Monster Energy Supercross 3 – Recensione

PC PS4 Switch Xbox One

Monster Energy Supercross giunge al pieno della maturazione sportiva con un capitolo completo, denso e divertentissimo, soprattutto se guidato nel modo meno simulativo.

Sviluppatore / Publisher: Milestone / Milestone   Prezzo: €49,99   Localizzazione: Testi   Multiplayer: Competitivo   PEGI: +3   Disponibile su: PC, PS4, Xbox One, Switch, Stadia

C’è un’essenza musicale nell’affrontare i mille dossi del campionato Supercross a stelle e strisce. Sono come un’onda sonora che diffonde nell’aria le urla di guerra dei quattro tempi, l’esultanza dei redneck sugli spalti, come se la moto fosse uno strumento melodioso a benzina da suonare modulando l’angolazione del polso .

I tracciati cominciano ad essere memorizzati per battiti piuttosto che in intertempi, il racing smette di essere semplicemente una gara per il primo posto e diventa una danza, un rito propiziatorio per la classifica generale, un palco di fango in contrasto con l’eleganza e la pulizia del bravo crossista, quello talmente leggiadro da arrivare a fine campionato usando un solo paio di ammortizzatori.

WHEN YOU SAY “JUMP” I SAY “HOW HIGH?”

Non è certo un mistero che il Supercross faccia dei salti la sua ragion d’essere, una disciplina motoristica che è tutta spettacolo in stadi giganteschi, dove la moto passa metà del tempo a mangiare ghiaia e l’altra a librarsi in volo come una divinità pagana. È tutto molto più compassato che in MXGP, dove i tracciati seguono per lo più la geografia naturale, più complessi, vari e ad ampio respiro, terreni perfetti per lanciare i cavalli delle moto al galoppo.

Monster Energy Supercross 3 Recensione Supercross Milestone

Nell’ammucchiata delle partenze non è raro vedere piloti disarcionati e bandiere gialle sventolare.

Qui conta più che mai prendere dossi e rampe alla velocità giusta, sfruttando le paraboliche per prepararsi al salto e gli scrub per passare meno tempo possibile in aria. La fisica quindi, in Monster Energy Supercross 3 è ancor più fondamentale che nel cugino MXGP, il quale presta il motore dell’edizione 2019 a questo terzo capitolo, facendo sorgere qualche problema in più rispetto a un anno fa. Se si decide di mettere le ruote nel fango con la fisica settata su “avanzata”, sorgono tutta una serie di problematiche di set up, come se si guidasse una moto molto più adatta al mondiale motocross che ad affrontare tracciati geometrici tirati su con le ruspe.

i tracciati cominciano ad essere memorizzati in battiti piuttosto che in intertempi, come in uno spartito

Ci si sente molleggiati come un Celentano d’annata, instabili, in netta difficoltà nell’uscita di curva e nella preparazione dei salti, sballando poi tutto il flow, stonando, come se i dossi fossero onde di un mare in burrasca. Si ha la sensazione che la risposta fisica a certe sollecitazioni sia eccessiva, si fatica a domarla, a capirla. È una cosa che non avrei mai detto né nella recensione di Monster Energy Supercross 2 di un anno fa, né in quella di MXGP 2019, ma per godere al meglio di questo Supercross 3 i consigli sono due: fisica “standard” e peso del pilota “manuale” da gestire con l’analogico destro. È così che tutti i difetti si appiattiscono (anche se certe reazioni “gommose” restano), la personalità esce fuori e l’adrenalina comincia a montare. Ci si può abbandonare al ritmo, dedicandosi più a concatenare salti, studiare gli atterraggi al millimetro, intraversare il posteriore nei tornanti, piuttosto che preoccuparsi di tenere la moto sul tracciato.

Monster Energy Supercross 3 Recensione Supercross Milestone

Nel Compound si può correre in libertà o accettare qualche sfida extra in una bella atmosfera crepuscolare.

Con qualche tacca di simulazione in meno l’opera sboccia, si adatta perfettamente all’esuberanza dello sport, all’anima arcade che prevedere addirittura un contatore del punteggio che esalti ogni eroica manovra. In tal modo Monster Energy Supercross 3 diventa veramente l’Excitebike dei giorni nostri, un racing promiscuo contro un’IA nata per vincere e approfittare di ogni errore, non molto sagace ma spietata.

Continua nella prossima pagina…

Condividi con gli amici










Inviare

Pro

  • Il Supercross virtuale al suo meglio.
  • Tante modalità, contenuti, tracciati.
  • Con impostazioni di guida più arcade è uno dei racing più divertenti in circolazione…

Contro

  • -…ma esasperando la simulazione la guida può diventare problematica.
  • - IA abbastanza scolastica seppur battagliera.
8.1

Più che buono

Voto medio utenti
3.4
2 voti
Voto
Invia
Il tuo voto
0

Password dimenticata