Il Premio Drago D'Oro cambia nome in Italian Video Game Awards

Al via i preparativi per l’evento che celebra l’eccellenza nel mondo dei videogiochi promosso da AESVI – l’associazione che rappresenta il settore in Italia – e diventato ormai un appuntamento atteso dalla stampa e dal pubblico nel mese di marzo di ogni anno. Forte del successo dell’ultima edizione, che ha visto salire sul palco ospiti dell’industria videoludica internazionale del calibro di Fumito Ueda e Hajime Tabata, il premio introduce a partire da quest’anno alcune importanti novità.

Si parte dal cambio del nome: non più Premio Drago D’Oro, ma Italian Video Game Awards. Un nuovo brand in linea con le principali manifestazioni del genere presenti a livello internazionale, che consentirà di posizionare l’evento anche al di fuori dei confini nazionali. L’iconica statuetta del Drago D’Oro, originale e ben riconoscibile, rimarrà invece un simbolo forte dell’evento come elemento di continuità con le passate edizioni del premio.

Altra importante novità la scelta di una nuova sede: la cerimonia di premiazione andrà in scena mercoledì 14 marzo 2018 nell’elegante cornice del Teatro Vetra in pieno centro a Milano. L’evento, esclusivo e formale, porrà l’accento sul valore culturale e artistico del medium videogioco. Come successo nella passata edizione, sul palco degli Italian Video Game Awards 2018 saliranno importanti ospiti nazionali e internazionali del mondo dei videogiochi.

Anche la Giuria del premio verrà rinnovata. Dopo il biennio guidato da Luca Tremolada de Il Sole 24Ore, il timone passerà per le edizioni 2018 e 2019 al giornalista del Corriere della Sera Federico Cella. I componenti della Giuria che affiancheranno il nuovo Presidente saranno, insieme al Presidente uscente, i giornalisti Jaime D’Alessandro – La Repubblica, Dario Marchetti – RaiNews, Pier Paolo Greco – Multiplayer.it, Francesco Fossetti, Everyeye.it, Stefano Silvestri – Eurogamer.it, Mario Petillo – SpazioGames.it, Lorenzo Fantoni – giornalista e giurato tecnico, Emilio Cozzi – giornalista e giurato tecnico. A completare la squadra ci saranno il conduttore televisivo, radiofonico e blogger Matteo Bordone e il Professore dell’Università degli Studi di Milano Dario Maggiorini.

I 12 giurati definiranno le categorie degli Italian Video Game Awards 2018, le nomination e i vincitori nei prossimi mesi in vista della serata finale. Per quanto riguarda le produzioni “made in Italy”, invece, si apre oggi la raccolta delle candidature dei titoli realizzati in Italia e pubblicati tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2017. I videogiochi candidati entro il 31 dicembre 2017 verranno valutati dalla Giuria e potranno ricevere una nomination per le categorie di premiazione relative ai giochi italiani: Best Italian Game e Best Italian Debut Game. La Giuria potrà anche decidere di assegnare un premio speciale: Special Italian Award. I vincitori di queste categorie e di quelle generali verranno annunciati nel corso della cerimonia di premiazione il 14 marzo 2018.

Il Premio Drago D'Oro cambia in Italian Video Game Awards

Articolo precedente
Life is Strange android

Life is Strange approderà a breve sui dispositivi iOS

Articolo successivo
Harry Potter Hogwarts Mystery

Annunciato Harry Potter: Hogwarts Mystery per dispositivi mobili

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata