi speranze sulla veridicità del filmato.
    La vita è dura.

    E comunque, giusto per precisare tutto, già nel 2001 era stato svelato che la morfologia del vero alieno di Roswell differiva significativamente da quella del falso video di Santilli.






    Zombie EAS Hoax
    true story

    Interessantissimo momento di alta televisione visto su KRTV, canale del Montana nordoccidentale, l'11 febbraio 2013. Mentre era in onda il programma The Steve Wilkos Show, improvvisamente è partito un segnale dell'Emergency Alert System (un sistema per trasmettere rapidamente avvisi via TV alla popolazione) che avvertiva che i morti stavano sorgendo dalle tombe ed aggredendo i viventi. Purtroppo, si trattava solo di uno scherzo di un hacker (peraltro ancora non identificato) :(

    Ultima modifica di Opossum; 24-07-16 alle 17:08

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  14. #14
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Lamù (la sigla italiana)
    true story

    Poi c'è questa storiella carina su un mistero tutto nostrano: la sigla originale italiana di Urusei Yatsura. Per anni un sacco di giovini là fuori, negli anni '80, hanno sentito questa canzone aprire le quotidiane gesta di Ataru e Lamù; quello che quei giovini ancora non sapevano era chi quella sigla l'avesse scritta e cantata. Beh, sono passati trent'anni e ancora non si sa. Nessuno conosce l'autore, nessuno conosce il cantante, nessuno conosce il detentore dei diritti, nessuna casa editrice l'ha mai pubblicata su disco; nella videosigla i nomi delle persone coinvolte non compaiono. Manipoli di animofili si sono mossi per anni nelle direzioni più disparate per cercare di capire chi ci sia dietro il motivetto. La questione è ancora aperta.

    http://www.sigletv.net/special_lamu_index.php

    Ultima modifica di Opossum; 01-07-16 alle 23:11

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  15. #15
    Senior Member L'avatar di GenghisKhan
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.904

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Bellissimo topic Opossum

    Ovviamente cliccato nulla

  16. #16
    Il Saggio L'avatar di Arkler
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.094

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Settanta stelline, sottoscrivo e metto una brandina qua in giro

  17. #17
    Il Saggio L'avatar di Arkler
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2.094

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Ma la roba della sigla di Lamù è una figata

    Ci sarebbe da scriverci un romanzo sopra

  18. #18
    METAFISICO SISTEMICO L'avatar di macs
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.939

    Re: Unidentified broadcasted objects

    sottoscrivo

  19. #19
        Transeunte L'avatar di Opossum
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Manerba del Garda, Brescia
    Messaggi
    2.600

    Re: Unidentified broadcasted objects

    Citazione Originariamente Scritto da Arkler Visualizza Messaggio
    Settanta stelline, sottoscrivo e metto una brandina qua in giro
    Eh, quelli che so li ho esauriti tutti. Me ne sono venuti in mente un altro paio ora, dopo li metto (comunque sono hoax, quindi meno interessanti), ma nient'altro.
    Spero arrivi qualche altro sapientologo con roba fresca.
    Ultima modifica di Opossum; 14-02-16 alle 13:45

    le.distorte.conseguenze.della.saggezza - scritti minimi di scapestrati

    la.vita.l.universo.e.il.colour.clash - cinematografò e videoludi che anche no

    desolazioni - urbex in valtenesi e dintorni

  20. #20
    Data Scadenza: Jan 2016 L'avatar di Fruttolo
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    5.155

    Re: Unidentified broadcasted objects

    stefansen sei tu?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Chi Siamo
Forum ufficiale della rivista The Games Machine
Seguici su