Scooby! - Recensione

Questo è un periodo particolarmente florido per i film d’animazione. Gli studios hanno riscoperto il valore e le qualità del rilanciare un progetto anche attraverso una declinazione di pura animazione (basti pensare ai recenti Spider-Man: Un nuovo Universo o Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge).

C’è ancora del materiale da spremere e Warner cerca nel proprio giardino, con particolare riferimento, in questo caso, alla cospicua porzione di IP ereditata parecchi anni fa da Hanna-Barbera. La storica casa di produzione fin dalla morte di William Hanna (2001, Joseph Barbera rimase come producer) è sotto il controllo di Warner che ha deciso di rilanciare alcuni volti iconici proprio grazie a produzioni di animazione. La stessa Warner ha già diversi studi specializzati in “cartoni” (le  virgolette sono ormai d’obbligo) attivi nel campo di prodotti DC e, dunque, non è nuova ad avventure del genere.

Scooby-Doo, Shaggy e gli altri amici della Mistery Gang tornano in un film d’animazione in computer grafica

Dopo una serie animata e due film in live action poco fortunati, Scooby-Doo, Shaggy e gli altri amici della Mistery Gang tornano in un film d’animazione in computer grafica, con l’intenzione di diventare il primo capitolo di una serie che farà parte di un unico universo condiviso, pieno zeppo di personaggi-simbolo dello studio Hanna-Barbera. Vi basti sapere che in questo film saranno presenti personaggi quali Captain Caveman e Dick Dastardly, villain principale.

scooby! recensione

Rilanciando il franchise ci si concentra con grande attenzione e amorevole passione sull’incontro che ha dato inizio all’amicizia tra Shaggy e Scooby, il primo in cerca di amici, il secondo in fuga dopo aver addentato l’ennesimo pasto rubato. Tra i due nascerà un sodalizio unico a cui si aggiungerà quello di altri tre giovani ragazzi: Fred, Daphne e Velma. Dopo aver risolto accidentalmente il mistero di una casa stregata, il gruppo si affiata più che mai, rimanendo sempre unito e continuando negli anni nell’attività di indagatori del mistero. Flash forward di qualche hanno ed ecco un nuovo incarico molto remunerativo, che tuttavia metterà in serio pericolo l’eterna amicizia tra Shaggy e Scooby.

Scooby!, come tanti altri prodotti cinematografici di questo periodo nefasto, salta la sala per approdare direttamente in digitale dal 15 luglio. Il film parte nel migliore dei modi: il primo quarto d’ora è un tuffo nel passato, i primi incontri, la genesi della gang immersa in battute e situazioni della cultura pop odierna, con l’obiettivo di entrare nelle nostre corde quanto in quelle di un pubblico molto più giovane, senza il rischio di risultare troppo “vecchio”. Dopo un incipit, come già sottolineato, funzionale e dolcissimo, Scooby! si sviluppa nella stessa direzione in cui si costruivano le vecchie puntate d’animazione: un caso, la diretta esplorazione e, infine, la risoluzione. Qui il valore “drammaturgico”, se così possiamo dire, assume qualche connotato in più, puntando l’attenzione sul duo Scooby-Shaggy fino a indicare il loro posto nel mondo, con un valore più preciso e moderno al senso della loro immarcescibile unione amicale.

scooby! recensione

Per fare ciò, la storia si allarga all’inverosimile fino a mostrare i limite dello stesso universo condiviso con gli altri personaggi di Hanna-Barbera, idea che alla prima prova dei fatti non risulta poi così funzionale. Così facendo ogni risvolto avrà sempre un qualcosa di meccanico e forzato, per cui un personaggio dovrà muoversi in specifici luoghi e raggiungere determinate destinazioni, solo per far scattare un particolare evento.
È pur vero, senza soffermarsi sulle piccolezze logiche, che il film si rivela un prodotto destinato ad un pubblico molto, ma molto piccolo nonostante l’iniziale idea di allargare la platea.  Scooby! non presenta mai una vera e propria avventura da vivere a pieni polmoni, bensì un piacevole giro sulla Mistery Machine in compagnia di vecchi amici. Piacerà senza ombra di dubbio ai più piccoli e risulterà piacevole per tutti gli altri. In definitiva è buona la prima, insomma, con l’augurio di un impegno maggiore per i prossimi film.

VOTO 7

scooby! recensioneGenere: commedia, animazione
Publisher: Warner Bros.
Regia: Tony Cervone
Colonna Sonora: Tom Holkenborg
Interpreti (doppiatori nella versione originale): Will Forte, Zac Efron, Amanda Seyfried, Frank Welker, Gina Rodriguez, Mark Wahlberg
Durata: 94 minuti

Articolo precedente
bethesda fallout anthology speedrun

Videogiochi e serial TV, la possibile forma perfetta

Articolo successivo
Dragon's Dogma netflix

Dragon's Dogma diventa una serie TV animata su Netflix

Condividi con gli amici










Inviare

Password dimenticata