Antica Libreria TGM #5 – Speciale Artbook

Basta nostalgia, ve l’avevo promesso, stiamo sul presente. Per questo nuovo speciale della rubrica più aperiodica di TGM, che ogni tanto si fa aspettare per settimane e altre si ripresenta dopo pochi giorni come nulla fosse, ho tirato giù dalla mensola due libri recenti (più un bonus), due artbook che parlano di giochi usciti da poco, nel senso di pochi mesi o qualche anno: L’arte di Cuphead e Il mondo di Cyberpunk. Questa volta insomma si legge un po’, ma si guardano anche un sacco di figure (per venire incontro alle vostre capacità mentali, avrebbe detto un ottimo comico caduto in disgrazia per eccesso di ego). Ma non divaghiamo.

File 005.1 – L’arte di Cuphead (& Cupehead – Fole e Fanfaluche a Fumetti)

Dove trovarlo: Editoriale Cosmo

Se tutti ci ricordiamo il momento in cui la mascella ci è cascata di fronte al primo trailer di Cuphead, nessuno (al di fuori degli addetti ai lavori, forse) si è reso davvero conto della mole di lavoro dietro il gioco. Nemmeno io, lo ammetto, e per questo sono molto felice del fatto che questo volume, L’arte di Cuphead, ripari abbondantemente al torto. In America è stato originariamente pubblicato da Dark Horse, mentre in Italia è stata molto brava Editoriale Cosmo a non farselo sfuggire e a portare in libreria e fumetteria un’edizione italiana leggermente diversa nell’originale, ma comunque in grado di rendere giustizia all’abbondanza di illustrazioni e schizzi pubblicati all’interno, grazie all’ampio formato delle pagine e alla carta lucida utilizzata.

Ad occuparsi dei testi sono Chad e Jared Moldenhauer in persona, rispettivamente Art Director e Lead game Designer del gioco, nonché fondatori di Studio MDHR, coadiuvati da Marija Moldenhauer, Exec. Producer & Inking Artist, e Eli Cymet, Producer. L’approccio è molto vicino a quello degli artbook dei film di animazione: l’opera nel suo complesso è sezionata in sequenze singole, all’interno delle quali ci vengono illustrati i passaggi che hanno portato alla creazione di ogni singolo elemento, dal design dei personaggi alla animazioni fino agli sfondi.

SAREBBE INTERESSANTE SE ARRIVASSERO SUL MERCATO PIÙ ARTBOOK DI QUESTO GENERE (E DI QUESTA QUALITÀ)

Nel mio caso sono stati proprio questi ultimi ad aprimi gli occhi e la mente sulla quantità di lavoro e ricerca necessari alla creazione di Cuphead: per il fondale di Duello al Caramello, per esempio, gli artisti di Studio MDHR sono andai alla ricerca delle forme e dei colori dei dolciumi realmente disponibili sul mercato negli anni Trenta, mescolandoli ad omaggi videoludici (Kirby o Castle of Illusion) e cinematogrfici (Bon Bon Parade). È solo un piccolissimo pezzetto del gioco, ma rende bene l’idea della mole di informazioni che si scovano tra le pagine del volume, tra schizzi di versioni dei personaggi poi scartate e le descrizioni di ciò che poi è stato effettivamente inserito nel gioco dettagliate dagli artisti. C’è da dire che Cuphead ha un look che si presta particolarmente bene a un’operazione di questo tipo, ma sarebbe interessante se arrivassero sul mercato più artbook di questo genere (e di questa qualità).

Molto più strettamente legato all’estetica e allo spirito di Cuphead è invece il fumetto Fole e Fanfaluche a Fumetti pubblicato anch’esso da Editoriale Cosmo con protagonisti le avventure di Mugman e Cuphead. Si tratta di storie brevi composte da poche facciate che riportano su carta atmosfere e ironia dell’animazione degli anni ’30. Storielle leggere, ma splendidamente disegnate, che aggiungono profondità all’universo narrativo del gioco e possono essere lette da chiunque per il torno scanzonato e l’ironia frivola (in cui tuttavia non manca ogni tanto qualche affondo più sagace destinato agli adulti).

Continua nella prossima pagina…

Articolo precedente
id@xbox the ascent

[email protected]: The Ascent, 12 Minutes, Edge of Eternity – Anteprima

Articolo successivo
tgm 381

TGM 381 – Maggio 2021

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata