Elea Episode 1 Anteprima

Elea

PC Xbox One

Elea Episode 1 – Provato

C’è stato un momento in cui la pazienza mi stava per abbandonare, durante la prova di Elea, pur tenendo presente che il gioco degli esordienti Kyodai è ancora in Accesso Anticipato e che il primo episodio è dichiaratamente pronto solo all’80% (pur se già dotato di epilogo). In alcune scelte estetiche e di design mi è sembrato di leggere la giovinezza e l’inesperienza quasi sbruffona del team di sviluppo, caratteristiche che non ritengo certo infamanti, ma i bug e l’innaturale lentezza del gameplay hanno allungato la sessione di gioco ben oltre il necessario, a fronte di una storia di fantascienza che fatica a entrare nel merito di ciò che racconta e, per di più, aggiunge pochissimo a quanto ho personalmente provato in altre avventure sci-fi, ad esempio P·O·L·L·E·N e il notevole Tacoma.

Ho contato sei ore per giungere ai titoli di coda di questo primo episodio, di cui almeno due passate a barcamenarmi con catene fin troppo rigide di enigmi e, cosa ovviamente più grave, con improvvisi blocchi di inquadrature e controlli che costringono a ricaricare i checkpoint, peraltro nemmeno vicinissimi tra loro.

SBALLI IMPRECISATI DEL TERZO TIPO

Quanto detto vale per la versione del gioco resa disponibile da oggi; a seconda del prezzo, Elea può comunque valere un’occhiata degli appassionati, davanti a un avventura episodica tipicamente lanciata nello spazio profondo.Elea Episode 1 Anteprima

Il confronto con altre avventure fantascientifiche, ad esempio il notevole Tacoma, non giova certo all’opera prima di Kyodai

Allo stesso tempo, però, la pubblicazione della versione finale avrà bisogno di molto lavoro su un gameplay lento e pieno di errori, e magari di limare gli eccessi di entusiasmo sugli effetti psichedelici; non ho nulla da eccepire sulla sperimentazione di contenuti grafici particolarmente aggressivi, ma in questo caso appaiano implementati a caso tra quelli che l’Unreal Engine 4 mette a disposizione, soprattutto nel caos della prima parte del racconto. Il nome del gioco, questa volta, non si riferisce a un progetto o a una stazione spaziale, bensì alla protagonista della storia: Elea è partita alla ricerca del marito scomparso durante una cruciale missione spaziale, tredici anni dopo la misteriosa sparizione della navetta Pilgrimage, spedita dai governi terrestri alla volta di un pianeta abitabile chiamato Solace. Il focus iniziale riguarda tutta la famiglia, compreso il figlio Francis, dal momento che la Terra del 2073 è interessata da una grave patologia psichiatrica che sembra colpire tutti gli esseri umani in età giovanile. In effetti, non è chiara la connessione tra quest’ultimo dettaglio e la spedizione verso una possibile casa per l’umanità, se non per alcuni piccoli riferimenti che iniziano a far capolino nei log dell’equipaggio, e comunque non spiegano ancora il collegamento fra i fatti.

Il primo episodio, d’altra parte, si muove un po’ confuso fra futuribili sedute psichiatriche (il “solito” viaggio all’interno della psiche, con alcune digressioni in terza persona tecnicamente poco riuscite, specie nei controlli), simulazioni in stile Total Recall, evolute intelligenze artificiali, strane presenze eteree e il viaggio della stessa Elea su un’ulteriore nave spaziale.Elea Episode 1 Anteprima

Nonostante i tanti problemi tecnici dell’Accesso Anticipato, Elea può comunque valere un’occhiata degli appassionati di fantascienza

Le ultime sezioni sono quelle più classicamente vicine a una normale avventura con enigmi ambientali, meno astrusi e arbitrari rispetto ai puzzle dell’incipit, fino a un finale che può aprire a qualsiasi contenuto da “spazio profondo”. E davvero non c’è molto altro da dire, se non che il titolo pubblicato da SOEDESCO (publisher di N.E.R.O. ed ENKI, tra gli altri, dello sviluppatore romano Storm in a Teacup) si distingue positivamente nella modellazione e, in alcuni casi, anche nel gusto degli interni fantascientifici; anche per questo, un lavoro di fino sui controlli, sulla gestione dell’inventario e sugli enigmi può ancora trasformarlo in un’avventura episodica degna di essere giocata, per quanto la finestra prevista per la pubblicazione – nel corso della prossima estate – si avvicini pericolosamente. Staremo a vedere.

 

Articolo precedente
detroit become human ps4 anteprima provato

Detroit: Become Human – Provato

Articolo successivo
the witcher netflix serie tv

The Witcher: nuovi dettagli sulla serie TV targata Netflix

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata